La criminalità oltre il crimine. Un percorso critico tra scienze sociali e crimine organizzato

Giovanni Sabatino

Editore: Il Campano
Anno edizione: 2013
Pagine: 144 p., Brossura
  • EAN: 9788865281772

€ 17,00

€ 20,00

Risparmi € 3,00 (15%)

Venduto e spedito da IBS

17 punti Premium

Disponibile in 3 settimane

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Robeto

    14/12/2014 18:02:45

    Un testo notevole. Pensavo fosse più calibrato su situazioni operative invece passa in rassegna le maggiori teorie della sociologia della devianza. Molto singolare e interessante. Non a caso me l'ha segnalato il mio prof. di sociologia.

  • User Icon

    Sebastiano

    30/09/2014 08:54:28

    Niente di eccezionale. Costruito molto artificialmente e penso non dica niente di nuovo.

  • User Icon

    Rolando

    16/02/2014 16:04:24

    Bello! Ho anche conosciuto Sabatino a Bergamo dove ha tenuto un convegno all'università dandomi anche ulteriori spiegazioni. Molto interessante la sua teoria ed il mondo semplice con cui tratta temi impegnativi. Sarà uno dei saggi base della mia tesi di laurea

  • User Icon

    Roberto

    07/12/2013 13:36:13

    Mi è piaciuto. E' molto originale un saggio del genere. Un carabiniere-sociologo che riesce a dare una connotazione sociologica alle esperienze vissute, facendolo in maniera "laica" senza farsi influenzare troppo dalle esperienze. Forase è un pò caro il prezzo di copertina. Però lo consiglio a chi è interessato al tema.

  • User Icon

    Vittorio

    14/09/2013 11:25:50

    Un saggio coraggioso ed interessante che merita la pena di essere letto (anche se un pò costoso). Mi è piaciuto perchè fornisce una rappresentazione particolare del crimine e dei fenomeni devianti. L'autore, maresciallo dei carabinieri esperto di investigazioni, spiega da sociologo-carabiniere la sua teoria ed utilizza anche un mafioso ergastolano (ancora detenuto) per trovare riscontro alle teorie stesse. Certamente molto particolare. Ma mi è sembrato interessante perchè, oltre a spiegare la genesi criminale, parla anche di come potrebbero essere le politiche anticrimine partendo dalla correzione di alcuni effetti distorti della globalizzazione e di come potrebbero essere resi meno criminogeni alcuni i "quartieri difficili" a partire da una gestione innovativa delle scuole italiane. Lo consiglio.

  • User Icon

    Franco Salva

    06/09/2013 12:15:32

    Sinceramente, rispetto a come mi era stato presentato, il testo mi ha un pò deluso. L'autore gioca molto sul fatto di essere un carabiniere-sociologo e quindi in grado di attingere ad informazioni sulla devianza non disponibili per "comuni mortali". Per tale motivo esprime delle teorie con una sicurezza che molti non potrebbero avere. Il saggio è ben fatto, sia chiaro, però mi attendevo qualcosa di più. Poi, sinceramente, non capisco perchè sia stato dato tutto quello spazio al mafioso Musumeci (attualmente ancora in carcere per i gravi reati commessi). E' sicuro che Sabatino sappia di devianza e criminalità molto più di un normale sociologo e/o criminologo, ma questo dipende dal fatto che è anche un carabiniere: non dal fatto che sia un sociologo migliore di altri.

  • User Icon

    Marco

    04/09/2013 11:13:11

    Essendo uno studente di sociologia prossimo alla tesi di laurea ed appassionato di criminologia, ho letto il libro del Maresciallo Sabatino perchè pensavo potesse aprire visuali importanti. Infatti,così è stato. Un buon testo, senza molti eruditi intellettualismi che rendono pesante la lettura e la comprensione. Scritto da un sociologo-carabiniere che mette insieme le sue e sperienze e fornisce, anche grazie all'ex boss della mafia della Versilia Carmelo Musumeci, uno spaccato della genesi criminale di alcuni quartieri e di ragazzi che vi crescono. Avendo già concordato con il docente con cui farò la tesi di utilizzarne larghi tratti, lo consiglio davvero a tutti.

  • User Icon

    Fabio

    21/08/2013 10:52:06

    Un bel libro. E' un saggio scritto in modo fluido e racchiude esperienze investigative dell'autore ed esperienze criminali di un mafioso condannato all'ergastolo. Una sociologia dal basso. Conosco l'autore, un carabiniere laureato in sociologia, perchè è in contatto con un mio docente ed avevo già letto il suo libro precedente. Lo consiglio, anche se un pò caro il prezzo di copertina.

  • User Icon

    Gennaro

    03/06/2013 16:55:38

    Un libro di sociologia che si può leggere. E' molto interessante. Scritto da un maresciallo dei carabinieri dei reparti speciali laureato in sociologia che sulla base della propria esperienza investigativa, richiamandosi alla teoria della scelta razionale ed alla SNA di Coleman, realizza una teoria, chiamata intelligence del marciapiede, che ritiene le organizzazioni criminali conseguenza di reti sociali criminali e capitale sociale criminale.Un paragrafo è scritto da Carmelo Musumeci, ex boss della mafia della Versilia, ergastolano laureatosi in Giurisprudenza, che ripercorre la teoria facendo riferimento alla sua storia personale narrando di episodi di malavita. Mi ha proprio appassionato e fatto capire molto. Davvero un bel testo.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione