Child 44. Il bambino n. 44

Child 44

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Child 44
Paese: Stati Uniti
Anno: 2014
Supporto: DVD
Salvato in 16 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 7,01 €)

La crisi di coscienza dell'agente segreto della polizia sovietica, Leo Demidov, che si ritrova a perdere prestigio, potere e la propria casa quando si rifiuta di denunciare sua moglie, Raisa, rea di essere una traditrice del regime. Esiliati da Mosca e costretti a trasferirsi in un lugubre avamposto provinciale, Leo e Raisa si alleano con il generale Mikhail Nesterov nel tentativo di risalire all'identità di un efferato serial killer, predatore di ragazzini. La loro ricerca della verità mina l'insabbiamento degli omicidi a livello nazionale, orchestrato da Vasili, psicopatico rivale di Leo, che continuerà a sostenere che "Non ci sono crimini in Paradiso".
3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    vt

    13/08/2020 17:33:18

    Il film di per sé sarebbe anche interessante, dato che affronta vicende poco o per nulla note, come l'Holodomor - dibattuto genocidio del popolo ucraino avvenuto a cavallo tra il 1932 e il 1933 a causa di una spaventosa carestia forse scientemente indotta dalle autorità comuniste o forse almeno in parte causata dalla loro incompetenza - e la repressione staliniana negli anni immediatamente successivi alla seconda guerra mondiale. Al contempo si ispira liberamente agli omicidi perpetrati su donne e bambini tra il 1978 e il 1990 da Andrej Romanovič Čikatilo, meglio noto come il mostro di Rostov. anticipandoli di una trentina d'anni per esigenze sceniche. Tuttavia la trama risulta confusa, a tratti poco credibile ed eccessivamente semplificata, con i protagonisti fin da subito ben distinti, con risultati talora quasi grotteschi, in buoni e cattivi perché lo spettatore, forse considerato dagli autori privo di capacità critica, possa parteggiare per i primi a danno dei secondi. Ovviamente alla fine il bene trionfa e vissero tutti felici e contenti. Bella la fotografia, che ben descrive le cupe atmosfere dell'Unione Sovietica di Stalin. Nel complesso, un'occasione sciupata.

Trasposizione del romanzo omonimo di Tom Rob Smith, un thriller paranoico che combina con efficacia storia e cronaca

Trama
Nella Russia sovietica non esiste il crimine e l'ordine è mantenuto dalla MGB, polizia segreta e paranoica che sospetta tutti e arresta soltanto innocenti. Leo Demidov è un ufficiale efficiente agli ordini del Maggiore Kuzmin che ha deciso di archiviare come incidente la morte di un ragazzino violato e strangolato da uno psicopatico. Perplesso ma adempiente, Leo esegue il suo dovere e il volere del suo superiore. Ma un secondo caso lo convince presto a indagare, trasformandolo da predatore in preda. Le cose a casa non vanno meglio, Raïssa, moglie e insegnante, lo ha sposato per paura e lo disprezza per i suoi metodi. In un clima di terrore crescente, in cui indisturbato agisce un omicida seriale di bambini, Leo e Raïssa scopriranno le falle del Sistema e troveranno un nuovo equilibrio sentimentale.

  • Produzione: Koch Media, 2015
  • Distribuzione: Koch Media
  • Durata: 137 min
  • Lingua audio: Italiano (DTS 5.1);Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers; scene inedite in lingua originale: B-roll; interviste; speciale: "Riflessi di storia"
  • Gary Oldman Cover

    "Propr. Leonard G. O., attore e regista inglese. Talento precocissimo, all’apice di una carriera teatrale sfolgorante, approda al cinema con un personaggio difficile come quello di Sid Vicious, leader dei Sex Pistols dall’esistenza borderline nel lisergico Sid e Nancy (1986) di A. Cox. Non lo spaventano i ruoli scabrosi (il commediografo omosessuale di Prick up - L’importanza di essere Joe, 1987, di S. Frears), come pure quelli ambigui (Rosencrantz in Rosencrantz e Guildenstern sono morti, 1990, di T. Stoppard), affrontati con recitazione aggressivamente istintiva, e la sua presenza magnetica nobilita piccoli gangster-movies come Stato di grazia (1990) di P. Joanou o noir bislacchi come Triplo gioco (1993) di P. Medak. Affascinante e sensuale signore delle tenebre nel barocco Dracula di Bram... Approfondisci
Note legali