Categorie

Il cerchio si chiude

Tom Egeland

Traduttore: M. Podestà Heir
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2007
Formato: Tascabile
Pagine: 446 p., Brossura
  • EAN: 9788845258732

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

€ 5,13

€ 9,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

5 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ippica68

    10/01/2012 19.23.36

    Ho letto i commenti precedenti e devo dire che sono in piena sintonia solo con alcuni di loro. Il mio voto è alto perche e vero che in alcuni punti è noioso, antipatico il personaggio principale e la storia in se per sè non lascia niente all'immaginazione ma il finale è bello ma bello sul serio. Diciamo che parte da una storia vera, nel senso che quanto nei punti fondamentali corrisponde a ritrovamente avvenuti nella realtà. L'ottagono esiste sul serio e non si capisce cosa ci faccia in quella terra ed anche la storia su Rennes le Chateau potrebbe essere vera.

  • User Icon

    A.M.

    04/04/2009 21.04.00

    Mi è successa una cosa strana...ho terminato il libro in una settimana! La lettura è scorsa via veloce. Ispirazione temporanea o stile convincente? Non saprei, ma sono certo che la suspance è poca, che le descrizioni non catturano e che il romanzo si trascina troppo a lungo fino alla rivelazione finale, tra l'altro già nota e prevedibile. Tuttavia, oltre la trama c'è una possibile verità, ben articolata e documentata, che non lascia indifferenti, pur se incompleta. Alla chiusura del libro restano alcuni dubbi di fondo. Indubbiamente un merito. Voto 3,5/5

  • User Icon

    Max

    18/07/2008 18.40.43

    Il libro, è bello e ti appassiona, e vero che ci sono delle pagine del libro che sono noiose, perchè molto descrittive, ma le pagine sono molto avviccenti e ricche di mistero e avventura. Il cerchio si chiude è un libro pieno di riferimenti ai testi apocrifi come il Vangelo di Tommaso, ma anche alla Bibbia, e impregnato di numerosi riferimenti ai Cavallieri di San Giovanni. Lo consiglio vivamente a chi attirano questi tempi e a chi piace l'archeologia.

  • User Icon

    Max

    15/05/2008 18.25.01

    Non sono d'accordo con coloro che l'hanno criticato in questo stesso portale. Il libro è molto bello, uno dei più belli che ho letto. E' meno avvincente del Codice da Vinci, ma perché i dettagli sono studiati in maniera più accurata e la storia è meno maestosa. Ho letto entrambi i romanzi e il Codice da Vinci mi è piaciuto moltissimo. Il Codice lo si legge in breve perché è scritto in maniera semplice e veloce. Questo è più lento e più statico, ma non lo vedo come un difetto. Sul fatto che non sveli niente la cosa è del tutto falsa. Alla fine del romanzo tutta la storia viene spiegata e vi assicuro che si dicono cose davvero interessanti. Comunque secondo me il Codice da Vinci è più commerciale e per questo ha avuto un successo maggiore. Concludo dicendo che il Codice da Vinci è venuto dopo questo romanzo; secondo me non si tratta di una copia fatta da Dan Brown ma sicuramente Dan Brown ha preso spunto da questo romanzo: c'è perfino un nome di un personaggio importante che compare in entrambi i libri. Aldilà del confronto col Codice Da Vinci, datemi retta. E' un romanzo molto bello e che io consiglierò a tutti i miei amici di leggere.

  • User Icon

    Paola

    01/04/2008 15.26.46

    Il mio ragazzo è riuscito a finirlo e non gli è piaciuto. Io sto provando a leggerlo da qualche settimana, ma ogni volta riesco a leggere solo una decina di pagine e poi lo accantono sul comodino. Lo trovo poco avvincente, concordo con il fatto che non svela nulla...

  • User Icon

    oivalfa

    07/01/2008 18.02.15

    L'ho appena terminato e devo dire subito che sono rimasto deluso. Me ne avevano parlato bene, ma ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, è dimostrato che almeno in fatto di libri cio' che per qualcuno è bello non lo è per altri. Il libro inizia molto bene, per la verità, ma dopo poche pagine si perde nel nulla, e nel nulla termina. Ti tiene attaccato ad un mistero per tutto il libro e poi in pratica non ti svela il segreto, anzi lo svela, ma è la scoperta dell'acqua calda, puo' essere tutto e niente. Il paragone con il Codice da Vinci è improponibile e questo la dice lunga sul libro. Profonda delusione. Aspetto qualche altro giudizio, per vedere se la mia delusione è confermata o se forse non sono riuscito a comprendere gli intenti dell'autore. Saluti

  • User Icon

    l. paoletto

    04/01/2008 17.13.49

    Parte bene, per poi perdersi un po' dietro a storie e leggende.Un pochino troppo lungo e per certi versi simile al codice Da Vinci di Dan Brawn (anche se scritto prima).Si puo' leggere se si e' amanti del genere

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione