Anno edizione: 2011
Pagine: 276 p., Rilegato
  • EAN: 9788896311127
Disponibile anche in altri formati:

€ 12,35

€ 13,00

Risparmi € 0,65 (5%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 4/5 settimane

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Annamaria La Carrubba

    18/03/2014 10:30:17

    Ho appena finito di leggere "La Collezionista" e mi sento in dovere di esprimere il mio giudizio e di consigliarne la lettura. All'inizio il libro scorreva un po' lento, ma sicuramente perchè lo leggevo a letto, prima di dormire e non andavo oltre un capitolo. Poi, complice un mio riposo forzato, mi sono dedicata alla sua lettura e mi sono appassionata: il romanzo mi ha totalmente coinvolto, non riuscivo a staccarmene e l'ho finito in un pomeriggio!!! In alcuni passaggi mi richiamava alla mente un paio di racconti di E. A. Poe: quello del gatto (in questo momento non mi viene in mente il titolo esatto) e "Il pozzo e il pendolo" (quando il protagonista si sveglia nella "stanza" della tortura). Non condivido alcuni commenti sulla banalità del finale anzi, per me è perfetto! Speravo in un "colpo di scena" -e per questo me lo aspettavo- ma non immaginavo quale potesse essere! Che dire...un bravo all'autore, una piacevolissima sorpresa! Chi ama, come me, i thriller a sfondo psicologico, tutto ciò che scava nella profondità della mente umana mettendone in luce la complessità e gli aspetti più oscuri, non potrà non apprezzare ed amare questo appassionante e coinvolgente thriller. Non mi resta che augurarvi una buona lettura!

  • User Icon

    Barbara

    17/02/2014 12:43:22

    La Collezionista è un libro che non dovete prendere in mano se avete poco tempo a disposizione, perché come lo cominciate, dovete leggerlo fino all'ultima frase. La storia ha un ritmo sempre più incalzante, e man mano che al protagonista sembra di impazzire, anche il lettore comincia a sentirsi sempre più coinvolto. Il finale permette di assemblare tutti i tasselli, di scoprire il vero volto dei personaggi, ma anche di sognare ad occhi aperti come potrebbe proseguire...

  • User Icon

    Salvatore toledo

    20/01/2014 20:09:05

    Partendo dall'acquisto che pensavo non fosse un Thriller,ero certo di aver scelto i soliti libri che a me affascinano.....Ma già dalle prime pagine ha cominciato ad incuriosirmi sempre di più,e mi sono reso conto che la mia mente era attaccata a questa meravigliosa storia che si intreccia e che non lascia respiro.Sono felice di aver letto un libro dal genere nuovo x me, ma che sicuramente mi ha lasciato una grande certezza: "che l'amore vince su tutto".Un grande plauso và all'autore PACI SALVATORE.

  • User Icon

    Berny

    17/09/2013 11:11:52

    Intrigante,stimolante,coinvolgente. La lettura del romanzo risulta scorrevole e piacevole al tempo stesso. Consigliato a chi ama i romanzi che coinvolgono la psiche;tutto in questo romanzo è esattamente il contrario di quello che la storia narrata ti suggerisce e che la mente del lettore invoglia a pensare. Ottimo.

  • User Icon

    elena cifali

    24/06/2013 23:41:13

    Salvatore Paci con " La collezionista" è riuscito a tenermi col fiato sospeso pagina dopo pagina, capitolo dopo capitolo. Con straordinaria capacità è riuscito a far passare il messaggio dell'amore vissuto come sentimento disinteressato e non come possesso dell'altro in un sapiente intreccio di sentimenti e passioni. Un ottimo libro: mentre lo si legge non si ama restare soli in casa ne tanto meno svegliarsi nel cuore della notte. Toccanti i dialoghi col padre che fanno riflettere sul rapporto genitori/figli. Una fuga dalla "normalità" che fanno riflettere sul potere della mente: può la nostra testa comandare/ annientare/ affliggere /dimenticare /se sottoposta a particolari stress, proiettare l'essere umano in dimensioni lontane ed inconsuete ? Questo l'interrogativo che mi sono posta in pochi giorni di piacevolissima lettura "godendo della compagnia di Danny" che si è rilevato un personaggio carico di straordinaria umanità che si scontra e confronta con lo spietato cinismo e col mistero.

  • User Icon

    alessio tre uomini e un cervello

    08/10/2012 12:05:32

    Un nuovo capolavoro di salvatore paci...un libro letto tutto d'un fiato che vi stupira con tantissimi colpi di scena...un libro che non puo mancare nella vostra collezuone...da acquistare assolutamente!

  • User Icon

    Elvira Guccione

    13/09/2012 20:24:53

    Capolavoro di Salvatore Paci;questo libro con le sue pagine ti trascina nei meandri della mente umana.Pagine vive in cui l autore ti fa vivere la storia di Danny.Descrive minuziosamente gli interni e il grigio e umido ambiente londinese.Il lettore rimane incollato alle pagine di questo thriller,in cui si mischia amore e passione.Si fa fatica a nn leggere l ultima pagina.Complimenti vivissimi all autore con la A maiuscola.

  • User Icon

    davide 'blok'

    16/07/2012 12:17:55

    questo libro non ha bisogno di molte parole per coglierne il profodo significato psicologico. Si legge bene perchè ti prende e ti trascina piano piano dentro te stesso. Un libro dove lo scrittore trasmette il senso di solitudine di chi pur trovando il successo non può dimenticare la carenza di affetto che ti porta a capire che è la paura di aver paura la chiave dei problemi.

  • User Icon

    Roberta

    22/04/2012 19:13:54

    Leggo per la prima volta un thriller e per la prima volta Salvatore Paci. Sono rimasta piacevolmente sorpresa! In poco tempo ho divorato questo romanzo che ho trovato decisamente scorrevole e ricco di suspance! Consigliato!

  • User Icon

    Giovanna Piscopo

    27/03/2012 09:59:00

    I libri di fisica dicono che l'accelerazione media di un corpo in un dato intervallo di tempo è data dal rapporto tra la variazione di velocità del corpo e la durata dell'intervallo di tempo in cui tale variazione avviene. In "La Collezionista" il primo parametro non è rappresentato dai metri ma dalle pagine. L'inizio (e parlo delle prime 30 pagine) è insolitamente lento per un thriller ma si apprezza alla fine, quando il lettore dice "adesso capisco perché lo ha scritto in quel modo!". Da un certo punto in poi, il racconto accelera. Quasi esplode. Da lì in avanti non puoi più smettere di leggere e devi andare avanti, quasi senza fiato, fino alla fine. E per arrivare alla fine sei passato attraverso mille brividi, ti sei guardato diverse volte alle spalle, hai acceso qualche luce in più nella stanza e hai temuto che ciò che stavi leggendo si manifestasse davvero nella tua vita. Indubbiamente da leggere

  • User Icon

    francesco nicoletti

    07/02/2012 09:16:23

    E' la prima volta che leggo questo autore. Prima tante persone mi avevano parlato bene dei suoi libri ma, fino a questo momento, non si era presentata la 'giusta' occasione per acquistarlo. Sono contento di averlo fatto! Un libro che prende molto, scritto bene e che sinceramente regalerei ad un amico ... anche se abituato a leggere libri di altro genere!

  • User Icon

    Andrea Leonelli

    19/01/2012 16:10:45

    Niente di negativo o da porre a sottrazione questo bellissimo romanzo di Salvatore Paci, salvo forse un piccolo paio di voci usate in modo "dialettale". Un giallo veramente ben costruito e studiato. Pregevoli le descrizioni della "perdita di contatto" con la realtà. La storia di un uomo che si perde dentro se stesso, e poi lotta per ritrovarsi, per ritrovare la salute mentale senza averla mai realmente persa La paura, la follia e la paura della follia.la realtà ingannevole davanti agli occhi, la perdita della memoria e della conoscenza. I personaggi principali sono descritti accuratamente e anche la descrizione delle loro interazioni. Le due donne che orbitano attorno al protagonista e se lo "condendono", offerte ricatti, concessioni. Amore obbligati e sentiti. Poi c'é la parte "investigativa" ben costruita e narrata. Un finale quasi commovente ma a lieto fine a chiuder ein bellezza un romanzo la cui prima parte da veramente i brividi! Lo stile é coinvolgente, non leggetelo di notte con 38 di febbre e difficoltà a respirare come ho fatto io che poi vi sembra di sentire rumori e passi. Narrazione scorrevole e senza inciampi, ottime anche le descrizioni dei luoghi. Un altro ottimo romanzo.

  • User Icon

    ely

    03/01/2012 18:18:43

    libro particolare, strano, dove mente e subconscio,reale e non reale , si unisco per non farti staccare da quelle pagine. da leggere.

  • User Icon

    Fabio Tipa

    26/12/2011 12:12:48

    Un bel thriller da leggere tutto d'un fiato. Il lettore è piacevolmente coinvolto nella storia del protagonista, riesce a provare le stesse paure, la stessa ansia, le stesse emozioni, percepisce il mondo attraverso i suoi occhi e vive intensamente l'incubo che lo sta divorando giorno dopo giorno. Un libro che affascina anche per le descrizioni ben curate che immergono il lettore nell'atmosfera londinese, quasi a respirarne la stessa aria. Un libro davvero molto bello che non dovrebbe mancare alla propria "collezione"...

  • User Icon

    Lorenzo

    02/12/2011 19:57:30

    Incuriosito dalle recensioni ho letto il libro. Dopo un inizio che non mi convinceva troppo devo dire che la trama mi ha coinvolto. Considerato che è difficile trovare livelli altissimi tra gli scrittori italiani di gialli, non si può che giudicare buona la prova di Paci. Tuttavia non mi sembra un libro da voto massimo.

  • User Icon

    Daniela C.

    01/12/2011 17:51:28

    Lasciato il contesto nisseno si parte alla volta di Londra. Quale città, se non la grigia, complicata e un po' lugubre Londra si presta meglio a far da sfondo scenografico a questo romanzo? Ma i veri luoghi in cui si svolgono i fatti sono la mente di Danny e la sua disastrosa dimensione onirica/reale. E' una storia che si legge tutta d'un fiato. Non potrebbe essere altrimenti. Si viene catapultati nel groviglio di disagio che alberga nel sonno del protagonista e si stenta ad uscirne. Leggerlo da soli a casa significa guardarsi intorno di continuo per vedere se tutto va bene. Ancora una volta Salvatore Paci ha superato se stesso:riesce con maestria a fare immedesimare il lettore. Le paure e le agitazioni di Danny diventano anche di chi legge! Nella trama nulla è lasciato al caso, tutto è organicamente concatenato, perché è sempre l'IO di Danny a parlare e a dirci ciò che succede. Il romanzo anche in questo caso, così come in "2012" è caratterizzato da un crescendo di azione (in questo caso azione meramente "psicologica") che non si ha il tempo, però, di mettere bene a fuoco perché si viene ipnotizzati dalla dimensione tormentata e disturbata della mente di Danny. Di forte impatto sono anche i personaggi femminili, che "animano" (in senso lato) tutta la vicenda. Ancora una volta lo scrittore ci ha estasiati, coinvolti, stupiti. E noi lettori non possiamo far altro che continuare a leggere i suoi capolavori e aspettare con fervore gli altri che la sua penna geniale saprà regalarci!

  • User Icon

    augusta celesti

    23/11/2011 12:31:13

    L'atmosfera cupa dell'inverno londinese è perfetta come sfondo di questo romanzo: un libro scorrevole, piacevolissimo ma al tempo stesso angosciante e intrigante. I sentimenti e gli stati d'animo del giovane Danny sono sviluppati con attenzione e al lettore sembra di vivere in prima persona le giornate del protagonista! E' un protagonista solitario, quasi un antieroe, che vive attraverso il suo pc ma con delle certezze che via via crollano come un castello di carte. E' un romanzo che si legge tutto d'un fiato e che tiene il lettore letteralmente incollato alle sue pagine! Complimenti all'autore per aver saputo indagare così bene nell'animo umano!

  • User Icon

    mariella

    09/10/2011 14:54:40

    è un crescendo di suspance che non ti fa staccare gli occhi dalle pagine ;che ti fa cambiare continuamente parere su come si evolverà la storia.Non ero mai passata dalla pag. 1 alla pag.276 così in fretta,devo dire che un libro scritto in maniera così avvincente dovrebbe avere almeno il doppio delle pagine!

  • User Icon

    EMANUELA BALDO

    03/10/2011 01:16:25

    Ho divorato "La collezionista" in 5 ore,il tempo di un viaggio in treno.Non riuscivo a smettere di leggere,ogni pagina mi trascinava con sè,portandomi nell'appartamento di Danny,nella sua auto.Sono riuscita a sentire il senso di abbandono di un ragazzino che ha come unico compagno un pc, ad avvertire i suoi stessi brividi davanti a uno specchio annebbiato di vapore e a vivere le sue paure.In un crescendo di suspence e terrore,dove ogni cosa non è cio' che sembra,o forse lo è;e il reale si confonde con la più terribile delle fantasie,il sogno con l'incubo e con la vita.E' incredibile come in ogni pagina ti sembri di aver capito tutto,per renderti subito conto che invece non è come credevi;e allora sei "costretto" a immergerti di nuovo alla ricerca della verità.Il racconto non ti lascia scampo. Io ritengo che Salvatore Paci sia bravissimo nel "dipingere" delle pagine delle quali il lettore sembra non poter fare a meno e, soprattutto, nella sua maestria a creare un personaggio come Danny: un ragazzo normale, lontano dal mito dell'eroe a tutti i costi. Danny ha paura,trema, vuole sapere ciò che gli sta succedendo ma è terrorizzato da ciò che potrebbe scoprire.Ciò lo avvicina al reale, a ciò che ognuno di noi farebbe,fa realmente di fronte a un rumore sinistro che rompe il silenzio della notte; lo rende vero,credibile.E rende il romanzo avvincente,dalla prima all'ultima parola. Da leggere assolutamente...Bravissimo Salvatore

  • User Icon

    alberto bucchieri

    30/09/2011 15:19:33

    Danny e le sue fobie, Danny e il suo "bilico" tra amore a sesso, Danny e la sua Londra nebbiosa e notturna, degna location di un thriller che non ti dà tregua, in un susseguirsi di vicende tra esoteria e psicologia. Chi è la collezionista e come farà Danny a dipanare una matassa che lo sta quasi soffocando e portando al limite della follia? Condividete con me la lettura di questo ottimo romanzo, un consiglio da un appassionato di Grisham, Cornwell, Raichs, Patterson: mancava un siciliano al mio elenco!

Vedi tutte le 35 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione