Categorie

La città che dimenticò di respirare

Kenneth J. Harvey

Traduttore: A. Montrucchio
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2006
Pagine: 529 p., Brossura
  • EAN: 9788806180317
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 12,38

€ 16,50

Risparmi € 4,12 (25%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

€ 8,91

€ 16,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    antorizz

    14/01/2010 17.48.20

    Di una noia mortale come pochi, il tutto confezionato in una traduzione che mertiterebbe l'ergastolo per attentato al fegato degli sventurati lettori che ahimè, si sono imbattuti in questo libraccio.

  • User Icon

    Giovanni

    05/01/2010 16.01.26

    Ho finito di leggere il libro per sfida personale. Potenza degli autori dei risvolti di copertina che invogliano a leggere questo romanzo piuttosto scarso. Parte bene, si arena quasi subito con una dispersività incredibile, presenta personaggi inutili all'economia del romanzo che alla fine non sappiamo dove vanno a finire. Le descrizioni dei personaggi sembrano portare il romanzo su un genere "Kinghiano" salvo poi deviare l'attenzione del lettore su tutt'altro. La vecchietta Miss Laracy parla un dialetto abruzzese stretto che dà a tutta l'opera un senso di grottesco. Una delusione.

  • User Icon

    petalocremisi

    22/09/2008 15.36.25

    voglio commentare questo obbrobbrio ora che ho sono arenato a pag.425. il libro lo finirò per sfida ma devo dire che era da tempo immemore che non m'imbattevo in una scirttura pesante, ampollosa, inconcludente e dispersiva come questa. la trama inoltre è appesantita dai troppi e continui voli pindarici (rectius: marini) dell'autore il quale, e spero che non sia opera sua, deve fare i conti anche con un personaggio ricorrente che parla in uno stretto dialetto abruzzese che non facilita di certo la discorsività di un periodare troppo lungo. la sensazione che trasmette questo romanzo è di labirintica dispersione del proprio senso di equilibrio. voto 2/5

  • User Icon

    Ros

    20/02/2008 17.06.47

    Uno dei libri più noiosi che mi sia capitato di leggere. Anzi, di tentare di leggere. Dopo un centinaio di pagine non c'era segnale di miglioramento. Ho desistito. Peccato, perchè dopo aver letto la trama sul risvolto della copertna ero convinta di trovarmi di fronte una trama sicuramente originale e intrigante.

  • User Icon

    Laura

    07/02/2008 04.46.34

    1 è un voto troppo basso per un romanzo ben architettato e ben strutturato come questo...però ragazzi, che noia! sono arrivata alla fine e ancora non ho capito dove voleva arrivare!

  • User Icon

    paola

    23/03/2007 09.59.56

    Potere della critica!Le recensioni positive mi hanno indotto all'acquisto di un libro praticamente illeggibile.Mentre è passata sotto silenzio la pubblicazione da parte di Passigli dello splendido "Il lato oscuro" di Rupert Thomson. Purtroppo.

  • User Icon

    lhl

    20/03/2007 15.30.12

    genere fantasy, in definitiva. mi sono piaciuti i personaggi, ben profilati ed approfonditi, l'ambientazione e l'atmosfera. un poco di meno alcuni aspetti troppo fantasiosi e un poco forzati, tipo le trasformazioni repentine di joseph e claudia. ne esco senza nostalgie e con un poco di repulsione per i pesci ma, comunque, attendo sia il film che altri testi di harvey.

  • User Icon

    elix

    12/02/2007 15.42.03

    ho comprato questo libro non perche' me ne avevano parlato, ma perche' la trama sembrava avvincente e la copertina e' bellissima. sono rimasta tutto il tempo con il fiato sospeso in attesa che succedesse qualcosa di strabiliante ma....la fine mi e' risultata a dir poco incomprensibile! scritto bene, non c'e' che dire, e' anche abbastanza coinvolgente, ma e' il finale che lascia molto a desiderare...

  • User Icon

    Morena

    17/10/2006 09.35.46

    Delizioso il personaggio di miss Laracy e originale il suo linguaggio abruzzese; uno stile da romanzo d'autore che,in alcune parti, mi ricorda Lowecraft.

  • User Icon

    miadidoele

    15/10/2006 10.23.21

    Evitatelo con cura. Irritante. Inconcludente.Incomprensibile.Deludente. Fiacco. L'unica cosa positiva è la copertina.

  • User Icon

    ilMario

    13/09/2006 23.51.53

    Un romanzo pasticciato e inconcludente: una trama confusa e povera, riempita a forza con scene e personaggi misteriosi di cui nemmeno alla fine del libro si capisce il perchè: pesci che volano o che escono dalla pancia delle persone, miniature di ceramica buttate nel mare, cani neri, squali albini, fate e disegni premonitori... per non parlare di tutti quei cadaveri e spiriti che non si sa bene cosa combinino. Il tutto lentissimo e farcito di sentimentalismo patetico, con un finale buonista in cui l'unico messaggio che emerge sembrerebbe essere una sterile critica alla modernità. Insomma un minestrone che non sa di nulla, una perdita di tempo.

  • User Icon

    Simone

    03/09/2006 17.26.15

    Faticosissimo!!! Incuriosisce, intriga a volte per le atmosfere, ma per il resto mi sembra un libro un po' pretenzioso e sicuramente troppo lungo e verboso. Non mi accanirei particolarmente con la scelta dell'abruzzese: il problema c'era, non so come lo si sarebbe potuto risolvere altrimenti. Spero che risulti migliore il film che vi verrà tratto. W i classici, che non ti tradiscono mai!!!

  • User Icon

    Marvy

    16/07/2006 17.37.47

    Ho aspettato un chiarimento o un'evoluzione della storia per 522 pagine per arrivare alla fine e scoprire che è una storia senza capo nè coda: non si capisce chi sono i personaggi reali e chi gli spiriti, qual è il messaggio finale. Deludente senza dubbio! La scelta del dialetto abruzzese è poco azzeccata perchè rallenta e rende ostica la lettura.

  • User Icon

    unalaura

    13/07/2006 11.40.29

    A 520 non si capisce dove vuole parare. Fantasmi,ma non si capisce se è fantasma il cane la donna la bambina il padre tutti...nessuno. Morti sulla spiggia vecchi di secoli ma ben conservati, spiritelli ambrati che cercano la loro discendenza... Una signora di Terranova che parla abruzzese. Lo tzunami provocato di morti e dai foni a microonde... da evitare con cura!

  • User Icon

    cinzia

    05/07/2006 16.57.07

    deludente....ho aspettato per tutte le sue lunghissime 523 pagine che succedesse qualcosa...e quando è successo è stata una vera delusione!!!complimenti alla traduttrice per la scelta dell'abruzzese:simpatica e originale!

  • User Icon

    Motoskipho

    03/07/2006 23.08.09

    Spinto dalle ottime recensioni ho letto questo libro e ne sono rimasto piuttosto deluso. Vorrebbe avere ambizioni metafisiche ma non decolla nemmeno come fantascienza. Prolisso e in definitiva assai vacuo, ha un finale banale e didascalico. La traduzione del dialetto di Terranova con l'abruzzese è del tutto fuori luogo ed è talmente caratterizzante da decontestualizzare i personaggi. Chissà, ma forse questo sarà uno dei pochissimi casi in cui il film che ne sarà tratto potrà risultare migliore dell'originale.

  • User Icon

    Lorenzo

    22/06/2006 19.12.13

    Un libro che emoziona e colpisce per la sua originalità. Io, la scelta del dialetto abruzzese, l'ho trovata geniale e divertente. I personaggi hanno tutti uno spessore molto buono.

  • User Icon

    geo

    19/06/2006 16.00.25

    carino ma c'è sempre la sensazione che spicchi il volo verso vette più alte e invece...manca qualcosa, il finale sembra un po' affrettato e buonista. Personalmente non ho gradito nemmeno la scelta lingustica del dialetto abruzzese per i dialoghi dei personaggi: lo trovo difficile da seguire e troppo calcato, forzato. Non so quale soluzione sarebbe stata migliore, ma questa non mi ha convinto per nulla.

  • User Icon

    M.Pilar

    18/06/2006 19.19.18

    Mi trovo quasi alla fine della lettura di questo libro e devo dire che fin'ora mi è piacciuto abbastanza e aprezzo le descrizioni e la narrazione dell'autore. Ho letto che stanno preparando il film tratto da questo racconto..... senz'altro sarà originale quanto il libro.

  • User Icon

    Daffo

    14/06/2006 14.38.55

    Abbastanza deludente, troppa carne al fuoco e un messaggio moralistico e scontato.

Vedi tutte le 23 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione