Il condominio dei cuori infranti

Asphalte

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: Asphalte
Paese: Francia
Anno: 2015
Supporto: DVD
Salvato in 30 liste dei desideri

€ 2,50

Venduto e spedito da Azzaro Distribuzione

+ 5,00 € Spese di spedizione

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 2,50 €)

Un condominio in un complesso periferico di case popolari. Un ascensore in panne. Tre incontri. Sei personaggi. Stemkowtiz abbandonerà la sua sedia a rotelle per trovare l'amore di un'infermiera che fa il turno di notte? Charly, l'adolescente abbandonato a sé stesso, riuscirà a fare ottenere un ruolo a Jeanne Meyer, attrice degli anni '80? E cosa ne sarà di John McKenzie, astronauta caduto dal cielo e accolto e accudito dalla Signora Hamida?
4
di 5
Totale 1
5
0
4
1
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Clark

    11/05/2020 13:00:48

    Il condominio dei cuori infranti, rappresenta la traduzione italiana dell’originale francese Asphalte, uscito nel 2015 per la regia di Samuel Benchetrit. Tre vicende e sei personaggi in cerca dell’amore, concepito e sperimentato come l’istanza radicale capace di dare senso all’esistenza. Un condominio anonimo e fatiscente nella banlieu di una metropoli francese diventa lo scenario degli incontri (ravvicinati) che seguono l’atterraggio di fortuna di uno sgangherato astronauta americano: madri senza figli, figli senza madre, uomini senza donne… I sei antieroi sono accomunati da storie di caduta: dal cielo, da una sedia a rotelle, dall’alto del piedistallo del proprio ego. Per ogni caduta arriva, inaspettatamente, l’aiuto per rialzarsi. Il fatiscente caseggiato diventa, così, il posto provvidenziale di incontri capaci di colorare, al di là dei graffiti che ne ricoprono le mura, l’anima stessa del luogo e riscaldare il cuore delle persone che lo abitano. Forse la discesa dal cielo e la successiva ascensione sono proprio la scintilla che aziona i sentimenti, finora nascosti o sconosciuti, incapaci di attribuire un’immagine oggettiva al suono indistinto che – si scopre alla fine della proiezione – appartiene a un cassonetto metallico e che ciascuno percepisce in maniera personale e bizzarra. Forse proprio la presenza del personaggio di John Mckenzie – l’astronauta piombato sul tetto del condominio quasi come un Avatar – a partire dalle indigenze di ciascuno, fornirà il passe-partout per accedere alle singole solitudini e offrire l’ennesima possibilità di aprire il cuore alla miseria che, finora, ha occupato insensatamente lo spazio e il tempo della vita di ciascuno.

Una commedia surreale e sociale che descrive la realtà nella sua desolazione e la riscatta attraverso la mobilitazione di un'umanità inattesa

Trama
Su un immobile grigio delle banlieue parigine precipita John Mckenzie, un astronauta americano finito fuori rotta. Raccolto sul tetto da madame Hamida, una donna marocchina che lo ama come un figlio, Mckenzie attende che la NASA lo riconduca a casa. Qualche piano sotto Charly, adolescente che vive con una madre assente, soccorre la nuova vicina, Jeanne Meyer, attrice degli anni Ottanta caduta dal piedistallo e chiusa fuori dalla porta. Al primo piano crolla a terra Sternkowtiz dopo cento chilometri di cyclette e una disastrosa riunione condominiale. Tre cadute che troveranno nell'altro una ragione: John infilerà la via di casa a colpi di affetto e di cuscus, Sternkowtiz scoprirà l'amore con un'infermiera lunare, Charly supplirà la madre con Jeanne e Jeanne comprenderà la bellezza degli anni negli occhi di Charly.

  • Produzione: Rai Cinema, 2016
  • Distribuzione: Eagle Pictures
  • Durata: 100 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
  • Lingua sottotitoli: Italiano
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: trailers
  • Samuel Benchetrit Cover

    Nel 2000 ha pubblicato il suo primo romanzo, Diario di un cazzeggiatore (Giulio Perrone editore 2014). Nel 2005, all’età di 33 anni, ha iniziato a scrivere un’autobiografia in cinque volumi intitolata Cronache dall’asfalto. Nel 2007 ha scritto e diretto il suo secondo lungometraggio, J’ai toujours rêvé d’être un gangster, che gli è valso il premio alla miglior sceneggiatura al Sundance Film Festival 2008 e il Premio Lumière per la migliore sceneggiatura nel 2009. Nel 2015 è uscito il film Il condominio dei cuori infranti, un adattamento cinematografico di Cronache dall’asfalto, interpretato da Isabelle Huppert, Valeria Bruni Tedeschi, Gustave Kervern e Michael Pitt. Ha scritto inoltre Ritorna (Neri Pozza 2019). Approfondisci
  • Isabelle Huppert Cover

    "Propr. I. Arm H., attrice francese. Studia arte drammatica e comincia con il teatro. Già dal suo quarto film, I santissimi (1974) di B. Blier, mostra di possedere un misto di grazia e forza drammaturgica che i capelli rossi, l’incarnato diafano e lentigginoso e gli occhi acquosi contribuiscono a rendere di volta in volta sempre più aderente ai personaggi, dall’angelico al diabolico. Nel 1977 si accredita come diva, soprattutto in patria, evocando la soave follia di Pomme, la protagonista di La merlettaia di C. Goretta, e l’anno dopo rifulge di ambiguità nei panni della sospetta avvelenatrice di Violette Nozière di C. Chabrol, che le vale un premio a Cannes. Da questo momento si può permettere di scegliere i ruoli che alterna fra cinema d’autore e operazioni da botteghino, ma senza mai superare... Approfondisci
  • Valeria Bruni Tedeschi Cover

    Attrice, registra e sceneggiatrice. Vincitore del Vanity Fair Stories Award 2018 per aver saputo interpretare personaggi memorabili con tocco leggero, ironico e al tempo stesso drammatico facendoci immedesimare, commuovere, ridere, pensare. Approfondisci
Note legali