La città delle donne di Federico Fellini - DVD

La città delle donne

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 1980
Supporto: DVD
Vietato ai minori di 14 anni
Salvato in 14 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 9,43 €)

Un esploratore arriva sul pianeta delle donne e trascrive sul proprio diario di bordo tutte le fantastiche, colorate, sensuali avventure e i personaggi, ovviamente femminili, che di volta in volta incontra.
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Veronica

    11/03/2019 08:52:05

    Fellini dà vita alla sua personale lanterna magica imbastendo con altre parole una (sua) filosofia già ascoltata (e in meglio) in altri film, ma tuttavia l’amore per la Donna e il cinema, per le forme femminili e le forme del cinema che possono raccontarla è così accesa e barocca che è impossibile sottrarsi allo spettacolo, alla visionarietà dell’occhio riminese. Il miscuglio tra realtà e sogno non raggiunge la simbiosi perfetta di 8 ½ e lo scenario appare spesso un po’ appannato, forse viziato dall'autoreferenzialità di Fellini. Ma, quando si tratta di registi di tale calibro, va bene ugualmente.

  • Produzione: Rai Cinema, 2014
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 149 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 1,78:1
  • Area2
  • Federico Fellini Cover

    Federico Fellini cresce in una famiglia piccolo-borghese, la madre casalinga e il padre rappresentante di commercio di generi alimentari. Si iscrive al liceo classico di Rimini. Guadagna i primi soldi come caricaturista realizzando ritratti di attori celebri per il cinema Fulgor di Rimini. La sua attività di disegnatore e caricaturista continua anche negli anni successivi e gli frutta collaborazioni con giornali e riviste, tra cui la Domenica del Corriere e il settimanale fiorentino 420. Nel gennaio 1939 si trasferisce a Roma. Dice di volersi iscrivere alla facoltà di Giurisprudenza ma è solo una scusa perché in realtà è interessato al mondo dell'avanspettacolo e della radio. Conosce Aldo Fabrizi, Erminio Macario e Marcello Marchesi e comincia a scrivere... Approfondisci
  • Marcello Mastroianni Cover

    "Attore italiano. Si accosta al teatro ancora da studente e nel 1948 è notato da L. Visconti, che lo vuole protagonista dell'allestimento di Un tram chiamato desiderio, da T. Williams, e di diversi ulteriori lavori, preminenti rispetto agli esordi cinematografici cominciati con la piccola parte di un rivoluzionario in I miserabili (1947) di R. Freda. I ruoli immediatamente successivi lo vedono giovanotto seducente e gentile (Una domenica d'agosto, 1950; Le ragazze di piazza di Spagna, 1952, entrambi di L. Emmer) in attesa di tarare una promettente caratura drammatica con C. Lizzani in Cronache di poveri amanti (1953) e con L. Visconti in Le notti bianche (1957), da F. Dostoevskij, in cui dà vita a uno dei più struggenti eroi malinconici del grande scrittore russo prestati... Approfondisci
Note legali