I concetti di narcisismo, io e sé nella psicoanalisi e nella psicologia - Nicolas Duruz - copertina

I concetti di narcisismo, io e sé nella psicoanalisi e nella psicologia

Nicolas Duruz

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Anno edizione: 1987
In commercio dal: 23 marzo 1987
Pagine: 192 p., Brossura
  • EAN: 9788834008782
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,94

€ 11,00
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto tornerà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

€ 5,94

€ 11,00
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L'emergere in primo piano dei concetti di Io, Sé e narcisismo è stato, per la ricerca psicoanalitica e clinica in generale, la svolta più significativa della seconda metà del nostro secolo, quella che for-se ne costituirà l'emblema più proprio. Per ricostruire il punto d'arrivo, o quello che egli giudica essere il punto di arrivo di questa rivoluzione concettuale, l'autore ritiene che il metodo più proficuo sia quello storico-genetico, consistente nel rintracciarne le origini molteplici e nell'esporle ordinatamente, in modo da dedurre, per così dire, da esse una nuova sintesi della situazione attuale. Oltre che una funzione teorica, un tal modo di procedere ha eccellenti meriti didattici, infatti l'autore espone, per la prima volta in modo organico, esauriente e caratterizzato da una profonda comprensione del 'nocciolo' delle varie teorie, la variegata nascita di quei concetti nell'opera di Freud, quindi lo sviluppo che hanno trovato nell'opera di Rank, Ferenczi, Tausk, Hartmann, Jacobson, Balint, e altri psicoanalisti della prima generazione, per poi passare al-l'esposizione delle concezioni, così diverse tra loro, dei maggiori teorici: Kohut, Kernberg, Grunberger e Lacan. Particolarmente utile è la parte finale, in cui l'autore espone gli sviluppi 'eterodossi' e quelli senz'altro non-psicoanalitici dei concetti in questione.
| Vedi di più >
Note legali