Come sei bella stasera

Carlene Thompson

Traduttore: L. Feoli, R. Venarucci
Editore: Marcos y Marcos
Collana: Mini Marcos
Anno edizione: 2015
Pagine: 495 p., Brossura
  • EAN: 9788871687292
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    alida airaghi

    28/01/2016 17:24:00

    Le cinquecento pagine che compongono questo romanzo di Carlene Thompson si leggono senza difficoltà, come in genere tutta la produzione narrativa di questa prolifica autrice statunitense. Questa della lettura facile, scorrevole, pulita ma priva sia di profondità di pensiero sia di qualsiasi tentativo di invenzione formale, è ormai una caratteristica che sta contagiando tutta la letteratura mondiale, in narrativa come in poesia, livellando stili e contenuti, omogeneizzando generi e pubblico di lettori. In particolare per quello che riguarda il thrilling soft, o il noir sfumato, l'ambientazione si riduce quasi sempre alla società medio-alto borghese, in cui vite che sembrano scorrere su binari prestabiliti, innocui, di vacuo successo salottiero, vengono bruscamente sconvolte da rivelazioni di sordide brutalità, inconfessabili turpitudini, violenze raccapriccianti e inattese. Nel caso del romanzo in questione, una coppia all'apparenza serena e benestante della Virginia (lui, Steve, pubblico ministero; lei, Deborah, casalinga un po' frustrata con aspirazioni artistiche, due gemelli, un cane e villetta di proprietà con giardino) si trova inaspettatamente catapultata in un turbinio di vicende e sospetti spaventosi, che lentamente si aggrovigliano inspiegabili per poi altrettanto lentamente sgrovigliarsi in un finale a sorpresa. Carlene Thompson non riesce però a tenere alta la tensione per tutto il racconto: il plot narrativo sembra programmato senza slanci, e patisce divagazioni ingiustificate, rese ancor meno convincenti dalla superficialità dei dialoghi e delle descrizioni. Solo nel finale, ansante e caotico, segnato da parecchie incongruenze e soluzioni inverosimili, il ritmo si accende. E il lettore arriva alla conclusione del libro con un certo senso di sazietà e di sollievo.

  • User Icon

    Sara_B

    20/01/2014 15:17:03

    A me questo libro è generalmente piaciuto. Scritto bene, senza troppe pretese, con una scrittura lineare ma carica di suspance che ti fa venir voglia di vedere quale sarà l'epilogo. Lo consiglio.

  • User Icon

    Elena

    02/06/2012 17:01:40

    Ma sto leggendo lo stesso libro?? A me questo sembra scritto per i bambini di quinta elementare. Non c'è suspence, tensione, niente. Nulla da spartire con i maestri del brivido, Tess Guerritsen o la Link. Soldi buttati.

  • User Icon

    Giorgia

    11/05/2012 15:01:02

    Bene bene bene.... libro fantastico: ritmo da togliere il fiato, descrizioni dettagliate ma mai noiose, trama avvincente e coinvolgimento assoluto.... Ora me li compro tutti i libri di quest'autrice!

  • User Icon

    mo

    18/04/2010 21:04:15

    Bel libro, mai noioso e molto scorrevole nella lettura. Spero che gli altri libri di C. Thompson lo siano altrettanto.

  • User Icon

    NADIA3

    17/03/2009 14:33:11

    Felice scoperta grazie ad IBS,romanzo molto cinematografico ma ben costruito e avvincente, personaggi ben delineati e credibili, leggerò sicuramente altri libri di questa scrittrice.

  • User Icon

    trepidans

    12/03/2009 18:37:29

    Giallo evidentemente scritto da una mano femminile,con tanti particolari in rosa e il termine soft credo sia l'aggettivo piu giusto da aggiungere al soggetto.Un thriller a meta' strada tra la Christie e Hitchcock,che ti prende in maniera leggera ma persistente,intendiamoci,qui non si parla di capolavori della letteratura,ma di romanzi d'evasione che riescono in maniera egregia a portarci lontani dalla nostra oscura realta'.

  • User Icon

    Eleonora

    17/01/2009 11:38:54

    Bello, meno americano degli altri della Thompson. Mi e' piaciuto molto.

  • User Icon

    Francesca

    26/10/2006 10:05:35

    Quando acquisto un libro della Thompson (questo è il terzo finora,visto che qui in Italia non se ne trovano molti) so per certo che non rimarrò delusa. Concordo con gli altri riguardo al giudizio sulla traduzione,innanzitutto...essendo anch'io traduttrice non posso non ammirare la scorrevolezza e la precisione con le quali il libro è stato reso in italiano. Per quanto riguarda il libro in sé,la trama è molto intrigante,quei pochi personaggi presenti vengono descritti così meticolosamente dal punto di vista psicologico che ci sembra di conoscerli da una vita e per questo motivo la Thompson riesce a farci sospettare a turno un po' di tutti! Non ci sono quelle noiose descrizioni paesaggistiche che di solito in un libro salto sempre....Resti col fiato sospeso,hai voglia di continuare a leggere per sapere,per scoprire mano a mano, e quando sei costretto a chiudere il libro ti dispiace...Non vedo l'ora di comprarne un altro,la Feltrinelli nella mia città (Pescara) è l'unica ad avere di volta in volta qualche libro della Thompson,spero di riuscire a leggerli tutti prima o poi! Un saluto a tutti,e se volete scrivetemi per condividere le nostre opinioni su questi libri,mi farebbe tanto piacere!

  • User Icon

    Nadia

    12/05/2006 10:11:41

    Altra nuova scoperta piacevolissima, suggeritami da qualche “canaglia”. Bello l’intreccio, bella la descrizione dei protagonisti, bella la storia. Qualche incongruenza che nonostante tutto non ha tolto il piacere della lettura. Ora si tratta solo sperare riuscire a recuperare gli altri thriller della Thompson

  • User Icon

    resny

    05/03/2006 18:57:28

    Partendo dal presupposto che x me la lettura deve essere un relax non amo i libri che richiedono un'alta concentrazione..che hanno una marea di personaggi..che ogni volta che li prendi in mano devi fare mente locale x realizzare dove sei arrivata...e magari rileggerti qualche pagina indietro x focalizzare la situazione....fatta questa noiosa premessa...posso affermare che come sei bella stasera ha rispecchiato pienamente le mie aspettative. Trama molto lineare che si sviluppa coerentemente...pochi personaggi e tutti molto ben delineati....(appena ricominci a leggerlo..sai esattamente dove sei ....e con chi hai a che fare)nel complesso sufficientemente avvincente...x farla breve non ritengo sia un capolavoro ma è sicuramente un libro gradevole, leggero (nel senso non è cruento..lo definirei abbastanza soft)che si fa leggere volentieri. Dovendo accostare la thompson a qualche altro autore/trice...oserei affermare che potrebbe essre paragonata al meglio della mary higgins c.

  • User Icon

    Angela

    26/02/2006 16:15:53

    Sono felicissima di aver scoperto, per merito della Marcos y Marcos, questa autrice che, come tanti altri autori divenuti poi Grandi, era apparsa in Italia, anni fa, grazie ai Gialli Mondadori. Come sei bella stasera è un abile mix tra il classico giallo di altri tempi, un po’ alla Agatha Christie e il thriller psicologico. Molto ben delineati i personaggi che vengono scoperti poco a poco nonostante la Thompson ce li presenti sin dall’inizio. Qualche sospetto sul colpevole l’ho avuto ma ciò non è andato a discapito della lettura. Credo infatti che non sia necessario un clamoroso colpo di scena per rendere buono un giallo. Se questo è avvincente, scritto bene, veloce, con la giusta dose di tensione, cosa si può volere di più? Come dicevo, il libro è scritto molto bene e altrettanto ben tradotto (cosa che mi pare sempre più rara ultimamente). Ora sinceramente spero nell’uscita italiana dell’intera produzione di questa autrice che non ha niente da invidiare a tanti suoi ben più noti colleghi. Angela.

  • User Icon

    marco famiglietti

    25/10/2005 13:36:20

    Carlene Thompson riesce anche in questo secondo libro tradotto in Italia, complimenti alle traduttrici, a creare e mantenere fino aal'ultima pagina la tensione sempre alta, grazie al suo abituale marchingegno di creare indizi e alibi allo stesso tempo per ognuno dei suoi personaggi. Le sfumature di ognuno di loro sono tratteggiate con sensibilità tipicamente femminile che aggiunta ad una grande attitudine al thriller crea una scrittrice semplicemente fantastica.

  • User Icon

    Filippo Martinetto

    04/10/2005 12:34:05

    Bello come il primo, forse di più. Concordo con Beppe. Ottima anche la traduzione che scorre bene.

  • User Icon

    BEPPE

    29/09/2005 15:29:43

    Esattamente come il primo...quindi molto buono..."in caso di mia morte" era un thriller ben scritto che riusciva a tenere alta la tensione narrativa fino all'ultima pagina...forse un poco troppo cinematografico...proprio come quest'ultima opera della Thompson...trama avvincente...ritmo senza pause inutili...sorpresa finale (anche se un pochino prevedibile)...personaggi ben delineati ( anche se in certi casi un pochino banali)...rimane comunque l'importante conferma di trovarsi di fronte ad una delle scrittrici piu' felici che ci siano oggi in circolazione...e scusate se é poco...

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione