Comando subacquei e incursori «COM.SUB.IN.». Forze speciali e gruppu d'elite. Vol. 2 - Silvestri - Angioni - Lombardi - ebook

Comando subacquei e incursori «COM.SUB.IN.». Forze speciali e gruppu d'elite. Vol. 2

Silvestri - Angioni - Lombardi

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: REI (Rifreddo)
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 174,13 KB
  • EAN: 9782372972116
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 3,99

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il Comando subacquei e incursori (conosciuto anche con l'acronimo di COM.SUB.IN.), il cui nome ufficiale è Raggruppamento Subacquei e Incursori "Teseo Tesei", è il Raggruppamento di Forze Speciali (FS - TIER1) della Marina Militare incaricato di svolgere le operazioni di guerra non convenzionale in ambiente acquatico e di difesa subacquea. Inoltre il COM.SUB.IN. attraverso il suo Gruppo Scuole è l'unico ente dipendente dal Ministero della Difesa autorizzato in Italia al rilascio di brevetti e qualifiche subacquee militari. Il Raggruppamento ha sede nei comprensori del Varignano, di Santa Maria e Punta della Castagna, tre piccoli promontori contigui della costa occidentale del Golfo di La Spezia, comprendenti due baie, il Seno del Varignano e il Seno di Santa Maria. Il Raggruppamento dispone anche di alcuni poligoni nelle adiacenze della base, per la effettuazione di attività addestrativa, tra cui l'impiego di armi ed esplosivi. L'Incursore è colui che singolarmente o in piccoli gruppi porta offesa al nemico in modo non convenzionale, cercando di produrre il maggior danno con il minimo sforzo. Se le azioni dei loro predecessori sono state rivolte quasi esclusivamente contro il naviglio nemico alla fonda in vari porti del Mediterraneo, oggi gli Incursori della marina militare italiana sono addestrati ed equipaggiati per affrontare missioni di diverso tipo, contro obiettivi sia navali sia terrestri, sempre però di interesse marittimo.In alcune occasioni, come nelle recenti missioni umanitarie in Somalia e Ruanda, i baschi verdi del Comsubin hanno compiuto azioni di ricognizione, scorta e recupero di personale civile in ambienti di tipo prettamente terrestre, per le quali erano richiesti la professionalità e l'addestramento di militari di carriera dal profilo particolare.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Note legali