I cosiddetti sani

Erich Fromm

Editore: Mondadori
Collana: Oscar saggi
Anno edizione: 1996
Formato: Tascabile
  • EAN: 9788804423584
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Cos'è la normalità? È davvero un baluardo contro la malattia psichica? È giusta la convinzione diffusa che una persona "normale",sicura di sè,soddisfatta della propria vita e ben adattata alla società moderna dell'abbondanza sia anche una persona sana e serena,immune da nevrosi e depressione?Fromm,vedendo la miseria e le sofferenze umane,si è convinto che esiste anche una "patologia della normalità",una disposizione alla malattia che nasce dal conformismo e dalla sottomissione alla struttura mercantile delle moderne società occidentali,dominate dal consumismo e dalla crisi dei valori,e dalla mitica idea di progresso della scienza.Individua due meccanismi perversi: l'alienazione,che pervade tutti i campi dell'esistenza (dal lavoro ai rapporti interpersonali,ai sentimenti),che inevitabilmente porta all'asservimento,alla noia e all'apatia; e il narcisismo,individuale o collettivo,che spinge l'uomo a calpestare la dignità dei suoi simili,al rifiuto della vita,alla necrofilia.Per sfuggire a questa passività indolente e alla conseguente depressione,Fromm propone (attraverso la presa di coscienza e il superamento del vuoto concetto di normalità,sempre più spesso sinonimo di omologazione) di costruire una nuova "scienza umanistica" che,forte del bisogno di utopia,della tensione verso la verità e la giustizia,si ponga l'obiettivo di far scoprire (o riscoprire) all'uomo il piacere dell'azione libera e l'amore per la vita.

Scrivi una recensione