Categorie
Curatore: R. Chiesa
Editore: EDT
Anno edizione: 1990
Pagine: 296 p., ill.
  • EAN: 9788870630817
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 24,65

€ 29,00

Risparmi € 4,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

25 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

FACCHIN, GUIDO, Le percussioni

BAINES, ANTHONY, Gli ottoni

AA.VV., La chitarra, Edt

AA.VV., Il clavicembalo
recensione di Campogrande, N., L'Indice 1994, n. 4

Gli interpreti, innanzitutto. Poi i direttori d'orchestra, i musicologi, i compositori. Sono i possibili lettori dei testi dedicati a strumenti musicali apparsi nella collana "I manuali" che la Edt pubblica sotto il patrocinio scientifico della Società Italiana di Musicologia. A loro qui mi rivolgo, provando a indicare la diversa fruibilità di ciascun volume ma serbando un dichiarato occhio di riguardo per i compositori; perennemente in cerca di libri che li aiutino a conoscere vecchie e nuove tecniche strumentali.
Il manuale più riuscito è indubbiamente quello sulle percussioni. Non ha eguali per completezza e ricchezza delle informazioni e ha un taglio espositivo che lo rende prezioso per tutti i lettori ipotizzati sopra. Circa duecento strumenti sono descritti, fotografati e indicati con i diversi nomi dialettali e internazionali. Per quasi tutti viene riportato almeno un esempio musicale che ne chiarisca la grafia e l'utilizzo, e ogni paragrafo viene chiuso indicando i possibili effetti sonori, tradizionali e no. Le appendici sulla notazione nel suo complesso e sulla disposizione degli strumenti, insieme a una ricca bibliografia e discografia, completano il volume. Lieve svantaggio, che si sarebbe potuto evitare facilmente, è l'assenza di un indice analitico (esiste un elenco alfabetico degli strumenti citati ma senza il corrispondente numero di pagina).
Sempre con la composizione nel cuore, una possibile graduatoria di meriti prevede un secondo posto per li testo sulla chitarra. L'argomento è certo meno scoppiettante, la tipologia senz'altro meno ricca, ma gli autori riescono a riunire quattro sezioni comunque interessanti. Più dell'organologia e dell'excursus su metodi e trattati, al compositore interessa naturalmente la parte dedicata alla notazione, molto ben organizzata da Angelo Gilardino, e, in subordine, qualcosa di quella relativa alla diteggiatura (curata da Ruggero Chiesa), che è invece ovviamente preziosa per gli interpreti. Anche qui sono numerosi e appropriati gli esempi musicali, appoggiati anche da un gran numero di tavole fuori testo.
Il clavicembalo è invece oggetto di un manuale che muove "verso un unico obiettivo: l'interpretazione della musica antica". I quattro capitoli ("Organologia", "Accordatura", "Notazione", "Diteggiatura") sono dunque funzionali allo scopo e legano a corda doppia informazioni storiche e nozioni pratiche. Indubbiamente utile per i clavicembalisti, ma interessante anche per il musicologo e lo studioso di acustica.
Gli ottoni, infine, godono di una trattazione organologica di ampio respiro, costantemente collegata con l'evoluzione dello stile e della pratica musicale. Il libro è utile per l'interprete e per il musicologo.

Articolato in quattro sezioni (Organologia, Notazione, Diteggiatura, Metodi e Trattati) il manuale si avvale del contributo di alcuni tra i più autorevoli studiosi della materia. Nell'ordine sono qui analizzati: i processi costruttivi della chiatrra dal Rinascimento ai giorni nostri; il percorso della notazione chitarristica dalla stesura stenografica settecentesca sino alla complessa simbologia introdotta dai compositori contemporanei; la diteggiatura illustrata con esempi musicali tratti dai brani più importanti del repertorio didattico e concertistico; infine un esauriente panorama dei Metodi e Trattati che hanno costruito nei secoli la storia della didattica di questo strumento.