Il commissario Montalbano. Salvo Amato Livia mia. Serie TV ita (DVD) di Alberto Sironi,Luca Zingaretti - DVD

Il commissario Montalbano. Salvo Amato Livia mia. Serie TV ita (DVD)

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Paese: Italia
Anno: 2020
Supporto: DVD

nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Serial e serie TV - Giallo e thriller

Salvato in 40 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il cadavere di Agata Cosentino viene ritrovato in un corridoio dell’archivio comunale. Si tratta forse una violenza sessuale degenerata in omicidio, ma questa ipotesi non convince Montalbano, che inizia la sua indagine partendo dalla vittima. Il commissario scopre subito che la povera Agata era una cara amica di Livia che l’aveva conosciuta a Genova, dove la ragazza aveva lavorato per un paio d’anni prima di ritrasferirsi di nuovo a Vigàta, assunta all’archivio comunale. Agata, timida e riservata, concedeva la sua amicizia e il suo amore a poche persone. E su quelle si concentra l’indagine di Montalbano, perché gli è presto chiaro che a uccidere Agata è stato qualcuno che le era molto vicino.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,83
di 5
Totale 6
5
5
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paolo F

    18/05/2020 06:25:18

    segnalo un blooper: dopo 27:20 minuti di film, Montalbano ascolta le dichiarazioni della Signorina Giunta, poco prima di iniziare Montalbano fa entrare Fazio nel suo ufficio. Fazio si siede alla scrivania dirimpetta a quella di Montalbano. Lo si vede inquadrato dalla camera... e -magia- durante la deposizione (quando la camera è in primo piano sulla ragazza) la sedia dove è seduto Fazio è VUOTA (a 27:17 dall'inizio del film), poi Fazio ricompare seduto, poi scompare di nuovo, poi ritorna e scompare e ritona e ancora! :D

  • User Icon

    Maddalena

    17/05/2020 13:50:09

    Salvo amato, Livia mia segna, ancora una volta, come la nota serie Rai riesca sempre ad essere un’eccellenza nel settore. Con un intreccio appassionante, ma anche a tratti divertente e che non scade mai in convenzionalità, questa nuova avventura del commissario più amato d’Italia si impone con la fermezza di chi sa come porsi in modo gradevole al pubblico e offrirgli un prodotto di qualità. Apprezzabile oltremodo la regia di Zingaretti, che riesce ad “imitare” quella del compianto Sironi, e le interpretazioni del cast, sempre di altissimo livello.

  • User Icon

    ramona

    17/05/2020 09:11:56

    Ecco finalmente tornare Montalbano al suo originario splendore, ma più anziano, sconfortato, meno sicuro di sé. Uno dei casi recenti meglio riusciti.

  • User Icon

    luca

    16/05/2020 15:14:07

    Montalbano non passa mai di moda. Ho tutta la raccolta.

  • User Icon

    shanesia

    12/05/2020 18:20:07

    Grande, intramontabile, Montalbano. Per gli amanti del genere imperdibile

  • User Icon

    mara

    11/05/2020 21:35:37

    L ennesimo mistero a cui dovrà porre rimedio il nostro commissario.....un omicidio che con la sua magistrale squadra riuscirà a risolvere facilmente anche se non mancheranno colpi di scena

Vedi tutte le 6 recensioni cliente
  • Produzione: RaiCom, 2020
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 100 min
  • Area2
  • Alberto Sironi Cover

    Regista televisivo italiano, nato a Busto Arsizio nel 1940, Alberto Sironi si forma alla scuola d'arte drammatica del Piccolo Teatro di Milano. Dopo diverse esperienze teatrali, negli anni Settanta inizia a collaborare con la Rai, per la quale realizza alcune inchieste in Italia e all'estero.Nel 1978 è sceneggiatore e regista di due telefilm tratti dalla raccolta Il centodelitti di Giorgio Scerbanenco. Tra il 1987 e il 1990 scrive il soggetto originale della serie tv Eurocops e ne dirige tre episodi. Nel 1995 dirige Il grande Fausto, una fiction biografica in due puntate su Fausto Coppi, mentre nel 1998 dirige Una sola debole voce. Contemporaneamente scrive e dirige alcuni sceneggiati radiofonici.Dalla fine degli anni Novanta dirige le puntate della fiction Rai Il commissario Montalbano,... Approfondisci
  • Luca Zingaretti Cover

    Attore italiano. Lavora a teatro con L. Ronconi e P. Stein prima di esordire nel cinema con Gli occhiali d’oro (1987) di G. Montaldo, in un piccolo ruolo, e quindi in Abissinia (1993) di F. Martinotti. Calvo, fisico da lottatore, si fa notare con il personaggio violento e brutale che interpreta in Il branco (1994) di M. Risi e con quello più sfumato e conflittuale in Vite strozzate (1996) di R. Tognazzi. È anche in Tu ridi (1998) di P. e V. Taviani e L’anniversario (1999) di M. Orfini, sempre con una notevole presenza scenica e in ruoli di forte caratterizzazione. Dal 1999 ottiene un vasto consenso di pubblico interpretando il commissario Montalbano, ispirato ai libri di A. Camilleri, in numerose serie televisive prodotte e mandate in onda dalla Rai. Al cinema è invece notevolissima la sua... Approfondisci
  • Luca Zingaretti Cover

    Attore italiano. Lavora a teatro con L. Ronconi e P. Stein prima di esordire nel cinema con Gli occhiali d’oro (1987) di G. Montaldo, in un piccolo ruolo, e quindi in Abissinia (1993) di F. Martinotti. Calvo, fisico da lottatore, si fa notare con il personaggio violento e brutale che interpreta in Il branco (1994) di M. Risi e con quello più sfumato e conflittuale in Vite strozzate (1996) di R. Tognazzi. È anche in Tu ridi (1998) di P. e V. Taviani e L’anniversario (1999) di M. Orfini, sempre con una notevole presenza scenica e in ruoli di forte caratterizzazione. Dal 1999 ottiene un vasto consenso di pubblico interpretando il commissario Montalbano, ispirato ai libri di A. Camilleri, in numerose serie televisive prodotte e mandate in onda dalla Rai. Al cinema è invece notevolissima la sua... Approfondisci
Note legali