Categorie

Gianfranco Marrone

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2001
Pagine: 400 p.

9 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Studi interdisciplinari - Semiotica, semiologia

  • EAN: 9788806154226

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Patrizia Lima

    14/07/2003 19.14.37

    La Sociosemiotica nasce come risposta all’esigenza di un rinnovamento degli studi sul linguaggio e sulla società trasformata dai nuovi processi comunicativi che danno vita a nuovi scenari sociali.La società è vista come un organismo vivente dove tutto è interpretato come discorso e come testo in grado di fornire il senso del nostro vivere individuale e collettivo. Si tratta di una disciplina che studia non direttamente il sociale ma le sue condizioni di possibilità. Se è vero che, per alcuni versi, potremmo vedere nella sociosemiotica una metodologia d’indagine realizzata applicando modelli semiotici ad argomenti sociologici, è pur vero che occorre tenere presente che il sociale è qui scrutato con l’occhio del semiotico e sarebbe riduttivo trattare questa disciplina come una borsa degli attrezzi da utilizzare alla necessità. Semioticamente il sociale non è un dato empirico bruto, dice Marrone, avallando l’assunto del più noto sociosemiotico del nostro tempo, Erik Landowski, quanto piuttosto un effetto di senso, nel quale la sociosemiotica per l’appunto si propone d’indagare cercando di comprendere i modi attraverso cui la società si costruisce, dandosi in spettacolo, rappresentando sé stessa e costruendo simulacri attraverso i quali essa si riflette. In breve, la sociosemiotica è una metodologia di analisi attraverso strumenti semiotici - il percorso generativo del senso, il programma narrativo canonico, il programma passionale canonico e il quadrato semiotico – sui modi in cui la società si costruisce rappresentandosi, entrando in relazione con sé stessa. L’opera di Marrone si compone di sei saggi sulla moda, le fasi che hanno accompagnato lo sviluppo della televisione, il giornalismo, la pubblicità, la politica e lo spazio come elemento significante. Ne emerge un’immagine della società come insieme di organismi viventi, "Corpi sociali" appunto a indicare l’omologia profonda esistente tra il corpo e il sociale. Si tratta certamente di un libro che r

Scrivi una recensione