Categorie

Giuseppe Tornatore

Editore: Mondadori Electa
Anno edizione: 2014
Pagine: 215 p. , ill. , Rilegato
  • EAN: 9788837098605

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Domenico Aiello

    28/04/2014 17.51.19

    Prima o dopo Tornatore e la sequenza dei baci tagliati,con il racconto della storia della sua realizzazione nel contesto di Nuovo Cinema Paradiso e le locandine con i baci amorevolmente conservati da Filippo Lo Medico si dovevano incontrare e quale migliore occasione che festeggiare i 25 anni dall'Oscar di Nuovo Cinema Paradiso con il bel volume di Giuseppe Tornatore Il collezionista di baci .Il volume edito da Mondadori-Electa è ben realizzato da Dario Tagliabue, ricco di immagini riprodotte fedelmente e con eleganza tratte dalla Collezione Lo Medico . La cronologia dei manifesti riprodotti inizia con Il Figlio dello sceicco, di G.Fitzmaurice, del 1926 , con il mitico Rodolfo Valentino e si conclude con : Ritorno a Could Mountain, di Anthony Minghella,del 2003 e Cinderella Man, di Ron Howard del 2005. L'importante introduzione di Tornatore contiene un affettuoso ritratto della Bagheria della sua adolescenza che ci racconta la storia di un paese della Sicilia dove la passione del cinema ha accompagnato la vita di alcune persone, non poche in effetti, e di come è stata vissuta in modi diversi. Peppuccio Tornatore ci rivela le piccole storie di quella Bagheria nella quale si è formato e dei tanti personaggi che ha incontrato e di come ognuno di loro ha contribuito a creare quell'eccezionale mito collettivo che è diventato Nuovo Cinema Paradiso . Il regista inoltre spiega anche con molti dettagli la complessa realizzazione della sequenza finale e ci fa capire quanto sia piena di difficoltà e di rinunzie artistiche la vita dell'autore di cinema. Svela persino il mistero della pizza con gli spezzoni di pellicola che vediamo apparire donata ,quasi in eredità,a Totò, dalla moglie di Alfredo: verità o finzione artistica?Immagino che anche Giuseppe Tornatore selezionando le duecento immagini che troviamo nel volume avrà potuto condividere la stessa gioia che ha avuto Filippo Lo Medico nel raccogliere e conservare frammenti delle emozioni di noi spettatori.

Scrivi una recensione