La collezione del Miracolo (DVD + Libro) di Elisabetta Sgarbi,Andrés Arce Maldonado - DVD

La collezione del Miracolo (DVD + Libro)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno: 2017
Supporto: DVD
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 20,00

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Palazzo Massimo alle Colonne è uno dei capolavori romani di Baldassarre Peruzzi, che lo realizzò nel 1532. Il nome della collezione deriva dal fatto che il 16 marzo 1583 qui avvenne il cosiddetto "miracolo di San Filippo Neri" che riportò in vita per pochi minuti il figlio del principe Fabrizio Massimo, morto in assenza di sacerdote, e che il santo riuscì a confessare. Per questo motivo il Palazzo viene aperto ancora oggi il 16 marzo di ogni anno ed è noto anche con il nome di "Palazzo del miracolo".
Al secondo piano nobile ha abitato Vittorio Sgarbi per alcuni anni (a lui peraltro si deve il restauro conservativo del Palazzo), così che l'appartamento è diventato per alcuni anni una delle sedi della sua collezione (ora nella Fondazione Cavallini Sgarbi), capace di intrecciare felicemente opere d'arte antica e opere d'arte moderna e contemporanea. E ora questo film e questo libro sono la testimonianza di quella collezione, che è anche testimonianza di vita.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Produzione: Betty Wrong, 2017
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 30 min
  • Lingua audio: Italiano
  • Elisabetta Sgarbi Cover

    Elisabetta Sgarbi è la fondatrice della casa editrice La Nave di Teseo, oltre che  Direttore Generale e Direttore Editoriale. In passato Direttore Editoriale della Bompiani, ha esordito alla regia nel 1999. Ha ideato ed è Direttore Artistico del festival "La Milanesiana. Letteratura Musica Cinema Scienza Arte Filosofia e Teatro". I suoi film hanno partecipato ai più importanti Festival cinematografici: Venezia, Locarno, Cannes, Torino, Roma, Londra, New York.Tra le sue pubblicazioni: La bicicletta incantata. Dove il marmo è zucchero (Bompiani 2007, con Diego Marani), Le nozze nascoste o La Primavera di Sandro Botticelli (Bompiani 2007, con Giovanni Reale), I misteri di Grünewald e dell'altare di Isenheim. Una interpretazione storico-ermeneutica... Approfondisci
  • Vittorio Sgarbi Cover

    Vittorio Sgarbi è un noto critico e storico dell'arte, ha ricoperto altresì vari ruoli  in settori eterogenei, come quello della politica o della televisione. Durante la sua carriera ha curato mostre sia in Italia che all'estero ed è autore di numerosi saggi come Davanti all'immagine (BUR, 1989), Lezioni private (Mondadori, 1996), Il bene e il bello (Bompiani, 2002), L'italia delle meraviglie. Una cartografia del cuore (Bompiani, 2006) e Nel nome del figlio (Bompiani 2012). Del 2014 sono Un capolavoro di Carlo Maratti. Rebecca ed Eliezer al pozzo (Lizea Arte), Il punto di vista del cavallo. Caravaggio (Bompiani) e Il tesoro d'Italia. Gli anni delle meraviglie (Bompiani). Con Michele Ainis è co-autore di La Costituzione e la Bellezza, pubblicato da La Nave... Approfondisci
  • Franco Battiato Cover

    Nato in provincia di Catania, Francesco (detto «Franco») Battiato consegue la maturità scientifica ad Acireale. Il padre era scaricatore di porto a New York, e a seguito della sua scomparsa, il giovane si trasferisce a Roma, e poi a Milano. Di questo periodo Battiato ricorda: «Milano allora era una città di nebbia, e mi sono trovato benissimo. Mettevo a frutto la mia poca conoscenza della chitarra in un cabaret, il "Club 64", dove c’erano Paolo Poli, Enzo Jannacci, Lino Toffolo, Renato Pozzetto e Bruno Lauzi. Io aprivo lo spettacolo con due o tre canzoni siciliane: musica pseudobarocca, fintoetnica. Nel pubblico c’era Giorgio Gaber che mi disse: vienimi a trovare. Il giorno dopo andai. Diventammo amici». Con il compaesano Gregorio Alicata,... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali