Categorie

Terry Gillen

Editore: Franco Angeli
Anno edizione: 1997
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 80 p.
  • EAN: 9788820497507
Indice:

1. La valutazione
1. La valutazione oggi
1.1. Lo scopo della valutazione
1.2. Lo scopo dei dirigenti
2. Sintesi del contenuto
2. La preparazione
1. I tre tipi di cause dei problemi della valutazione
2. Passo 1: L'approccio
3. Passo 2: Conoscenza della mansione del valutato
3.1. Lo scopo della mansione
3.2. Le aree chiave dei risultati
4. Passo 3:La valutazione della performance attuale
4.1. Pregiudizi e prevenzioni
4.2. I livelli della performance
4.3. I fattori della performance
5. Passo 4: Le necessità di formazione e di sviluppo
5.1. II fine
5.2. L'anello mancante
6. Passo 5: Il colloquio di valutazione
6.1. L'apertura
6.2. I punti delicati
6.3.I linguaggi sconsigliati
6.4. La chiusura
7. Passo 6: La logistica
7.1. Avvertite con sufficiente anticipo le persone da valutare
7.2. Programmate la vostra preparazione personale
7.3. Identificate e prenotate il luogo adatto
7.4. Tenete a portata di mano tutte le informazioni utili
7.5.Il questionario dell'autovalutazione
3. II colloquio
1. Caratteristiche di un colloquio di valutazione efficace
1.1. Cominciare all'ora prestabilita
1.2. La prima impressione è positiva
1.3. La discussione è distesa ma professionale
1.4. La discussione segue il suo corso naturale
1.5. Quanto viene deciso al termine del colloquio deve essere concordato col valutato e affidato alla sua responsabilità
2. Le domande sui colloqui di valutazione
2.1. È vero che le valutazioni sono più efficaci se mi siedo al fianco del valutato, invece che dall'altra parte della scrivania?
2.2. Debbo tenere il blocco per gli appunti sulle ginocchia, per evitare che l'altro possa leggere quanto sto scrivendo?
2.3. È vero che è sempre bene fare domande aperte, e non chiuse?
2.4. Come fare, non solo per ascoltare bene ma anche per dimostrare che sto ascoltando?
2.5. Se lascio parlare troppo l'interlocutore, non rischio di perdere il controllo del colloquio?
2.6. Che cosa posso fare quando l'altro parla poco o parla troppo, è agitato o cerca di strumentalizzarmi?
2.7. Come rispondere a chi è preoccupato perché
non viene promosso?
2.8. Come comportarsi con chi non è d'accordo sulla valutazione ricevuta?
2.9.Come comportarsi con chi non accetta il punteggio e insiste nel fare confronti coi colleghi?
2.10. Come motivare chi ormai è al massimo livello retributivo, o è prossimo alla pensione, o non può essere promosso per mancanza di posizioni vacanti al livello superiore?
2.11. Come elogiare senza essere ipocriti o "zuccherosi"
2.12. Come criticare senza farlo sembrare una lavata
di capo?
2.13. Come formulare le critiche in modo da non ferire?
2.14. Come stabilire obiettivi veramente significativi?
4. Conclusione. Trovare il tempo per valutare