Contrada Armacà - Gianfrancesco Turano - ebook

Contrada Armacà

Gianfrancesco Turano

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,13 MB
Pagine della versione a stampa: 309 p.
  • EAN: 9788861906181
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

L’omicidio di Rosario Laganà, giovane parrucchiere ucciso per strada in un agguato, non suscita particolare clamore a Reggio Calabria. Il movente, si mormora, sarebbe una faccenda di corna o di droga. Nessuno sembra insospettito dal fatto che il ragazzo era intimo di Oriana, la collaboratrice più fidata del sindaco, morta suicida solo poche settimane prima. Chi non si accontenta di facili spiegazioni è lo zio di Rosario, Demetrio Malara, ex insegnante, un uomo solitario che ha già perso il figlio quindicenne in un regolamento di conti fra clan rivali.
La pista di Oriana diventa una scommessa privata, ma per esplorarla Malara ha bisogno di aiuto. Fortunato Amato detto Nato, un suo ex studente che alla carriera di avvocato ha preferito il business dei matrimoni e si è ritagliato un ruolo come organizzatore di eventi, è l’uomo giusto al momento giusto. Narcisista e donnaiolo, brillante e abituato a vivere all’insegna del “me ne fotto”, Nato conosce mezza Reggio ed è ben introdotto nei circoli che contano. Fra risse nei locali della movida reggina, container gonfi di armi e cocaina in transito nel porto di Gioia Tauro, sparatorie nei boschi dell’Aspromonte, donne irresistibili e sicari disposti a tutto, la strampalata coppia d’investigatori entrerà nelle viscere di una città dove nulla accade per caso e dove ogni delitto è il risultato del mancato rispetto di regole non scritte.

CONTRADA ARMACÀ è un giallo che squarcia la facciata rispettabile di Reggio Calabria, svelando un sistema criminale che arriva a lambire perfino la Casa bianca.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 5
5
3
4
0
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Leonida Reitano

    21/11/2017 21:06:43

    Uno dei libri che meglio illuminano il fenomeno 'ndranghetista contemporaneo.

  • User Icon

    cesare

    29/07/2014 17:44:49

    mi aspettavo una bella storia originale sulla 'ndrangheta ed invece ho trovato un romanzo difficile a leggerlo, personaggi sfumati, dialoghi complicati, la storia è conosciuta, ma la trama volutamente intricata, ermetica, confusa non desta interesse, la storia è ormai tristemente nota.

  • User Icon

    Pasqi

    18/07/2014 10:43:16

    Bel libro, intrigante, diretto e allusivo allo stesso tempo, riuscito miscuglio fra cronaca e narrazione. Trovo molto azzeccata la tecnica narrativa di aprire un capitolo con una "figura parlante" e farlo proseguire con il racconto. Lettura consigliata a chi vuole capirne di più sulla criminalità, la giustizia, la politica, i loro intrecci nel nostro paese.

  • User Icon

    Milkovic

    17/07/2014 22:30:57

    Miglior libro 2014! Tra narrativa ed inchiesta, tutto quello che non avete mai osato chiedere (e forse mai voluto sapere) sul crimine organizzato!

  • User Icon

    angarosh

    03/06/2014 10:34:38

    Il libro , specialmente da chi viene da quelle realtà come me, ma ne è fuori da moltissimi anni, è intrigante. Risentire, rivedere è spesso un esercizio piacevole. La storia combinando realtà con fantasia è accattivante. Forse gli ultimi capitoli si dipanano un pò troppo velocemente e con eventi/non eventi appena abbozzati. E' una scelta, quella di non puntualizzare troppo gli ultimi eventi ma di dipingerli a grandi linee per far percepire più l'atmosfera, che l'evento in se. Consiglio di leggerlo

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Gianfrancesco Turano Cover

    Gianfrancesco Turano ha pubblicato il suo primo articolo su «Paese sera» nel 1979. Dopo la laurea in letteratura greca alla Statale di Milano, ha lavorato come traduttore per l’editore Giunti. Nel 1987 ha vinto il concorso per la Scuola di giornalismo Gino Palumbo del «Corriere della Sera». Nel 1989 è stato assunto al settimanale economico-finanziario «il Mondo» e dal 2009 lavora a «l’Espresso». Ha collaborato con il «Corriere della Sera», «Diario» e altri periodici. In campo letterario ha scritto vari testi teatrali e vinto il premio Ater-Riccione per la drammaturgia (1989). Ha pubblicato tre romanzi con l’editore palermitano Dario Flaccovio: Ragù di capra (2005), Catenaccio! (2006) e L’ultima... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali