Categorie

Commentario del Codice Civile. Art. 2546-2548. Mutue assicuratrici

Nicola De Luca

Editore: Zanichelli
Anno edizione: 2006
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 232 p., Rilegato
  • EAN: 9788808071699

€ 26,78

€ 31,50

Risparmi € 4,72 (15%)

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Disponibile in 2 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello

Si tratta della prima edizione del commento agli articoli 2546-2548 che viene a colmare un vuoto del Commentario. Il testo è la risultante dei molti studi dell'Autore nella materia dell'assicurazione mutua. Il presente volume costituisce peraltro una rielaborazione organica della materia, alla luce della Riforma del diritto societario avviata con la legge 3 ottobre 2001, n. 366 e attuata con il decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 6.
Giuseppe Fanelli sosteneva che «la forma mutualistica rappresenta la forma più vantaggiosa e giuridicamente più naturale per ottenere una copertura assicurativa: economicamente più vantaggiosa perché elimina il profitto industriale; giuridicamente più naturale perché realizza immediatamente e direttamente quella comunione e compensazione dei rischi che costituisce il fondamento tecnico e necessariamente anche giuridico di ogni moderna forma assicurativa».
Cesare Vivante riteneva d'altronde che «poiché nella lotta economica prevale chi compie il medesimo servizio a miglior mercato così è facile prevedere che a lungo andare le compagnie dovranno cedere il passo alle mutue».
è riconosciuto che la disciplina italiana delle mutue assicuratrici, anche a seguito della Riforma del diritto societario e nonostante la completa riscrittura dello statuto speciale delle imprese di assicurazione (d.lgs. 7 settembre 2005, n. 209 – Codice delle assicurazioni private), è inadeguata a proiettare questa forma societaria e assicurativa verso ambizioni di quel genere. L'Autore offre perciò anzitutto un quadro comparatistico completo per valutare per qual motivo in altri sistemi le mutue assicuratrici siano sensibilmente più diffuse e sviluppate che in Italia. Affronta, quindi, commentando articolo per articolo, anche con l'ausilio degli strumenti ermeneutici ricavabili dalla comparazione, le questioni di disciplina che si presentano all'operatore italiano. Sotto l'art. 2546 si profilano i temi di carattere generale che involvono l'esercizio dell'assicurazione mutua: in particolare è dedicata attenzione alla selezione delle regole del contratto di assicurazione ritenute applicabili. Sotto l'art. 2547 si affronta invece specialmente il problema della disciplina societaria applicabile alle mutue assicuratrici, ricavabile da quella delle cooperative, per come riscritte dalla Riforma, nella misura in cui tale applicazione non contrasti con la natura del rapporto assicurativo-mutualistico. Sotto l'art. 2548 sono concentrate le questioni non solo attinenti alla figura dei soci sovventori, ma in generale riguardanti il funzionamento e l'ordinamento patrimoniale delle mutue assicuratrici. Il volume si chiude con il commento all'art. 107 disp. att. cod. civ. dedicato alle mutue assicuratrici regolate da leggi speciali. In questa sede si descrivono alcuni modelli mutualistici rimasti a margine della codificazione del 1942, quali sono soprattutto le società di mutuo soccorso, e si danno cenni sulle strutture fondamentalmente mutualistiche che il legislatore italiano ha ritenuto di far esulare dalla forma della mutua assicuratrice: i fondi pensione.