Categorie

Tommaso d'Aquino (san)

Curatore: A. Selva, T. S. Centi
Editore: UTET
Anno edizione: 2016
Pagine: 814 p. , Brossura
  • EAN: 9788851141677

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    ENRICO UGO PALLAVICINI

    14/12/2016 10.48.48

    Ho riletto questa raccolta di scritti che appartengono a fasi differenti della vita di San Tommaso e devo dire che questi testi affermano il principio della libertà dell’intellettuale di partecipare alla formazione del pensiero e della vita pubblica. Dice l’Angelico che ‘chiunque cerca di segregare una categoria di persone dal consorzio universale degli studiosi ostacola chiaramente lo studio’ (p. 411) e in questa affermazione emerge la volontà del giovane domenicano di inserirsi come religioso nel movimento di risveglio culturale della propria epoca per integrare la fede cattolica con la ragione dei dotti dell’Università di Parigi , respingendo le resistenze tanto dei laici quanto degli stessi clericali; questi ultimi si opponevano alla contaminazione del Sacro con il ‘mondo’ e con le dinamiche della società che aveva riscoperto il pensiero greco. La stessa idea di paideia riacquista con l’Aquinate nuovo significato nell’identificazione della organizzazione comunitaria come visione del tutto sociale: ‘ poiché le leggi sono fatte per conservare l’unità dello stato e non viceversa’ (p.416). Sotto il profilo strettamente dogmatico il suo Compendio rappresenta un modello di chiarezza espositiva , forse unica, per ciò che riguarda la Trinità e in questo scritto, maturo, è evidente la presa di distanza di Tommaso dalla concezione pessimistica di Agostino circa il peccato originale mentre l’ottimismo dell’Angelico traspare nella sua considerazione della salvezza di questo e di altri eventuali mondi (p.260) a mezzo dell'infinità della Grazia di Cristo.

Scrivi una recensione