Recensioni Con uno sguardo diverso

  • User Icon
    02/07/2009 13:04:03

    Per quelli che avevano conosciuto Christa Wolf attraverso la lettura dei suoi romanzi più intensi, apprezzandola come uno dei massimi scrittori del secondo Novecento ( non dico scrittrici per non limitare il confronto al solo campo della letteratura femminile), credo che questa raccolta di racconti dell’autrice tedesca non possa che trasmettere un senso di profonda delusione. Se il titolo del libro, “Con uno sguardo diverso”, allude alla deliberata intenzione da parte della scrittrice di abbandonare il registro dei suoi capolavori, per abbracciare una scrittura più lieve, modulata sulle circostanze del quotidiano, attenta alla superficie delle cose, esito di un differente approccio con la realtà, il tentativo mi sembra fallito. La sensibilità della scrittrice si impantana in una perlustrazione del reale opaca, meccanicamente descrittiva, incapace di restituire i bagliori dell’universo visibile. Cosicché si ha l’impressione che il titolo sia un alibi per nascondere una crisi creativa. In attesa di prove più convincenti rileggiamo i veri grandi romanzi di Christa Wolf.

    Leggi di più Riduci