Chiamami col tuo nome

André Aciman

Traduttore: V. Bastia
Editore: Guanda
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 14/02/2018
Pagine: 271 p., Brossura
  • EAN: 9788823517578

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Moderna e contemporanea (dopo il 1945)

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,45

€ 17,00

Risparmi € 2,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Claudio

    11/06/2018 11:07:52

    Mostruosamente sopravvalutato, dico non dico, penso non penso, faccio non faccio...un mix tra i dolori del giovane Werther, un porno-soft e la lentezza di un classico russo. La lettura si trascina faticosamente e alla fine non resta granchè se non la celebrazione "dell'amore totale" dell'adolescente, immaturo e confuso per il"suo" Oliver. Bah

  • User Icon

    Stefania

    30/05/2018 09:18:45

    Ho iniziato a leggere questo romanzo nel periodo in cui stavo scrivendo la tesi di laurea, un periodo in cui ero mentalmente stanca, piena di pensieri e preoccupazioni per la buona riuscita di questa triennale tanto sudata. E' forse stato il momento migliore in cui potessi buttarmi in questa storia. Una premessa. Qualche tempo prima mi ero già imbattuta nel film americano già in circolazione e già mi aveva appassionata. La mia curiosità mi ha portato a voler leggere il libro verso gennaio, quando in Italia usciva nelle sale il film. Da qui la mia idea di comportarmi in questo modo: dopo aver visto il film in inglese, leggere il libro e poi rivedere il film in lingua italiana. E così è stato. Tante le analogie e differenze incontrate durante la lettura, tra il film e il libro; tanti i sorrisi comparsi sul mio volto quando, durante la lettura, riconoscevo parti del film già viste. E' un libro che mi ha molto appassionato, è il mio preferito in assoluto fino ad ora. Mi ha permesso di vedere con occhi diversi l'amore, la reazione che ogni famiglia dovrebbe avere davanti a questa novità, l'amore di due genitori verso il figlio che sta crescendo e sta scoprendo cose nuove, l'amicizia tra i due protagonisti che poi ha portato a qualcosa di più. Questo romanzo mi ha trasportato in un mondo parallelo, senza pregiudizi, senza pensieri, senza preoccupazioni, soltanto un amore puro e giovane. Anche la scrittura dell'autore ha aiutato nel trasporto verso questo altro mondo. Consiglio a tutti la lettura di questo romanzo, perché confido nel fatto che ognuno interpreterà questo amore e questa storia in modo diverso, e leggendo, scoprirà qualcosa che rispecchia un particolare momento della propria vita.

  • User Icon

    Gianni

    30/05/2018 08:34:58

    Avevo letto il libro parecchi anni fa e sinceramente m'era piaciuto, nel suo insieme non l' avevo trovato ne lento, ne scontato, anzi quei tipici libri che vorresti essere tu a scrivere la parola fine. Ovviamente a tanti non piacerà, ma si sa che è ovvio. Questione di gusti. Poi è uscito il film e al momento il titolo non mi diceva niente, poi leggendo la trama l'ho subito riconosciuto. L'ho visto. Mi è piaciuto quanto il libro, dove, come tanti hanno scritto non ho trovato ne lentezza ne luoghi comuni. Il film è bello e lo consiglio. Tuttavia sono convinto che l'essenza, il messaggio del film sta tanto in quegli ultimi 6/7 minuti alla fine nel dialogo tra padre e figlio. Ammettiamolo in quelle parole ci ritroviamo un po' tutti.

  • User Icon

    Theo

    30/05/2018 07:01:03

    La terza è quarta parte del romanzo sono le migliori, quando subentrano i ricordi e la vita scorre via e si ritrovano vent'anni dopo con esperienze diverse, con famiglia diversa ma sempre con il sottofondo di avere, in pochi giorni, vissuto la parte migliore, unica, importante della loro vita. La moglie, I figli adolescenti, le ceneri del padre.... Confesso la mia debolezza: ho pianto

  • User Icon

    Attilio Alessandro Bollini

    29/05/2018 05:15:50

    Non ho visto il film (non vado mai al cinema, purtroppo) e mi aspettavo molto da questo libro. Purtroppo è di una lentezza esasperante ed anche il secondo capitolo, che è un po' il meno lento ed il più esplicito, ti fa venire a noia! Troppo, troppo pieno di masturbazioni mentali, di detto e non detto, di frasi costruite ad effetto. Una noia mortale! Sono a metà del libro.... a Dopo!

  • User Icon

    Roby

    26/05/2018 21:06:19

    Quando leggevo la prima parte credevo fosse un prodotto di marketing. É prolissa e lenta. Dalla seconda parte non riuscivo a fare a meno di leggere. É bellissima la descrizione dei flussi di pensiero, l'autore é stato in grado di verbalizzare questa introspezione e tormento. Bellissime le descrizioni delle giornate estive, l atmosfera dei pomeriggi assolati...mi ha riportato indietro nel tempo. Lo consiglio sicuramente.

  • User Icon

    Giulia Fede C.

    15/05/2018 17:45:01

    Bellissimo, l'ho scoperto dopo il film, e mi è piaciuto immensamente di più.

  • User Icon

    Fabiana

    08/05/2018 14:39:44

    Un libro che fin dalla prime pagine risulta ripetitivo e noioso. Raramente abbandono la lettura di un libro ma in questo caso non sono davvero riuscita a leggerlo.

  • User Icon

    Ruggero Camurri

    26/04/2018 10:29:45

    No, a mio parere non è un capolavoro. Si legge volentieri ma non è un capolavoro. La narrazione sembra volere suggerire, attraverso le discordanze di attrazione e respingimento, mascheramento e svelamento, equivoci e chiarimenti, speranze e delusioni, l'incertezza interiore dei protagonisti nel lento avvicinamento alla realtà del loro desiderio, ma la scrittura non è all'altezza e non procede in crescendo bensì contrapponendo parti che rendono abbastanza bene il tumulto interiore ad altre nelle quali questo senso semplicemente si disperde. La storia ha qualche elemento di fascino, soprattutto l'immagine dell'adolescente che cela la debolezza con un narcisismo pseudo intellettuale, ma è zeppa di stereotipi. Comunque il film è peggio.

  • User Icon

    n.d.

    31/03/2018 15:58:01

    Emozionante, autentico, profondo. L'ho adorato!

  • User Icon

    Claudia

    30/03/2018 14:30:41

    Una meravigliosa storia d'amore tra Esseri Umani.

  • User Icon

    andrea

    28/03/2018 11:36:15

    io non capisco tutto il successo avuto da questo libro. intanto è inutilmente lungo (con metà delle inutili pippe mentali che si fa il protagonista il racconto sarebbe stato uguale) e poi ,non per sembrare cinico o bigotto, ma sinceramente a me ha ricordato una versione gay meno spinta dell'orrendo "100 colpi di spazzola" (che ha sua volta era un pessimo plagio de "le età di lulù"). delusione totale, dalle recensioni mi aspettavo tutt'altro.

  • User Icon

    angelo

    25/03/2018 14:47:27

    Ingredienti: un 24enne americano in vacanza in Italia, un 17enne padrone di casa incantato dall’ospite, un’estate indimenticabile fatta di corse, nuotate, letture, dialoghi e silenzi, un’attrazione inarrestabile tra timori, contatti intimi, distacchi e riavvicinamenti. Consigliato: a chi vuole tornare ai propri amori e vacanze estive da adolescente, a gli stranieri innamorati dell’Italia.

  • User Icon

    Stefano76

    12/03/2018 08:10:03

    uno dei libri più belli letti negli ultimi anni

  • User Icon

    Dal mio BLOG erigibbi.it

    06/03/2018 10:59:44

    Ho iniziato a leggere questo romanzo con le più grandi aspettative e con enorme curiosità, un po’ influenzata dalle numerose opinioni positive lette praticamente ovunque. Mio malgrado non ne sono rimasta particolarmente affascinata. Ma andiamo con ordine. Per gli amanti come me dei libri con capitoli, se brevi anche meglio, storcerete un po’ il naso trovando un romanzo diviso in quattro grandi parti. Nessun capitolo. Ma poco male se il romanzo è bello. La parte iniziale di questo romanzo l’ho trovata particolarmente lenta e prolissa. Infatti nell’intera prima parte saremo spettatori di un’infinità di elucubrazioni mentali, meditazioni e ansie varie del protagonista. Pensieri, tra l’altro, che rimangono più o meno invariati dall’inizio alla fine di questo primo lungo capitolo: la paura che gli altri capiscano quello che prova e la paura che Oliver invece non capisca i suoi veri sentimenti. Con la seconda parte la situazione decolla e la storia tra i due ragazzi prende forma. Qua la narrazione è sicuramente più coinvolgente, sono riuscita ad entrare molto più nella storia e a provare le emozioni che Aciman descrive, emozioni a volte contrastanti e forti, tipiche di una storia d’amore potente e travolgente. Avrei adorato molto la storia d’amore tra Elio e Oliver se non fosse che puntualmente, quando entravo in empatia con i personaggi e provavo queste forti emozioni, mi ritrovavo senza rendermene conto in una scena dal dubbio buon gusto e totalmente inutile al racconto. E non correte a conclusioni affrettate, le scene che più mi hanno disturbato non sono quelle relative agli incontri sessuali tra i due giovani. Tutto questo mi ha rovinato e non poco la lettura. Tante volte mi sono chiesta perché? Perché inserire scene così brutte in una storia altrimenti così bella? Arrivando alle ultime due parti, si ritorna alle lunghe riflessioni, a discorsi filosofeggianti di diversi nuovi personaggi che però non portano a niente se non quello di [recensione completa sul blog]

  • User Icon

    Ada

    27/02/2018 20:28:15

    Cronaca di un primo amore. Forte, passionale, delicato, nostalgico, romantico... è tutto questo e molto di più. Bellissimo!

  • User Icon

    Valentina

    27/02/2018 14:13:42

    Film e libro, due capolavori assoluti!!!

  • User Icon

    Valentina

    15/02/2018 11:40:39

    C A P O L A V O R O! ! !

  • User Icon

    Renzo

    12/02/2018 12:04:23

    Personalmente mi aspettavo di meglio. Pagine e pagine di "solo" pensieri e "fantasie",pochi dialoghi.. A mio modesto parere anche la storia,seppur particolare,non è avvincente cioè manca di quel brio e di quella suspense che ti fa venire voglia di continuare a leggere. Nel complesso un discreto libro,nulla più.

  • User Icon

    francesca ferrari

    08/02/2018 10:43:40

    un libro sorprendentemente affascinante. Voto 5/5

Vedi tutte le 55 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione
Indice

I. Se non dopo, quando?

II.La collina di Monet?

III. La sindrome di San Clemente

IV. I luoghi dello spirito