Come si sbriciola un biscotto?

Joe Schwarcz

Traduttore: L. Sosio
Editore: Longanesi
Edizione: 3
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 23 giugno 2005
Pagine: 311 p., Brossura
  • EAN: 9788830421134
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 9,45
Descrizione

Perché i cibi più buoni sono anche quelli meno sani? Come cucinare uno stufato delizioso? Come migliorare la memoria degli anziani? È vero che l'avena è molto efficace contro il colesterolo? Quali sono i migliori tegami antiaderenti? Come dobbiamo comportarci con i dolcificanti artificiali? Quali virtù anche medicinali hanno la polenta, gli spinaci, il peperoncino, la vitamina C, i cavoli? A queste e a molte altre domande curiose Joe Schwarcz risponde con la sua capacità di guidare il lettore alla comprensione della chimica e delle sue leggi a partire da esperienze della vita quotidiana, con un'ironia (e autoironia) che avvince il lettore e mette in ridicolo (fra l'altro) le truffe della pseudoscienza. L'autore presenta in questo libro un'introduzione informale, ma non per questo meno efficace, alla comprensione dei concetti fondamentali della chimica e impartisce, senza averne l'aria, una magistrale lezione sul metodo scientifico. Inoltre interviene su temi caldi come i cibi geneticamente modificati: perché rinunciare a produrne, così da risolvere i problemi nutrizionali e di salute in un mondo in cui milioni di persone muoiono di fame ogni giorno? Schwarcz ci ragguaglia inoltre su invenzioni che hanno fatto epoca, dal nailon, usato per le calze da donna ma anche per i paracadute, ai polimeri, che tanta importanza hanno avuto per quanto riguarda la plastica, le resine e le fibre tessili.

€ 9,45

€ 17,50

9 punti Premium

€ 14,88

€ 17,50

Risparmi € 2,62 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Tiktaalik

    22/07/2015 09:07:46

    Il libro è suddiviso in quattro parti:scienza e salute-scienza quotidiana-guardando indietro-panzane.Il titolo è dato da un capitolo che spiega perché si sbriciola un biscotto,dovuto alla presenza di grassi saturi. Non che questo sia un problema fondamentale della scienza,semplicemente è legato ad un aneddoto di quando l'autore era studente,e ad una sua domanda s'era sentito rispondere "Perchè è cosi' che si sbriciola un biscotto", che non aveva nessun attinenza col suo quesito,ma era un modo di far finta di rispondere comunque.Così partendo da questo ricordo e con uno stile discorsivo e gradevole, l'autore tratta del legame della chimica con tanti aspetti della vita quotidiana ed anche con la nostra salute,che poi è il profilo che mi ha interessato di più.Un libro ricco d'informazioni e non pesante che consiglio con piacere.

Scrivi una recensione