La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale - Edmund Husserl,E. Filippini - ebook

La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale

Edmund Husserl

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: E. Filippini
Editore: Il Saggiatore
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 2,12 MB
  • EAN: 9788865764848
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 10,99

Punti Premium: 11

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Scritta negli anni immediatamente precedenti la Seconda guerra mondiale ma apparsa postuma nel 1954, La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale è un’opera decisiva nella storia del pensiero occidentale, nata da un’urgenza profonda di Edmund Husserl: recuperare il senso più autentico della filosofia, in opposizione al rigido obiettivismo delle scienze di meri fatti, astratte dai soggetti, le quali, nelle sue parole, non possono che creare «meri uomini di fatto».Se difettano a queste scienze gli strumenti e le risorse per rispondere ai problemi più importanti dell’uomo – primo fra tutti il problema del senso dell’esistenza –, spetta al pensiero filosofico di guidare l’uomo moderno, ricostruendo la fiducia in una ragione assoluta che dia senso al mondo, alla storia, all’umanità. La scienza non ha sempre fondato la propria verità nell’obiettività che ne domina il metodo a partire dal Positivismo, ma all’alba del Novecento sembra ormai aver messo da parte tutti i problemi di ordine metafisico, e in particolare le questioni ultime e supreme, come quella della ragione, che dovrebbero rappresentarne il cardine.Testo imprescindibile per chiunque voglia accostarsi alla fenomenologia, La crisi delle scienze europee è anche la testimonianza più lucida e profetica del pensiero di Husserl: negli anni trenta, il filosofo scriveva che «noi uomini del presente siamo di fronte al grave pericolo di soccombere nel diluvio scettico», e quel pericolo è oggi ancora più tangibile. Per questo, a più di cinquant’anni dalla prima pubblicazione in italiano, il Saggiatore ripropone, nella storica traduzione di Enrico Filippini, questo classico che – come il Discorso sul metodo di Cartesio e la Fenomenologia dello spirito di Hegel – non smette di essere nostro contemporaneo.
  • Edmund Husserl Cover

    Edmund Husserl (Prossnitz, in Moravia, 1859 - Friburgo, 1938) è tra i più importanti filosofi del Novecento e uno dei massimi esponenti della fenomenologia. Tra i suoi allievi si può ricordare Martin Heidegger. Tra le sue opere ricordiamo: Ricerche logiche; Idee per una fenomenologia pura e per una filosofia fenomenologica; Esperienze e giudizio: ricerche sulla genealogia della logica; La crisi delle scienze europee e la fenomenologia trascendentale; Percezione e attenzione. Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali