Categorie

Ciò che non possiamo sapere. Avventure ai limiti della conoscenza

Marcus Du Sautoy

Traduttore: C. Capararo, D. Didero
Editore: Rizzoli
Collana: Saggi stranieri
Anno edizione: 2016
Pagine: 520 p., ill. , Rilegato
  • EAN: 9788817088947

13° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Scienze, geografia, ambiente - Argomenti d'interesse generale - Impatto della scienza e della tecnologia sulla società

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 18,70

€ 22,00

Risparmi € 3,30 (15%)

Venduto e spedito da IBS

19 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Indice

Confine zero: le incognite note

Primo confine: il dado da casinò
I. Capitolo 1
II. Capitolo 2

Secondo confine: il violoncello
I. Capitolo 3
II. Capitolo 4

Terzo confine: il barattolo dell'uranio
I. Capitolo 5
Capitolo 6

Quarto confine: l'universo ritagliato
I. Capitolo 7
II. Capitolo 8

Quinto confine: l'orologio da polso
I. Capitolo 9
II. Capitolo 10

Sesto confine: il chatterbot
I. Capitolo 11
II. Capitolo 12

Settimo confine: il cracker natalizio
I. Capitolo 13
II. Capitolo 14

Ringraziamenti
Note
Crediti delle illustrazioni
Altre letture
Indice dei nomi e dei luoghi

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    luciano

    19/07/2017 17.32.01

    Si può stabilire un confine alla conoscenza? C'è un limite oltre al quale alla scienza è impedito ogni tipo di indagine? La scienza può conoscere tutto? L'autore, che insegna matematica, è molto ottimista; ciò che oggi non si può conoscere, un domani lo si potrà conoscere. Infatti nel 1835 Auguste Comte affermava: " non saremo mai in grado di studiare, in alcun modo, la composizione chimica delle stelle e la loro struttura mineralogica". Per Comte questa era una frontiera invalicabile e invece, la scienza, con la spettrofotometria di emissione ha individuato gli elementi chimici che si trovano sulle stelle. L'autore ritiene che sono proprio le cose che non conosciamo a costituire la forza propulsiva della scienza. Il libro è il racconto del lavoro che gli scienziati hanno fatto fino ad oggi, ma è anche il racconto delle sfide che si trovano ad affrontare: cos'è la coscienza? Il tempo esisteva prima del Big Bang? Esistono universi paralleli?... Scrive l'autore: " Ciò che non possiamo conoscere è una cosa che non potremo mai sapere, proprio perché è difficilissimo escludere la possibilità di nuove idee che potrebbero ricondurre ciò che è ignoto nel regno di ciò che è noto ( come nel caso di Comte e della scoperta della materia di cui sono fatte le stelle). " Libro scientificamente ricco e approfondito.

Scrivi una recensione