Categorie

Raffaele Oriani, Riccardo Staglianò

Editore: Chiarelettere
Collana: Principioattivo
Anno edizione: 2008
Pagine: 236 p. , Brossura
  • EAN: 9788861900479
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    michele68

    27/01/2009 12.19.35

    Leggendo mi è venuto in mente un paragone, forse un po’ ardito: trovo che “Gomorra” (citato suo malgrado, peraltro) sia reciproco a questo libro, come se fossero Yin & Yang. Lontano dall’essere un surrogato di “Storia della Cina” di Sabattini&Santangelo, oppure simile a “Viaggio in Italia” di Piovene, tende soprattutto a sfatare o ridimensionare i luoghi comuni che circolano nel nostro paese sugli immigrati cinesi, al tempo stesso ci invita a esaminare vari aspetti: sociologici, economici, etc; accennati a vario titolo nel libro. Mi spiace per chi si aspettava di trovarci altre informazioni: fatta la dovuta tara, ciò che ho letto è più che sufficiente per una personale riflessione, non ho colto ambizioni a segnalare fenomeni che non siano già percepiti o a proporre soluzioni miracolose, salvo constatare, in un crescendo, la evidente e peculiare diversità tra gli ormai più che stanziali (pigri?) italiani e i mobilissimi, se non addirittura fuggevoli, cinesi, così profonda da farmi fortemente dubitare nella possibilità di qualche mera integrazione. In TV ho colto al volo una rapida (appunto!) apparizione di Steven Lou intervistato da Pif, il VJ/Jena di MTV, che ha dedicato una puntata dei suoi reportage all’edizione di Miss China in Italy 2008. Bel libro, dove si alternano pagine quasi deamicisiane e pagine di “spietato spirito commerciale”: questo è il business, bellezza.

  • User Icon

    wuojiao

    06/12/2008 18.16.47

    Sono una cinese che per mia fortuna non morirò mai. Ho letto libro che parla di mio popolo, ma non ho trovato cose interessanti. Chi scrive ha letto storie di cinesi, ma non conosce cinesi. Pensavo di dover fare mie congratulazioni agli autori ma sono delusa.

  • User Icon

    elisa

    24/10/2008 12.56.29

    La suddivisione geografica del tema sui cinesi in italia lo rende ripetitivo e poco interessante. Sicuramente sarebbe stato più utile capire globalmente l'integrazione culturale che sta avvenendo tra cinesi e italiani nei diversi aspetti della vita. Ciò che manca è anche l'osservazione profonda dell'elemento antropologico cinese. Mi chiedo: quanto veramente ne sanno gli autori dei cinesi in italia e non? Al di là degli aneddoti...

  • User Icon

    Max

    07/09/2008 16.49.07

    La sensazione di leggere un deja vù; un come eravamo in Italia, quando anni fa, l'Italia era la "Cina" d'Europa. Per me, sicuramente da leggere.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione