Complotto di famiglia di Alfred Hitchcock - DVD

Complotto di famiglia

Family Plot

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Family Plot
Paese: Stati Uniti
Anno: 1976
Supporto: DVD
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Una ragazza con doti di veggente accetta da un cliente l'incarico di ritrovare il suo unico parente, potenziale erede di una fortuna.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,25
di 5
Totale 4
5
2
4
1
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Gianfranco

    17/11/2009 16:23:51

    Ottima conclusione di una splendida carriera dedicata al cinema. Il grande maestro del brivido in questo film da prova di continuità, seppure nell'innovazione. La suspance è garantita come sempre. Tuttavia i dialoghi sono molto più osè, rispetto all'umorismo garbato che lasciava molto sottintendere, ma non indugiava mai a battute sessualmente esplicite! Emerge la bravura di un regista che sa stare al passo con i tempi.

  • User Icon

    Marco Scardella

    28/11/2006 01:07:38

    Ultimo film del maestro. Inutile dire che non è alla sua altezza... Due storie parallele che finiscono per diventare una sola. Non manca certo la suspence, ma dal genio del brivido si aspettava di più.

  • User Icon

    joker

    30/05/2005 11:03:09

    ultimo film di hitchcock e chiude in bellezza. Se questo film pero' non era l' ultimo, non avrebbe avuto tutto questo successo. la storia non e' incalzante e affascinante come altre, poero' e' divertente, segue un fiilo e incalza. Una chiromante e il suo amante-assiustente devono trovare l' unico erede di una vecchia ricca prima che questa muoia. l'erede credee che questi due lo vogliono artrestare perche' pensano che lo sospettano per aver dato fuoco alla casa dei suoi genitori anni fa e quindi cerca di farli fuori. Tutto il film procede cosi', si chiariscvono, ma poi i due protagonisti trovano il cadavere di un prete nella loro auto e si riscatena la guerra fra le due coppie. A volte fa ridere, molti riferimenti sessuali, Bruce Dern e' perfetto nella parte, molto simpatico. Bellissima la scena della guida selvaggia fra i monti.

  • User Icon

    paolo63

    02/07/2004 10:05:29

    Ultimo film purtoppo, non l'ultimo progetto. La MDP si alza in volo, (La prospettiva cambia radicalmente, ancorata al terreno per il film inglese), adatta alla società americana nel secondo caso. Tutto ancora sadomasochista nel caso inglese, senso di colpa, falso colpevole, cravatte che legano collo, mani, bavagli per il film inglese. Volgarità, sessualità giocosa (Immatura direbbe lo psico. penso), per il film americano. L'ultimo giro sopra le montagna russe del maestro

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
  • Produzione: Universal Pictures, 2015
  • Distribuzione: Terminal Video
  • Durata: 115 min
  • Lingua audio: Italiano (Mono);Inglese (Mono);Spagnolo (Mono);Francese (Mono)
  • Lingua sottotitoli: Inglese; Francese; Spagnolo; Italiano; Portoghese
  • Formato Schermo: 1,85:1
  • Area2
  • Contenuti: documentario; foto; trailers
  • Alfred Hitchcock Cover

    Alfred Joseph Hitchcock è stato un regista e produttore cinematografico tra le personalità più influenti della storia del cinema e ricordato come padre del genere "thriller". Nato a Leytonstone, nel quartiere nord-orientale di Londra, si trasferisce nel 1940 a Hollywood, dove produce i film più conosciuti della sua carriera. A Londra comincia la sua attività nel periodo del cinema muto, realizzando ventitré pellicole tra cui L'uomo che sapeva troppo (1934). L'approdo a Hollywood lo fa conoscere al mondo come "maestro del brivido"; tra i suoi capolavori ricordiamo: La finestra sul cortile (1954), La donna che visse due volte (1958), Psycho (1960), Gli Uccelli (1963). L'ultimo film è Complotto di famiglia diretto nel 1976.  Approfondisci
  • Karen Black Cover

    Attrice statunitense. Nella prima parte della sua carriera spazia dal teatro impegnato alle commedie musicali divenendo una delle interpreti più apprezzate di Broadway. Il suo primo ruolo di rilievo al cinema è in Easy Rider - Libertà e paura (1969) di D. Hopper, in cui mostra subito i tratti del personaggio femminile complesso e sensuale che diverranno la sua caratteristica più marcata. In seguito interpreta, fra gli altri, Cinque pezzi facili (1970) di B. Rafelson, Il giorno della locusta (1975) di J. Schlesinger e Complotto di famiglia (1976) di A. Hitchcock. La sua interpretazione più incisiva resta probabilmente quella del transessuale che partecipa alla struggente riunione in memoria del divo scomparso in Jimmy Dean, Jimmy Dean (1982) di R. Altman. Approfondisci
  • Bruce Dern Cover

    Attore statunitense. Dopo un piccolo ruolo non accreditato in Fango sulle stelle (1960) di E. Kazan, intraprende un'attiva carriera di caratterista in numerosissimi film: è in Marnie (1964) di A. Hitchcock, in Piano... piano, dolce Carlotta (1965) di R. Aldrich e in molti western nei quali interpreta spesso il ruolo del duro senza cuore. A metà degli anni '60 diventa un fedelissimo di R. Corman (compare, tra gli altri, in I selvaggi, 1966, e Il clan dei Barker, 1970), e nel 1969 è nel film cult di S. Pollack Non si uccidono così anche i cavalli?. Gli anni '70 lo vedono ricoprire sempre più spesso ruoli da protagonista: 2002, la seconda odissea (1971) di D. Trumbull, Sorridi (1975) di M. Ritchie, Complotto di famiglia (1976) di A. Hitchcock e infine il tormentato ruolo del marito di J. Fonda... Approfondisci
  • Barbara Harris Cover

    Nome d'arte di Sandra Markowitz, attrice statunitense. Dopo varie esperienze teatrali di successo a Broadway sia come interprete sia come regista, esordisce sul grande schermo nel 1965 con una piccola parte in L'incredibile Murray di F. Coe, imponendosi subito come notevole caratterista comica. Successivamente è una frustrata donna attempata in Appartamento al Plaza (1971) di A. Hiller, un'ingenua provinciale con un sogno nel cassetto in Nashville (1975) di R. Altman, una maga imbrogliona in Complotto di famiglia (1976) di A. Hitchcock. Dagli anni '80 riduce le sue apparizioni sul grande schermo anche per mancanza di ruoli interessanti e si dedica alla direzione di un'agenzia di casting di voci. Approfondisci
Note legali