The Complete Commodore Masters

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Billie Holiday
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Wax Time
  • EAN: 8436542019927
Salvato in 4 liste dei desideri

€ 19,00

Punti Premium: 25

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 19,00 €)

Nessuno ha mai cantato o potrà mai cantare una ballata jazz come Billie Holiday. Anche se la sua estensione vocale era più limitata rispetto a quelle di altre cantanti jazz famose come Sarah Vaughan o Ella Fitzgerald (che avevano una versatilità sorprendente), Billie ha reso le sue interpretazioni così espressive da non avere eguali. Una splendida testimonianza della sua intesità emotiva è questo LP, costituito da tutte le registrazioni che Holiday ha realizzato per la piccola etichetta Commodore di Milt Gabler nel 1939 e nel 1944. Questa collaborazione nacque con la pubblicazione del 78 giri contenente la storica “Strange Fruit” (e “Fine and Mellow”) che fu pubblicato da Gabler perché la Columbia, con cui la cantante era sotto contratto, si rifiutò di registrare la canzone. Billie Holiday registrò altri due singoli con la Commodore nel 1939 mentre gli altri brani contenuti in questo Lp furono regitrati nel 1944 con la cantante affiancata dal sestetto di Eddie Heywood.
Disco 1
1
Strange Fruit
2
Yesterdays
3
Fine And Mellow
4
IGotta Right To Sing The Blues
5
How Am I To Know?
6
MyOld Flame
7
I’ll Get By
8
ICover The Waterfront
9
I’ll Be Seeing You
10
I’m Yours
11
Embraceable You
12
AsTime Goes By
13
He’s Funny That Way
14
Lover Come Back To Me
15
ILove My Man (Aka Billie’s Blues)
16
OnThe Sunny Side Of The Street
  • Billie Holiday Cover

    Propr. Eleonora, detta «Lady Day». Cantante statunitense di jazz. La sua è considerata la più alta espressione vocale della musica nero-americana, per il timbro intenso e struggente, fattosi più scarno e drammatico negli ultimi anni. Impregnato di blues, il suo canto è a volte simile al «sound» di un sassofono, in particolare affine a quello di Lester Young (con cui collaborò spesso). Le prime incisioni sono nel 1935 con l'orchestra di Benny Goodman; poi, fino al '39, cantò con il gruppo del pianista Teddy Wilson e in seguito con importanti jazzisti radunati per lei dall'impresario Norman Granz. Approfondisci
Note legali