Categorie

Anna Negri

Editore: Feltrinelli
Collana: Varia
Anno edizione: 2009
Pagine: 269 p. , Brossura
  • EAN: 9788807490781

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Munéver

    12/06/2010 14.27.17

    Questo magnifico diario mi ha regalato un punto di vista diverso da cui poter osservare la storia del terrorismo italiano... il punto di vista di chi, suo malgrado, ha dovuto portare il peso di scelte altrui. E fa riflettere su come, a pagare lo scotto di quegli anni, non siano state solamente le vittime "ufficiali" ... ma anche quelle che con un piede sono rimaste impigliate nella storia perchè quella storia l'avevano scritta i lori padri. Brava Anna!

  • User Icon

    Eli

    05/11/2009 17.17.20

    Sicuramente questo libro è un ottimo strumento per vedere la nostra storia recente da dentro, una storia che tra l'altro non si insegna a scuola. Di fatto questa è solo la cornice della vita di anna negri che, finalmente, dopo tanti anni da "comparsa" tra le esistenze degli altri, diventa protagonista. L'ho trovato bello ma a volte un po' vittimistico. Comunque da leggere e da far leggere.

  • User Icon

    Roberto Peretta

    03/08/2009 01.14.41

    Mi ha stupito che qualcuno abbia pensato di poter valutare questo libro in funzione della sua "letterarietà". Mi sembra un'operazione senza senso: un po' come stroncare I Promessi Sposi perché è storia romanzata. Per quel che può valere il mio parere, ho apprezzato moltissimo in questo libro uno dei finora non troppi tentativi di contribuire a una storia d'Italia - o anche soltanto di Milano - fra gli anni '70 e '80. In quegli anni, come tanti finivo di fare politica un po' tonta e passavo, per motivi generazionali e di Bildung personale molto diversi da quelli di Anna, semplicemente a cercare di essere etico nel modo di lavorare. Proprio perché sono stato molto più fortunato, mi ha fatto ancora maggior piacere che alla storia di noi tutti una voce tanto bella (non trovo aggettivi migliori, perdonate) si sia così volontariamente e così pubblicamente aggiunta. Grazie, Anna, a nome anche di altri che di indignarsi, in modo più o meno tonto, non hanno smesso.

  • User Icon

    O.

    10/05/2009 15.51.18

    Mi interessava il contesto della storia, gli anni in cui è ambientata e avevo, lo confesso, un po' di curiosità sul privato di un uomo così discusso e discutibile. Ma il libro non mantiene la promessa da un punto di vista narrativo. L'ho trovato debole e senza struttura. Si sente una sorta di urgenza dello scrivere ma non c'è la stoffa della narratrice autentica. Mi dispiace.

  • User Icon

    desi

    20/04/2009 11.36.46

    Un bellissimo libro che mi ha commosso ma anche divertito; che mi ha fatto sentire vicino all'autrice ed emozionato. un vero peccato non leggerlo!

  • User Icon

    Mauro Milano

    23/03/2009 15.39.55

    Un magnifico libro che ti colpisce dritto al cuore. Anna Negri racconta la sua storia trattando con delicata sensibilità, attenzione e maturità sia il processo storico che portò agli eventi degli anni di piombo sia il particolare rapporto con un padre importante. Un libro da non perdere per chi vuole approfondire questi temi.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione