Categorie

Livia Ottomani

Editore: Newton Compton
Collana: Anagramma
Anno edizione: 2016
Pagine: 286 p., Rilegato
  • EAN: 9788854194755
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it € 5,34

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Ely

    15/01/2017 13.45.30

    Ho scelto questo libro perché sono stata attratta dalla copertina, non sapevo nulla dell'autore, anche se le informazioni erano facilmente reperibili. Immaginate la mia sorpresa quando, alla fine del libro, ho scoperto che Livia Ottomani in realtà è uno pseudonimo di otto autori differenti che si sono incontrati ad un corso di scrittura ed hanno deciso di scrivere insieme un libro. Direi che l'esperimento è perfettamente riuscito, perché se non lo avessi letto nelle ultime pagine alla presentazione dei vari autori, non avrei mai saputo che era scritto da più autori, dalla narrazione e dallo stile di scrittura non traspariva nulla. Veniamo alla storia, che è carina e leggera, e chi abita oppure ha abitato in un condominio saprà che le cose non sono affatto molto diverse da come vengono narrate. Ci sono personaggi che in ogni condominio, anche in quelli più affiatati, si trovano puntualmente. La protagonista è Anita, la figlia della portinaia, una ragazza spigliata che ama Roma, la sua città, e di lavoro fa la giuda turistica. Abita con la madre Giovanna perché non la vuole lasciare sola, anche se sente il bisogno della sua indipendenza e vorrebbe vivere in serenità la sua storia d'amore con Mizuki, un uomo giapponese un poco più grande di lei. Ma Anita sa che è meglio tenere nascosto questo amore, soprattutto alla madre ed al condominio, dove nessuno si fa i fatti suoi. In uno degli appartamenti per un breve periodo viene ad abitare un amico di un inquilino, e sebbene sembra subito un bravo ragazzo e viene accolto con gioia dal condominio, Anita sa che di lui non ci si può fidare. Daniele, questo il nome del ragazzo, infatti è stato il primo amore di Anita, di quelli che bruciano ancora. Anche Daniele non resta impassibile ad avere rincontrato Anita, e tra i due sembra che qualcosa stia di nuovo nascendo, complice anche il fatto che è un brutto periodo per Anita e Mizuki. Ma Daniele si dimostra per quello che è...

  • User Icon

    Elena

    30/09/2016 13.25.23

    Di questo libro mi è piaciuta solo la copertina. Sarà che in questo periodo non sono in vena di leggere questo genere di libro, magari in un momento diverso l'avrei apprezzato, fatto sta che mi ha annoiata parecchio. Senza contare che non è scritto molto bene secondo me perché lo stile narrativo è confusionario: un momento prima viene descritta una situazione, un momento dopo viene inserito un dialogo e dopo ancora i pensieri della persona di turno, con il risultato che non si capisce mai se il personaggio ha realmente detto quella cosa o se l'ha solo pensata. Ho notato anche un uso esagerato del verbo presente, che non amo molto nei libri. Per tutti questi motivi il libro non mi è piaciuto.

Scrivi una recensione