Chiamami col tuo nome

André Aciman

Traduttore: V. Bastia
Editore: Guanda
Anno edizione: 2017
Pagine: 271 p., Brossura
  • EAN: 9788823517578

20° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Da questo libro il film di Luca Guadagnino Chiamami col tuo nome nominato agli oscar 2018 per le categorie: Miglior canzone originale, Miglior sceneggiatura non originale, Miglior film, Miglior attore protagonista

La storia di un paradiso scoperto e già perduto, una meditazione proustiana sul tempo e sul desiderio, una lunga lettera d’amore, un’invocazione, una domanda che resta aperta per gli anni a venire.

«Una scrittura ardita, profonda, esaltante, brutale, tenera, generosa..» - Nicole Krauss

«Una storia d’amore delicata, scritta in maniera impeccabile, con echi di Marguerite Duras e Patrick White.» - Kirkus Reviews

«Una grande storia d’amore romantico.» - The Washington Post Book World

«Un libro di straordinaria bellezza.» - The New York Times Book Reviews

Vent’anni fa, un’estate in Riviera. Una di quelle estati che segnano la vita per sempre. Elio ha diciassette anni, e per lui sono appena iniziate le vacanze nella splendida villa di famiglia nel Ponente ligure. Figlio di un brillante professore universitario, musicista sensibile, decisamente colto per la sua età, Elio aspetta come ogni anno «l’ospite dell’estate, l’ennesima scocciatura»: uno studente in arrivo da New York per lavorare alla sua tesi di post dottorato. Ma Oliver, il giovane americano, subito conquista tutti con la sua bellezza e i modi disinvolti, quasi sfacciati. Anche Elio ne è irretito. I due ragazzi condividono conversazioni appassionate su libri e film, discussioni sulle loro comuni origini ebraiche, e poi nuotate mattutine, partite a tennis, corse in bici e passeggiate in paese. E tra loro nasce un desiderio inesorabile quanto inatteso, fatto di ossessione e paura, di scaltra dissimulazione e slanci ingenui, vissuto fino in fondo, dalla sofferenza all’estasi. La scoperta di quei giorni estivi e sospesi in Riviera e di un’afosa notte romana è quella, irripetibile, di un’intimità totale, assoluta. Perché l’intensità, la forza di quell’esperienza, l’autenticità di quei sentimenti sono destinate a rimanere insuperate. Chiamami col tuo nome è la storia di un paradiso scoperto e già perduto, una meditazione proustiana sul tempo e sul desiderio, una lunga lettera d’amore, un’invocazione, una domanda che resta aperta per gli anni a venire, finché Elio e Oliver si ritroveranno, un giorno, a cercare parole per dire l’indicibile, per confessare, prima di tutto a se stessi, che «questa cosa che quasi non fu mai ancora ci tenta».

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Benny

    08/12/2018 20:51:31

    Molto bello e profondo, alcuni tratti sono un po’ troppo spunti ma nel complesso un ottimo libro

  • User Icon

    Vittoria

    30/11/2018 20:19:52

    Storia dolce e forte allo stesso tempo. Un amore che cambierà per sempre la vita di due ragazzi, un ricordo invulnerabile allo scorrere del tempo. Anche l'ambientazione estiva è molto bella e ben descritta.

  • User Icon

    Genny

    24/11/2018 12:15:38

    Un libro che è respiro, liberatorio e rasserenante, fresco e allo stesso tempo caldo come l'estate in cui si svolge la storia. Elio ha diciassette anni e si racconta e mentre ci confessa l'intimità del suo desiderio ci accorgiamo che è il nostro stesso desiderio ad essere messo in scena. Intimo, selvaggio e senza freni. Abbandoni erotici e slanci di disperata emozione che qualcuno potrebbe definire "malati", come ad un certo punto capita ad un inesperto Elio, Aciman li colora di una purezza disarmante. Ed ecco che la lettura diventa il tuffo nell'acqua fresca rappresentato sulla copertina. Il tuffo catartico durante il torrido estivo del primo vero amore.

  • User Icon

    Giulia

    02/11/2018 08:36:45

    Intrigante ed affascinante la trama, molto scorrevole la sua scrittura. Assolutamente da leggere.

  • User Icon

    Suan

    23/09/2018 20:14:01

    Colpito dalla fama del film, ho deciso di leggere il libro prima di guardarlo. Il personaggio principale che racconta tutta la storia è Elio. Dal suo racconto si può avere davanti ai proprio occhi le scene descritte, che scorrono con i ritmi del cuore del ragazzo. E' un libro dolce e triste, un libro che celebra quell'amore che abbiamo sempre desiderato, ma che non l'abbiamo mai avuto. Lo stile è semplice, e il libro scorre, consiglio assolutamente.

  • User Icon

    Alessandra

    23/09/2018 20:03:55

    Questo libro non mi ha convinto del tutto. Ho voluto leggerlo dopo aver visto il film e preferisco la sceneggiatura di Ivory. La scrittura mi è apparsa un po' superficiale, alle volte ripetitiva e troppo lenta.

  • User Icon

    Laura Gigliotti

    23/09/2018 19:59:41

    Questo libro si è guadgnato dopo una sola lettura un posto tra i miei libri preferiti. Raramente piango leggendo un libro, ma con questo mi sono completamente lasciata trasportare dalle forte emozioni che solo un romanzo del genere ci può dare. Mi sono affezionata da subito alla storia di Elio e Oliver, mi ci sono rivista per tanti aspetti e ho sperato con loro fino alla fine che tutto potesse andare per il meglio. Ho trovato questa storia di una profondità unica, a volte dolcissima e altre struggente; piena di insegnamenti di vita e di spunti di riflessione. Inoltre il panorama dell'estate italiana è solo la ciliegina sulla torta, ha reso tutta la vicenda più emozionante. Elio e Oliver rappresentano l'innocenza e la passione del primo vero amore. Leggerò sicuramente altri romanzi di Aciman perché ho trovato unico il suo modo di scrivere, scorrevole e piacevolissimo. Forse esagero ma questo libro mi ha davvero cambiata. Lo consiglio vivamente a tutti.

  • User Icon

    Q.

    23/09/2018 13:23:33

    Una manciata di giorni afosi dai ritmi placidi, qualche adolescente che si diverte sprofondando in piscina, un ragazzo conturbante che irrompe nella vita di Elio. Tutto suona scontato, prevedibile. Ma il fatto è uno, forse il più semplice: Aciman scrive bene. Ogni riga, ogni parola, ogni capitolo avviluppa il lettore più sentimentale e melancolinco, lo sprofonda nelle incertezze del protagonista, nel suo dannarsi sulla parola e sul cuore. Perché quel che più sconvolge di questo romanzo è che il nulla che lascia è ciò che tutti vorremo trovare. Anche per un solo, seppur breve, istante. "(...) Che hai dato il tuo profumo ad ogni fiore, l'estate che ha creato il nostro amore, per farmi poi morire di dolore. Odio l'estate."

  • User Icon

    Polda

    23/09/2018 12:53:51

    Sopravvalutato. Noioso, a tratti inconsistente.

  • User Icon

    Paolo

    23/09/2018 10:29:15

    Toccante storia d'amore, in alcuni punti la narrazione risulta un po' lenta e il tono un po' troppo melodrammatico, ma tutto sommato si tratta un buon libro! Consigliato!

  • User Icon

    Rachele Gresta

    22/09/2018 20:57:09

    Un libro di una delicatezza impressionante. Una storia d'amore unica come unico è il modo di raccontarla. Elio e Oliver sono due ragazzi che in una calda estate italiana si incontrano e vivono il loro amore. Un amore che nasce lentamente ed è proprio questa lentezza che fa assaporare ogni singolo istante che i due passano insieme. Ci si immerge in quei paesaggi tipici dei paesini italiani degli anni '80 che personalmente amo molto. L'originalità del testo sta, a mio parere, nella capacità di Aciman di unire passionalità, che mai cade nel volgare, e "filosofia dell'amore". Un dono che Aciman ha fatto a tutti.

  • User Icon

    Katia

    22/09/2018 07:34:57

    Storia raccontata con stile e flussi di pensiero adolescenziali, con tutte le varie fisime/esaltazioni degli adolescenti. E' un libro molto conciliante sul trascorrere del tempo e della vita delle persone, in particolar modo sulla maniera di non agire secondo la propria volontà e farsi trasportare dalle cose senza prendere le redini della propria vita, per arrivare a situazioni che forse non si volevano: le due anime gemelle, Elio ed Oliver, non vivranno assieme perché entrambe prenderanno le vie della vita e non sceglieranno come vivere la vita. C'è da aspettarsi un seguito meno abulico!

  • User Icon

    Luli

    22/09/2018 06:09:17

    Sarò controcorrente ma per me questo libro non è un capolavoro della letteratura, né la storia mi sembra tanto originale e insolita. Una storia d'amore omosessuale che non può essere vissuta alla luce del sole, alcuni personaggi di contorno abbastanza inutili, insomma nulla di particolare. Una lettura non eccezionale, libro nella media che ha sicuramente trovato il successo grazie al film di Guadagnino.

  • User Icon

    Davide

    21/09/2018 12:48:37

    Aciman non racconta il sesso, ma la ricerca dell'amore e, inevitabilmente, della propria sentimentalità.

  • User Icon

    Roberta

    21/09/2018 09:56:55

    Avevo visto il film di Luca Guadagnino al cinema, con la pregevole sceneggiatura di James Ivory, e mi era piaciuto molto e quindi ho deciso di leggere anche il libro da cui è stato tratto: lungo, troppo lungo, spesso ripetitivo, esasperante, è godibile solamente dalla terza parte in poi. In questa storia di un amore non convenzionale vissuto da Elio e Oliver verso la fine degli anni 80 si salva la scrittura raffinata e l’ambientazione.

  • User Icon

    Virgilio

    21/09/2018 08:52:05

    Non è facile per me parlarvi di questo libro. Qualsiasi cosa dica sarebbe troppo superfluo. È un libro meraviglioso. Non conoscevo Aciman e devo ammettere che mi ha recato un po’ di problemi durante la prima parte, l’introspezione è stata così intensa che mi immedesimavo nei personaggi. Io ero Elio. Una storia toccante, struggente, ma che fa riflettere. Siamo negli anni ‘80 e non è facile, così come non lo è nemmeno oggi, vivere con un gusto diverso dagli altri. Ma questo romanzo non parla solo di questo: è un percorso di vita, affrontato anche dagli altri personaggi, posto a 360 gradi. Davvero bello! Consigliato!

  • User Icon

    Alessio

    21/09/2018 07:54:57

    Un amore che nasce si nutre di sentimenti più profondi e poi sembra destinato a morire. La potenza del primo amore è espressa in modo magistrale tra le pagine di questo libro. Lettura adatta agli animi sensibili. Lo rileggerò a breve per cogliere altre sfumature. Veramente molto bello.

  • User Icon

    Valentina

    20/09/2018 16:19:10

    Vorrei riuscire a parlarvi a lungo di questo libro perché mi ha spezzato il cuore, mi ha fatto innamorare, mi ha devastata, mi ha emozionato. Ma io credo che per apprezzarlo così tanto, come ho fatto io, dobbiate leggerlo. Solo così potrete capire che gioiello è e che storie così non si leggono spesso. Elio e Oliver e il loro amore è la forza di “Chiamami col tuo nome”. Struggente, passionale, intimo. Un vero capolavoro. Unica pecca: ho trovato la parte su San Clemente un po’ noiosa e inutile ai fini della storia.

  • User Icon

    Caterina

    20/09/2018 09:12:27

    Libro magnifico, denso di emozioni e paesaggi incantevoli. Ciò che rende questo libro speciale è il peso attribuito alle parole, poiché anche una singola parola può dare infinite emozioni.

  • User Icon

    edda

    20/09/2018 08:46:51

    Il libro più bello che ho letto quest'anno. Il fatto che sia scritto in maniera introspettiva ti fa vivere tutte le emozioni del protagonista come fossero le tue. Tutti dovrebbero leggerlo specialmente per il modo in cui riesce a descrivere in maniera così universale il sentimento del primo amore.

Vedi tutte le 91 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
Indice

I. Se non dopo, quando?

II.La collina di Monet?

III. La sindrome di San Clemente

IV. I luoghi dello spirito