-15%
Contrabbando - Enrique Serpa - copertina

Contrabbando

Enrique Serpa

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Silvia Quadrelli
Editore: Elliot
Collana: Raggi
Anno edizione: 2011
In commercio dal: 5 aprile 2011
Pagine: 246 p., Brossura
  • EAN: 9788861922075
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 14,88

€ 17,50
(-15%)

Punti Premium: 15

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

Contrabbando

Enrique Serpa

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Contrabbando

Enrique Serpa

€ 17,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Contrabbando

Enrique Serpa

€ 17,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 17,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il mondo turbolento e miserabile dell'Avana negli anni Venti, popolata di pescatori, prostitute, contrabbandieri, bambini poverissimi e avventurieri senza scrupoli; con i suoi locali malfamati in cui si consumano sbronze colossali e dove regna, su tutto, la selvaggia bellezza del mare che circonda l'isola. Al centro del romanzo, considerato un classico della letteratura cubana, vi sono il proprietario della goletta "Buena Ventura", un codardo mitomane consumato dal vizio che narra in prima persona la vicenda, e il comandante della barca, soprannominato Squalo, un uomo scaltro, consumato dall'esperienza e dalla vita misera del pescatore. E proprio per sfuggire alla miseria, un giorno Squalo suggerisce al proprietario la possibilità di utilizzare la barca per scopi molto più redditizi. Contrabbandare alcol negli Stati Uniti dominati dal Proibizionismo. Inizialmente attratto dalla proposta, l'armatore si dibatte però costantemente tra la possibilità del guadagno facile e la paura dei rischi e delle conseguenze. I due uomini si trovano così coinvolti in un lungo braccio di ferro psicologico e l'ambiguità della loro relazione è la vera essenza del romanzo, che procede in un'atmosfera di crescente suspense durante i preparativi e la messa in atto della pericolosa impresa...

La trama è frugale. Alla fine degli anni venti del Novecento, nel porto dell'Avana l'offerta di pesce supera la domanda e non ci sono margini di guadagno: a volte si è persino costretti a ributtare le cernie in mare. Marinai e pescatori sono nella miseria più nera e pronti allo sciopero. Conviene dedicarsi al contrabbando di alcol verso gli Stati Uniti, dove vige il proibizionismo, schivando la polizia di Gerardo Machado e la guardia costiera nordamericana. Così decide di fare, essendo rimasto al verde, l'armatore dell'agile goletta La Buena Ventura, elegante rampollo della classe dominante che a causa di una "nevrastenia di origine sessuale" ha lasciato il lavoro di chimico dello zucchero per vivere delle tre imbarcazioni avute in eredità dal padre, e ora solca i mari per curarsi "i nervi rosi da dieci anni di rum e prostitute", e la noia e stanchezza che lo opprimono. I bizzarri membri della sua ciurma lo chiamano ironicamente "Ammiraglio" ed è lui la voce narrante della storia. Al suo opposto si colloca il comandante, detto "Squalo", sciatto ma deciso, abile sul lavoro ma finito in carcere come omicida, solidale con i compagni ma impermeabile quanto a sentimenti. È lo Squalo a proporre la via d'uscita del contrabbando e a condurre l'operazione, tra distillatori clandestini e sordidi trafficanti, fino alla consegna del carico.
Lo spessore del romanzo è però altrove, in primo luogo nella contrapposizione tra due antieroi: il codardo, pessimista, introverso e languido armatore in fuga dalla terraferma e il duro capitano avvezzo alla lotta e sprezzante del pericolo. Il loro rapporto, filtrato dal monologo interiore, ritma le pagine (e, secondo il critico cubano Alberto Garrandés, l'ammirazione dell'Ammiraglio per lo Squalo cela un innamoramento omosessuale). Il fascino del romanzo deriva in grande misura dagli ambienti magistralmente e minuziosamente descritti: l'assolata solitudine marina e il microcosmo della goletta da un lato, e i bassifondi portuali dell'Avana dall'altro. Quello di Serpa è un mondo abbattuto dal fatalismo, gonfio di rancori e superstizioni, rabbia e odio: vicoli rischiarati da luci meschine; meretrici simili a bambole di pezza male imbottite o a "un mucchio di cianfrusaglie lasciate ad ammuffire"; luridi cabaret pieni di sbronzi e imbroglioni, attaccabrighe e ladri; barcaioli "spazzini" che recuperano oggetti e persino frutta marcia tra i rifiuti scaricati in mare; rognose borgate e villaggi costieri fatiscenti, popolati di bambini anemici e straccioni. In questo clima angoscioso si aggirano anime straziate che si rannicchiano come lumache, accoltellatori con tutto il fegato che serve a difendere il loro onore di machos, marinai il cui approdo sono una prole senza speranza, mogli traditrici o carne da postribolo e sifilide.
Enrique Serpa (L'Avana 1900-1968) cominciò a lavorare fin da ragazzo, come garzone e impiegato, formandosi una vasta cultura da autodidatta. Si guadagnò presto un nome nel giornalismo cubano, specie con cronache e reportage, ma anche come poeta e narratore. Durante la dittatura di Batista fu responsabile stampa dell'ambasciata a Parigi. Dopo la rivoluzione rimase in disparte, ma le sue opere furono comunque ripubblicate per l'evidente contenuto di critica sociale, inteso come messa a nudo delle storture e degli abusi della "repubblica neocoloniale" controllata dagli Stati Uniti. In Contrabbando, un sintomo ribelle predice infatti la fine dell'ingiustizia, perché la società "è come una barca mal distribuita", con tutto il carico da una parte.
A Ernest Hemingway piacquero gli scritti marinari di Serpa, e dato che non lasciava certo il gomito tranquillo, tra un mojito e un daiquirí sembra l'abbia eletto a miglior romanziere latinoamericano. L'editore italiano non manca di infilare la frase in copertina. A parte la sublime ignoranza del grande gringo, che si trovava comprensibilmente a suo agio tra questi profili rudi, impetuosi e tormentati, Serpa è in effetti assai "hemingwayano" e qualcosa ha di certo prestato a Il vecchio e il mare. Ma persino nella narrativa cubana coeva ci sono autori più incisivi e interessanti, come Enrique Labrador Ruiz, Lino Novás Calvo o Carlos Montenegro, tutti purtroppo pressoché sconosciuti da noi. Tuttavia, Serpa merita di essere letto proprio per questo romanzo che è il suo capolavoro (ricevette nel 1938 il Premio Nazionale) e alcuni magnifici racconti di simile ispirazione, dove miscela un realismo crudo, venato di espressionismo nel ritrarre le patologie sociali, con affondi psicologici nel buio interiore di personaggi marginali, sempre sorretto da una scrittura accurata e nervosa.
Danilo Manera  
  • Enrique Serpa Cover

    Figura di spicco nel giornalismo internazionale, Enrique Serpa nacque a L’Avana. A vent’anni divenne assistente di Fernando Ortiz ed entrò a far parte di quella generazione di scrittori cubani segnati dalla Prima guerra mondiale, dall’ingerenza americana e dalla crisi economica. A venticinque anni pubblicò la sua prima opera, Felisa y yo, e iniziò una lunga carriera come reporter per «El Mudo» e numerose altre testate. Fu nel 1938, con la pubblicazione di Contrabbando (Elliot 2011), che ottenne la fama sia in patria che all’estero. Dal 1952 al 1958 fu attacché culturale presso l’ambasciata cubana a Parigi, ma fu presto dimenticato dopo l’avvento della rivoluzione di Fidel Castro e la sua opera non riuscì mai... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali