-15%
Com'è piccolo il mondo! - Martin Suter - copertina

Com'è piccolo il mondo!

Martin Suter

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Cesare De Marchi
Collana: La memoria
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 13 gennaio 2011
Pagine: 335 p., Brossura
  • EAN: 9788838925375
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 11,90

€ 14,00
(-15%)

Punti Premium: 12

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Com'è piccolo il mondo!

Martin Suter

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Com'è piccolo il mondo!

Martin Suter

€ 14,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Com'è piccolo il mondo!

Martin Suter

€ 14,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Da quando a sei anni la madre l'aveva abbandonato, Konrad Lang, detto Ko-ni, era stato il giocattolo di Thomas (Tomi) Koch. E da giocattolo Koni era cresciuto, burattino senza energia propria legato ai fili dei potenti Koch, famiglia di magnati svizzeri dell'industria e della finanza. Se Tomi lasciava il Liceo a causa della sua inadeguatezza, anche Koni doveva seguirlo nel collegio per ricchi svogliati, malgrado lui non incontrasse nessuna difficoltà nello studio. Se Tomi stentava alle lezioni di piano, Koni impressionava il maestro con il suo talento che però non poteva sviluppare. Finché erano da soli, Tomi si comportava da amico, ma appena compariva qualcuno su cui voleva far colpo, ecco che Koni tornava "il figlio di una nostra ex domestica che mia madre aiuta". Col tempo, poi, ogni talento e i minimi affetti erano appassiti, e del piccolo Koni rimaneva il sessantenne di eleganza perfetta, mite e amabile ma capace solo di ubriacarsi e fare guai. Un mantenuto malsopportato, che l'ottantenne matriarca dei Koch tiene a distanza con un povero vitalizio purché stia fuori dai piedi: Elvira Senn, vedova del fondatore, matrigna di Thomas e nonna dell'erede Urs, la gran dama della finanza, che tiene nel pugno di ferro tutto il clan, gli ha rubato la vita eppure sembra avere con Koni un conto in sospeso da fargli pagare a suon di umiliazioni gratuite. Da un momento all'altro Koni si innamora e inaspettatamente smette di bere. La vita sembra finalmente si sia decisa a sorridergli, ma invece non ha finito di giocare...
4,6
di 5
Totale 15
5
10
4
4
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Francesco Pellicanò

    22/09/2018 07:40:26

    Il libro attraverso il protagonista principale Konrad Lang racconta il progressivo declino psicologico e fisico causato dal morbo dell'Alzheimer, all'interno di un intrigo famigliare lentamente svelato con l'aggravarsi della malattia Sullo sfondo , l'ipocrisia ed il bigottismo della societa' svizzera rappresentato dai personaggi famiglia Koch. Nonostante il tema delicato e complicato, ne esce fuori in libro abbastanza gradevole alla lettura

  • User Icon

    Camillof

    20/08/2016 14:05:11

    Cronaca del rapido decorso della malattia di Alzheimer in un uomo di circa di 65 anni, sapientemente intrecciata con un intrigo famigliare svelato poco a poco, in buono stile poliziesco. Sempre più amnesico del suo passato recente, il paziente sviluppa per contro la tendenza a riesumare le memorie della prima fanciullezza, via via più indietro nel tempo col progredire del morbo. Ciò imbarazza fortemente la ricchissima padrona di un colosso industriale elvetico, la quale nasconde un'antica malefatta che rischia di venire a galla. Come far sì che il paziente smetta di rivangare il passato più remoto? Curandolo il meglio possibile secondo gli ultimi progressi scientifici, o tentando di sopprimerlo in qualche modo? Caldamente consigliato, ho apprezzato ogni pagina. Complimenti all'editore che mi aveva deluso con un paio d'autori italiani (A. Molesini e G. Carofiglio) ma che qui ha fatto centro. Nel 2010 adattato al cinema in "Je n'ai rien oublié" di Bruno Chiche con Gérard Depardieu.

  • User Icon

    raffa

    09/05/2014 13:41:16

    Nel cominciare a leggere l'ottimo libro di Suter, ho pensato che la storia stesse tutta nel rapporto tra il protagonista, Konrad, e la sua famiglia di adozione, con relativi grumi emotivi, recriminazioni, invidie, prevaricazioni, ecc. Invece l'autore ad un certo punto cambia decisamente traiettoria e attraverso la malattia di Konrad introduce l'elemento della memoria, che sarà poi la chiave della narrazione. Il segreto della vicenda che muove attorno al protagonista sta infatti nei suoi ricordi, ma non quelli recenti che vengono spazzati via col progredire del deterioramento cognitivo, bensì quelli sedimentati e lontani nel tempo che la natura stessa del male tende a far riaffiorare. Degna di nota è la descrizione del declino di Konrad che si intreccia con la parte oscura e temuta della famiglia adottiva, i potenti e ricchi industriali Koch. Il romanzo assume infine le caratteristiche del giallo pur rimanendo in un solco letterario più ampio, appassionando il lettore e al tempo stesso suggerendo suggestivi ingredienti per una riflessione più profonda sulla memoria e su come certe malattie possono condizionarla. L'autore è abile a celare il più possibile l'intrigo che il lettore intuirà, ma forse non così anticipatamente e non con tutti i dettagli. Il punto debole è probabilmente il finale, dove Suter eccede nel far trionfare il bene e punire i cattivi. Un manicheismo che stona con la drammaticità del resto della narrazione e lascia qualche perplessità su alcuni passaggi. Tuttavia questo non compromette la buona qualità della storia e la scrittura di Suter rimane sempre intensa, ricca e coinvolgente.

  • User Icon

    damiano

    05/06/2013 08:42:21

    Gioiellino da non perdere.

  • User Icon

    robi68

    03/04/2013 16:48:08

    Un libro piacevole, che racconta della malattia di un anziano ma in tono leggero, con un finale a sorpresa. Non un capolavoro ma per certi versi fa riflettere..

  • User Icon

    rocco

    12/07/2012 11:44:39

    Un piccolo capolavoro!

  • User Icon

    grazia

    13/06/2012 09:41:49

    un libro coinvolgente che dopo i primi capitoli non ti lascia più. Konrad è un personaggio che, come dice l'autore, sa farsi voler bene. E' il secondo romanzo di Suter che leggo, ma ho già tra le mani il terzo!

  • User Icon

    Adriana

    02/06/2012 12:52:33

    E' uno scrivere elegante, che richiede una lettura attenta e rispettosa. Verso i 3/4 diventa però un po' noioso fino al finale garbato. Anche se non mi ha entusiasmato, credo che leggerò ancora qualcosa di Suter.

  • User Icon

    Rita

    07/05/2012 22:10:13

    Mi è piaciuto molto. Parte in sordina poi a metà esplode. Attraverso il piccolo giallo l'autore spiega il dramma di chi è affetto dal morbo di Alzheimer. La scrittura di Suter ricorda molto Durrenmatt. Consigliato!

  • User Icon

    viky

    27/08/2011 17:53:41

    libro veramente delizioso, bellissima descrizione dei personaggi. da comprare e da regalare !!!

  • User Icon

    Enrica

    04/07/2011 17:27:27

    è uno di quei libri che vorresti non finissero mai, veramente un'ottima lettura, consiglio anche "L'ultimo dei Weynfeldt"

  • User Icon

    Wentworth

    09/06/2011 17:05:16

    Non è un vero e proprio thriller, ma è come se lo fosse perchè non riesci a staccarti dalla lettura e vuoi vedere come va a finire. Lo scrittore pure è molto bravo e alla fine ne esce un ottimo romanzo. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Dunda

    30/05/2011 18:56:50

    Assolutamente magnifico! Un romanzo in grado di sorprendere fino l'ultima parola. Da consigliare e da regalare!

  • User Icon

    Enrica

    06/05/2011 12:15:15

    Bellissimo! Non riuscivo a staccarmi dal libro e non vedevo l'ora di tornare a casa per poter riprendere la lettura. Scorrevole, emozionante, toccante, istruttivo e con un finale da lasciare senza fiato. Giudizio: Ottimo!

  • User Icon

    Cesare

    27/02/2011 17:00:53

    Sono lieto di poter fare un regalo prezioso a tutti coloro che amano leggere, questo libro intitolato " Com'è piccolo il mondo ! è un capolavoro , la vita incredibile di Konrad Lang si legge senza fiato, il gusto, raro, di restare a casa o di ritornarvi felice per riprendere la sua lettura. Questo Martin Sutter ha scritto un grande romanzo e mi scuso per non averlo scoperto prima. Il bene ed il male suddiviso tra i suoi personaggi in una storia piena di vita e di amicizie belle e brutte.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
  • Martin Suter Cover

    Oggi Martin Suter vive fra Ibiza e il Guatemala assieme a sua moglie, Margrith Nay Suter, e un figlio adottivo.Ha lavorato a lungo in pubblicità, come direttore creativo della celebre agenzia GGK, e  presidente dell'Art Director Club della Svizzera. Parallelamente alla carriera nell'advertising, Suter ha sempre scritto. È stato autore di numerosi réportages per il giornale GEO e autore televisivo e cinematografico.Dal 1991 scrive a tempo pieno.Nel 1997 ha vinto il premio d'onore del Cantone di Zurigo e nel 1998 il "Prix du premier roman étranger" in Francia. Dal libro L'amico perfetto è stato tratto un film (Un ami parfait).Fra i suoi romanzi pubblicati in Italia (da Feltrinelli e Sellerio): Com'è piccolo il mondo, Il lato oscuro della luna, L'amico... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali