Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

La crisi. Può la politica salvare il mondo? - Alberto Alesina,Francesco Giavazzi - copertina

La crisi. Può la politica salvare il mondo?

Alberto Alesina,Francesco Giavazzi

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Il Saggiatore
Collana: Pamphlet
Anno edizione: 2008
Pagine: 142 p., Brossura
  • EAN: 9788842815716
Salvato in 2 liste dei desideri

€ 3,49

Venduto e spedito da LETTORILETTO

Solo una copia disponibile

+ 5,00 € Spese di spedizione

prodotto usato
Quantità:
LIBRO USATO

Altri venditori

Mostra tutti (7 offerte da 3,49 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Di fronte alla crisi internazionale, alle banche che dagli Stati Uniti all'Europa cadono come pezzi di un domino e alla mobilitazione dei governi per salvare il salvabile, in Italia e nel mondo si sono fatte strada analisi pericolose: un altro 1929; il capitalismo è finito; la finanza va imbrigliata; lo stato deve tornare a guidare l'economia. Alesina e Giavazzi smontano una dopo l'altra queste tesi, spiegano che cosa è successo e chi sono i veri responsabili della crisi. Non la globalizzazione, la Cina, l'euro, gli speculatori, come si sente ripetere, ma una cattiva politica, un cortocircuito dagli effetti devastanti tra mercato e stato, tra regolatori e regolati. E aiutano a capire come l'Italia può ricominciare a crescere.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,2
di 5
Totale 5
5
2
4
1
3
0
2
0
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    lucio

    11/03/2011 11:03:30

    Mi ha aiutato a capire la crisi, le sue cause, le responsabilità. Lo consiglio a chiunque voglia cominciare a farsi un'idea su quanto è accaduto, e a confutare i fantasmi agitati dai politici. E' un libretto divulgativo, non un lavoro accademico, scritto in linguaggio piano, ma molto denso. Gli autori prendono posizione e propongono soluzioni, quelle liberiste che vanno ripetendo da anni. E concludono che la politica non può salvare il mondo perché... leggetelo! P.S.: di questi autori, autorevoli studiosi, apprezzo molto la sensibilità e capacità di occuparsi anche della divulgazione!

  • User Icon

    Paoloriga

    31/08/2010 09:53:01

    Una riflessione alta e approfondita sulle origini della crisi. qualche dubbio sulle ricette.Da leggere comunque.

  • User Icon

    Angelo

    15/02/2009 22:48:48

    Ancora una volta la coppia Giavazzi-Alesina, ha fatto centro. I due professori ci svelano le cause effettive della crisi, gli errori del passato da non commettere più (in primis protezionismo e nazionalismo economico) onde evitare danni ancora peggiori. Un libro contro corrente, contro tutti i luoghi comuni e le false giutificazioni di coloro che auspicano che lo stato torni nuovamente ad imbrigliare invece che a regolare le libertà economiche degli individui.

  • User Icon

    Atos

    21/01/2009 23:19:37

    Quoto Tommaso e aggiungo: libretto furbescamente semplice, strumentalmente superficiale, inconsistente e superato. Tutto gira ancora intorno al PIL, e se si sbaglia il metro, si sbagliano le misure. La premiata ditta Alesina e Giavazzi sta ripetendo mantra che non hanno più lo smalto di un tempo. E comunque , alla domanda in copertina rispondo SI, e se avessi la possibilità di dare una chanche ad una BUONA POLITICA o ad una BUONA ECONOMIA, opterei sempre e comunque per la prima.

  • User Icon

    tommaso

    15/12/2008 22:29:37

    Al di là delle idee politiche, tutte legittime, il libro porta avanti le sue tesi in modo un pò superficiale ed è infarcito di idee comunque condivisibili, per accattivarsi la simpatia del lettore tommaso

Vedi tutte le 5 recensioni cliente
  • Francesco Giavazzi Cover

    insegna economia politica all’Università Bocconi di Milano ed è stato per oltre un decennio visiting professor al MIT di Boston. È uno degli editorialisti storici del Corriere della Sera, con cui collabora dal 1995. Fra il 1992 e il 1994 è stato dirigente generale del ministero dell’Economia, dove con Mario Draghi ha avviato le privatizzazioni. Fra i suoi libri: Lobby d’Italia (2005) e, con Alberto Alesina, Goodbye Europa (2006), Il liberismo è di sinistra (2007) e La crisi. Può la politica salvare il mondo? (2008). Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali