Il cigno - Gudbergur Bergsson - copertina

Il cigno

Gudbergur Bergsson

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: S. Cosimini
Editore: Il Saggiatore
Collana: Scritture
Anno edizione: 2001
Pagine: 157 p.
  • EAN: 9788842808329
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 18,60

€ 19,50
(-5%)

Venduto e spedito da Multiservices

Solo una copia disponibile

spedizione gratuita

Quantità:
LIBRO

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 6,49 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Allontanata dalla sua città natale sulla costa e dai suoi genitori come punizione per alcuni furtarelli, una bambina di nove anni viene "esiliata" in campagna in una sperduta fattoria. La bambina non riesce a sentirsi davvero a suo agio con la famiglia che la ospita: né con i genitori né con la loro figlia, alle prese con la decisione di sottoporsi ad un aborto. Solo il bracciante che lavora nella fattoria le presta attenzione, varcando spesso i confini tra paternalismo e un più sinistro interesse sessuale. L'impatto con questo mondo è forte, ogni cosa le appare ostile e crudele, come quel cigno che, per difendere i suoi piccoli, uccide davanti ai suoi occhi un agnello.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
0
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    susanna bottini

    31/01/2013 17:03:26

    Sono una persona che legge oltre 50 libriall'anno, di narrativa qualcosina ci capisco, in particolare di cose nordiche. Questo racconto è tra i peggiori mai avuti per le mani; la storia di per sè, nelle intenzioni, sarebbe originale. Ma la prosa è pessima, scarna e traballante anche dal punto di vista lessicale, la lettura è faticosa e costringe a fare uno sforzo per capire dove si voglia andare a parare ( e questo la dice già lunga, si vede subito quando un autore non riesce a fare la cosa sola che gli si chiede: raccontare una storia), inoltre la vicenda, che tratta di una bambina inviata per punizione a vivere per un po' in una fattoria isolata dopo aver commesso un furtarello, è frequentemente costella ta di fastidiosissime (vista l'età della protagonista) quanto inutili e volgari allusioni sessuali. In breve, soldi buttati e tempo sprecato. Incredibile che si pubblichino e addirittura si traducano porcherie vere e proprie di questo tipo.

Note legali