La Cina. Vol. 2: Dalla guerra franco-cinese alla fondazione del Partito comunista cinese (1885-1921).

Jean Chesneaux,Marianne Bastid,Marie-Claire Bergère

Traduttore: D. Mamo
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1973
In commercio dal: 01/01/1997
Pagine: IX-323 p.
  • EAN: 9788806400309

€ 7,90

€ 9,30

Risparmi € 1,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 
 

Questa storia della Cina moderna diretta da Chesneaux non si segnala soltanto per il rigore critico, l'efficacia della sintesi e la ricchezza dell'informazione. Alcuni dei temi che affronta, come la nascita, del capitale burocratico e il potere dei «signori della guerra», sono fenomeni che possono essere considerati d'attualità, poiché si ritrovano nei paesi a regime neocolonialista, di cui la Cina dell'800 è il primo esempio.Questo secondo volume va dalla guerra franco-cinese nel 1885 alla fondazione del PCC, nel 1921: esso comprende dunque la rivolta dei Boxers, la caduta della dinastia manciú, lo sviluppo del Movimento del 4 maggio, che mette sotto accusa l'insieme della vecchia cultura. Il peso crescente dell'imperialismo e le spinte del movimento nazionale, la «modernizzazione» superficiale e la continuità del secolare antagonismo fra contadini e proprietari terrieri maturano le condizioni storiche che preparano la rivoluzione cinese del XX secolo e il successo del comunismo a partire dal 1949.