Comportamento organizzativo. Attori, relazioni, organizzazione, management

Henry L. Tosi,Massimo Pilati

Editore: EGEA
Edizione: 2
Anno edizione: 2008
In commercio dal: 31 gennaio 2008
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: XVI-424 p., Brossura
  • EAN: 9788823831148
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Usato su Libraccio.it - € 19,98
Descrizione
L'analisi sistematica e scientifica del comportamento individuale e collettivo in diversi contesti organizzati è uno dei temi di maggiore rilevanza e attualità nel campo delle discipline organizzative. Gli studi di organizational behaviour utilizzano e applicano prospettive teoriche e di ricerca multidisciplinari, di matrice psicologica, sociologica ed economica. L'obiettivo comune è quello di studiare le azioni e le interazioni di individui e gruppi nelle organizzazioni, per comprendere e predire le determinanti delle prestazioni individuali, di gruppo e dell'organizzazione, e per spiegarne il funzionamento, individuando le possibili aree di miglioramento. Anche da un punto di vista manageriale l'analisi delle relazioni tra gli individui e il loro contesto lavorativo è un tema di grande rilevanza e attualità, poiché le persone costituiscono una delle principali fonti di vantaggio competitivo e vengono considerate, in misura sempre maggiore, un fattore strategico di successo per l'organizzazione. Questa nuova edizione presenta un aggiornamento delle ricerche empiriche, degli esempi e dei casi di studio, privilegiando materiali italiani ed europei. In particolare, sono stati completamente reimpostati i capitoli sulla motivazione, sui gruppi, sulle decisioni e sul cambiamento.

€ 31,45

€ 37,00

Risparmi € 5,55 (15%)

Venduto e spedito da IBS

31 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Questa nuova edizione si arricchisce di molteplici contributi. Oltre agli opportuni aggiornamenti, si sono affrontate nuove tematiche e nuovi autori allargano la visione al panorama internazionale. Rappresentano inoltre una novità le parti dedicate alla finanza comportamentale e agli investimenti alternativi in hedge fund e in commodity. Il tema della gestione del cliente è stato sviluppato in conformità con le indicazioni contenute nella direttiva MIFID, mentre le problematiche dell'analisi del rischio, degli investimenti nel settore immobiliare e della mappatura dei bisogni dell'imprenditore in una logica di family business sono proposti con approccio innovativo. L'ampiezza dei temi trattati conduce a riconoscere al private banker il ruolo di un professionista che individua le esigenze del cliente e ricerca le soluzioni specialistiche fornite dagli esperti settoriali, un ruolo che richiede competenze ampie e la capacità di rendere comprensibile il linguaggio degli addetti ai lavori per trasferire ai clienti le informazioni necessarie ad assumere decisioni consapevoli.