Conflitto, ordine pubblico, giurisdizione. Il caso TAV

Editore: Giappichelli
Anno edizione: 2014
In commercio dal: 1 luglio 2014
Tipo: Libro tecnico professionale
Pagine: 144 p., Brossura
  • EAN: 9788834848173
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Non si tratta di stabilire il se, ma il come. Autorevoli esperti, in occasione di interviste e dibattiti su reti televisive nazionali, hanno affrontato il problema della repressione dei reati commessi in occasione delle lotte contro la costruzione di grandi opere pubbliche o di manifestazioni per la tutela dell’ambiente, in termini che a noi sono parsi semplicistici e strumentali: può lo Stato abdicare al suo obbligo di accertamento e punizione dei reati, al suo potere repressivo, allorché molta parte della popolazione interessata agli effetti di una grande opera vi si oppone giudicandola inopportuna o dannosa? Posta in questi termini la risposta, ovviamente, non può che essere negativa. Non è sufficiente che un gruppo, anche molto consistente e maggioritario, di cittadini interessati all’opera, ritenga di doversi opporre a quello che giudica uno scempio ambientale o un costo eccessivo, per giustificare tutte le forme di lotta, anche quelle che travalicano i limiti della legalità. Tuttavia nella capziosità della domanda sta l’equivoco della risposta, poiché, come dicevamo all’inizio, non si tratta di stabilire il se, ma il come.

€ 13,60

€ 16,00

Risparmi € 2,40 (15%)

Venduto e spedito da IBS

14 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
 
 
 
Perché questo volume (di E. Lenti). – Introduzione. – Conflitti e tribunali (R. Lamacchia). – Tra fogli di via e avvisi orali (brevi note sulle misure di prevenzione) (D. Petrini). – Concorso di persone nel reato e responsabilità da contesto (M. Pelissero). – Misure cautelari e tutela dell’ordine pubblico (p. ferrua). – genova 2001: una prova generale per polizia e magistrati (E. Zucca). – NO TAV e repressione penale: un paradigma (c. novaro). – conflitto sociale, opposizione al tav e ruolo del giudice (G. Palombarini). – La libertà del difensore (G. Zancan). – Quale polizia nel conflitto sociale? (L. Notari). – Appendice: Quel convegno non s’ha da fare.