Traduttore: P. Cacucci
Editore: Feltrinelli
Collana: I narratori
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 29 maggio 2013
Pagine: 205 p., Brossura
  • EAN: 9788807030451
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,56
Descrizione
Nella vita da uomo qualunque dell'architetto Pablo Simó c'è una fessura inconfessabile, una crepa che gli tormenta la coscienza: Nelson Jara. Forse era solo un piccolo truffatore, una "canaglia", ma anche Pablo Simó sa di essere una canaglia, nonostante l'apparenza di irreprensibile professionista e buon padre di famiglia. Come una crepa che si allunga e si allarga, tutte le piccole certezze quotidiane di Pablo si sgretolano: una giovane donna che sembra sapere chissà cosa su Jara scatena in lui un'attrazione dirompente, la famiglia va in frantumi, il lavoro diventa insopportabile, e passo dopo passo la tentazione di essere canaglia fino in fondo lo travolge. Ancora una volta Claudia Piñeiro ci narra i piccoli inferni di una variegata umanità, nella monumentale Buenos Aires invasa dal cemento delle speculazioni edilizie dove l'apparenza, più che mai, inganna.

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Disponibile in 3 gg lavorativi

Quantità:

Libro inedito Chiara Gamberale
OMAGGIO ESCLUSIVO PER TE
Con soli 19€ di libri del Gruppo Feltrinelli fino al 15/01/2019

Scopri di più

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lina

    06/09/2015 20:19:39

    surreale quanto basta, un noir non indimenticabile...

  • User Icon

    Massimo F.

    20/08/2013 01:04:04

    A me questo lavoro della Pineiro è piaciuto un bel po'. Al di là di uno stile gradevole e variato, ho trovato riuscita l'accoppiata softnoir-esistenziale che caratterizza tutta la storia. La metafora della crepa è a mio avviso azzeccatissima; in fondo ognuno di noi ha a che fare con una crepa interiore che nel corso della vita possiamo ignorare, riparare o usare per fare leva e spaccare tutto... Da leggere.

  • User Icon

    CRISTINA DOVERI

    11/07/2013 11:52:01

    Anche a me non è piaciuto il finale : la "crepa" dell'anima del personaggio si allarga fino a farlo diventare un essere insulso e meschino, mentre avrebbe potuto spronarlo ad una vita migliore

  • User Icon

    Umberto Mottola

    07/07/2013 15:35:41

    Non è un brutto romanzo, ma l'epilogo mi ha deluso molto. Inoltre, non chiarisce fino in fondo le circostanze della morte del personaggio di Nelson Jara.

  • User Icon

    cesare

    27/06/2013 11:53:58

    l'architetto nasconde un mistero, la trama lo svela, ma il racconto non decolla, risulta noioso e verboso come spesso succedi nei libri spagnoli o argentini.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione