Concerto delle menti

(Blue Coloured Vinyl)

Artisti: Pholas Dactylus
Supporto: Vinile LP
Numero dischi: 1
Etichetta: AMS
Data di pubblicazione: 6 aprile 2018
  • EAN: 8016158311747
pagabile con 18App

Articolo acquistabile con 18App

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 26,50

Venduto e spedito da IBS

27 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Descrizione
Non esiste probabilmente appassionato di Rock Progressivo Italiano che non abbia mai sentito nominare i Pholas Dactylus e la loro unica opera (termine che si addice molto di più del semplice 'disco') "Concerto delle menti", originariamente pubblicata nel 1973.
Il gruppo fu fondato l'anno precedente su iniziativa del chitarrista Eleino 'Lello' Colladet che, partendo dal bassista Rinaldo Linati, aggiunse poi Valentino Galbusera e Giampiero Nava, questi ultimi due provenienti dai Puritani (in cui militavano due futuri componenti dei Dalton). Infine, con l'arrivo del tastierista Maurizio Pancotti e del poeta/compositore Paolo Carelli si completò una line-up di sei elementi, autori di un album unico ed incredibile.
'Surreale' è probabilmente la parola chiave di questo LP, termine che ben si adatta alla copertina realizzata da Cesare Monti e ai testi declamati da Carelli, mentre dal punto di vista musicale siamo di fronte a un continuum hard-jazz-prog rock di oltre 50 minuti di durata complessiva, interrotto a metà per poter essere riversato sulle due facciate di un disco in vinile.Capolavoro unico e inimitabile - nessun potenziale imitatore si è mai cimentato infatti in qualcosa di simile -, "Concerto delle menti" è ristampato in esclusiva da AMS Records: la prima tiratura di 500 copie è in vinile blu trasparente, con in allegato una riproduzione 60x90cm di un meraviglioso poster originale dell'epoca! Imperdibile!!!
Disco 1
  • 1 Concerto delle menti (parte prima)
  • 2 Concerto delle menti (parte seconda)

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    n.d.

    27/05/2018 20:07:49

    Gran bella ristampa di uno degli album più particolari della scena di rock progressivo italiano degli anni 70.

Scrivi una recensione