-15%
Il concerto - Alain Claude Sulzer - copertina

Il concerto

Alain Claude Sulzer

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Emanuela Cervini
Collana: Il contesto
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 12 ottobre 2013
Pagine: 223 p., Brossura
  • EAN: 9788838930829
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 12,75

€ 15,00
(-15%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Il concerto

Alain Claude Sulzer

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il concerto

Alain Claude Sulzer

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il concerto

Alain Claude Sulzer

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

È settembre a Berlino, e alla "Philharmonie" si attende il concerto di un pianista celeberrimo, Marek Olsberg. Terrà un'esibizione da solista, eseguendo partiture di Domenico Scarlatti e Samuel Barber, Beethoven e Schumann. Nelle ore che precedono l'inizio, ignoti gli uni agli altri, diversi personaggi si accingono a partecipare alla serata. Vediamo il pianista e la sua assistente, accanto da oltre dieci anni. Lui non ama il contatto con il pubblico e la stampa, lei si occupa di ogni aspetto pratico della sua vita. Man mano arrivano gli spettatori, e si riuniscono nel foyer: qui si incontrano due amiche, chiacchierano e si confidano le proprie esistenze, i rapporti con gli uomini, l'insicurezza dei desideri. Un agente pubblicitario di ritorno da New York si ricorda di avere due biglietti riservati e cerca compagnia. Giungono Sophie e Klara, zia nubile e nipote scontrosa; Lorenz, trentotto anni, ex studente di matematica, ex giocatore di scacchi, temperamento labile e velleitario, che si appresta a lavorare come cameriere per il ricevimento in onore del pianista. Si notano l'agente teatrale che segue l'artista in Europa, e la signora la cui filantropia ha permesso l'organizzazione del concerto. Inizialmente distanti e disgiunti, i personaggi si raccolgono nella folla ed entrano nella grande sala pentagonale. Prendono posto, il podio è al centro. Scende il silenzio. L'evento, assolutamente inatteso, accade nel mezzo dell'esecuzione, durante l'ultimo tempo della Sonata opera 106 di Beethoven.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,43
di 5
Totale 7
5
2
4
1
3
3
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Grazia

    22/09/2019 12:02:41

    Prima di scrivere la mia ho letto le recensioni di altri lettori per capire dove ho sbagliato a ritenere questo romanzo non tanto brutto, quanto inutile, senza senso. È pur vero che i gusti sono diversi, ma francamente, e la colpa è senz'altro mia, non capisco cosa sia “il ritratto di una metafisica dei personaggi”, così come non mi sembra che “ presentare i diversi protagonisti per poi farli incrociare, fondere, intrecciare” sia “uno stratagemma del tutto nuovo” come sostiene Fabio Ponzana. Non riesco neppure a condividere il giudizio di Floriano, perché l'intensità delle emozioni provate dai vari protagonisti non l'ho proprio percepita, così come la “lettura attraverso il vetro dell'anima” per cui ho mancato “ l'identificazione personale di ogni lettore in uno degli attori del libro”. Non capisco neppure la definizione “carino” data da Cristiana, quando un romanzo è carino? Vorrei saperlo perché trovo spesso questo aggettivo nelle recensioni. Ho capito invece cosa intendono Lina “occasione parzialmente ( io direi totalmente) mancata” e Augusta che esprime la sua perplessità ed evidenzia le carenze della struttura narrativa e la totale mancanza di regia dell'autore nel dirigere i personaggi. Trovo che entrambe siano state troppo generose nell'attribuire 3 stelline. Voglio aggiungere inoltre che anche le riflessioni sulla musica, sparse qua è là, sono banali anche per una come me, appassionata, ma analfabeta musicale. Infine, quando nei ringraziamenti ho letto che all'autore è stato offerto un soggiorno di sei mesi a Berlino per scrivere questo capolavoro, be' a quel punto mi sono mi sono proprio arrabbiata!

  • User Icon

    ormos

    03/04/2019 05:50:22

    Il meccanismo de Il concerto assomiglia a quello di un congegno ad orologeria: la prima parte è un conto alla rovescia durante il quale i personaggi convergono verso il momento in cui l'esecuzione del pianista avrà luogo; poi, l'improvvisa interruzione del concerto, apparentemente senza motivo, ha un effetto deflagrante, gli stessi personaggi si disperdono e l'autore ne segue i movimenti, le azioni, le riflessioni, lasciando alcuni per strada e portando la storia di altri all'epilogo. Libro con spunti interessanti, ma senza troppi sussulti.

  • User Icon

    lina

    09/10/2016 20:13:37

    romanzo corale che pare piuttosto un'antologia di ritratti. occasione parzialmente mancata.

  • User Icon

    Fabio Ponzana

    18/07/2016 16:37:16

    Eccellente ritratto di una metafisica dei personaggi, dei loro tipi psicologici, dei loro destini. Sulzer mi ricorda Pascal Mercier, ed entrambi sono svizzeri. La metascrittura coniata da Sulzer in questo piccolo capolavoro utilizza uno stratagemma del tutto nuovo: presentare i diversi protagonisti per poi farli incrociare, fondere, intrecciare. Avevo letto prima Post Scriptum, ma questo è un romanzo diverso, più affine ai miei gusti. Entrambi sono davvero magnifici. Speriamo che, al contrario di Mercier, gli scritti di Sulzer vengano ancora tradotti.

  • User Icon

    Floriano

    24/12/2015 16:39:03

    SPLENDIDO ! La lettura intima dei personaggi è quanto più coinvolgente; l'intensità delle emozioni provate dai vari protagonisti è descritta come in una lettura attraverso il vetro dell'anima degli stessi. Non è importante il finale o i finali: ciò che conta è trovare l'identificazione personale di ogni lettore in uno degli attori del libro.

  • User Icon

    Cristiana

    01/08/2014 21:27:34

    Molto carino. Rende bene la descrizione psicologica dei tanti personaggi; anche gli ambienti e la città di Berlino appaiono vivi e credibili. Forse si vorrebbe alla fine sapere qualcosa di più sulle varie storie, ma il romanzo è un altra cosa: è il racconto di una sola sera, così lo ha voluto l'autore e il lettore non può farci nulla.

  • User Icon

    augusta

    15/10/2013 14:52:46

    Questo romanzo mi lascia perplessa, perchè non ne ho compreso a fondo il significato. Dopo un inizio coinvolgente, in cui il protagonista ed i personaggi comprimari vengono alla ribalta progressivamente (ciascuno, peraltro, ben delineato nel proprio contesto, sia pure con la tecnica della descrizione frammentata e di volta in volta rinviata al prosieguo della narrazione)il romanzo perde il fascino iniziale: i personaggi vivono in totale autonomia, senza raccordarsi l'uno con l'altro e senza convergere verso un finale comune, quasi che il romanzo fosse la somma di tanti "piccoli" romanzi sconnessi fra loro, il che, a mio avviso, rende meno attraente per il lettore la narrazione. Forse il denominatore comune tra le tante storie (ammesso che tale denominatore sia esistito nelle intenzioni dell'autore)è la ricerca di una via di fuga dalla quotidianità e dal destino già tracciato per ciascuno dei personaggi.

Vedi tutte le 7 recensioni cliente
Note legali