Concerti per pianoforte con archi e a quattro mani - CD Audio di Alfred Schnittke,London Sinfonietta,Viktoria Postnikova,Gennadi Rozhdestvensky

Concerti per pianoforte con archi e a quattro mani

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Compositore: Alfred Schnittke
Orchestra: London Sinfonietta
Supporto: CD Audio
Numero supporti: 1
Etichetta: Erato
Data di pubblicazione: 28 marzo 2003
  • EAN: 0809274981127
Salvato in 1 lista dei desideri

€ 3,50

€ 6,50
(-46%)

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
CD
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Disco 1
1
Concerto for piano four hands & chamber orchestra
2
Concerrto for piano & strigs
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Alfred Schnittke Cover

    Compositore russo di origine tedesca. Iniziò a studiare il pianoforte nel 1946 a Vienna; dal 1948 seguì gli studi di composizione corale all'istituto Gnesin di Mosca e nel 1953 entrò nel conservatorio della capitale, dove rimase fino al 1958. Compositore prolifico e duttile, conta nella sua vastissima produzione musiche per una sessantina di film, numerose musiche di scena e componimenti d'ogni genere (vocale, sinfonico, cameristico, sacro e profano). I lavori scritti fino al '72 rivelano un influsso delle tecniche seriali, ma la I Sinfonia inaugurò quell'abile sovrapposizione e giustapposizione di differenti strati musicali che verrà definita «polistilismo». Pur incontrando la tenace opposizione degli apparati burocratici del regime sovietico, la sua musica venne eseguita da importanti solisti... Approfondisci
  • London Sinfonietta Cover

    Orchestra fondata a Londra nel 1968 da Nicholas Snowman e da David Atherton, suo primo direttore musicale, allo scopo di dar vita a una formazione con organico flessibile in grado di affrontare partiture e stili novecenteschi fuori dalle convenzioni sinfoniche classiche. Nonostante le difficoltà finanziarie, grazie all'ottima reputazione critica ha svolto fin dagli esordi un'intensa attività in festival e stagioni concertistiche, spesso proponendo opere appositamente commissionate o in prima esecuzione (Taverner, Birtwistle). Nella produzione discografica spicca l'integrale di Schönberg per il centenario (1974). Ad Atherton è succeduto nel '73 come direttore stabile Elgar Howarth; direttori ospiti sono stati, fra gli altri, R. Chailly, D. Masson, K. Nagano. Approfondisci
Note legali