Criss-Cross (180 gr.) - Vinile LP di Thelonious Monk

Criss-Cross (180 gr.)

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Artisti: Thelonious Monk
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 1
Etichetta: Original Recordings
Data di pubblicazione: 1 aprile 2016
  • EAN: 0887254974918

€ 50,90

Punti Premium: 51

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Pubblicato nel 1963, Criss-Cross è il secondo disco inciso da Thelonious Monk per la Columbia dopo Monk’s Dream, che era stato immesso sul mercato qualche mese prima. In questo splendido disco curato dal producer Teo Macero, il grande pianista americano esegue otto brani di straordinaria bellezza con tre musicisti del calibro del tenorsassofonista Charlie Rouse, del contrabbassista John Ore e del batterista Frankie Dunlop. Negli oltre cinquant’anni della sua storia, questo album non ha mai potuto contare su una qualità sonora paragonabile a quella di questa edizione su LP da 180 grammi della ORG, che è stata rimasterizzata a partire dai nastri analogici originali da Bernie Grundman e stampato su vinile audiophile presso il Pallas Group, in Germania. Questo disco è stato prodotto in un’edizione limitata a sole 2000 copie per tutto il mondo, ognuna delle quali è numerata con una stampa in oro. «Criss-Cross comprende alcuni dei brani più belli mai fissati su disco da Monk in uno studio di registrazione con il suo trio e il suo quartetto degli anni Sessanta […] Questo titolo offre la possibilità di scoprire il meglio di Monk agli appassionati di ogni genere» (AllMusic).
  • Thelonious Monk Cover

    Pianista e compositore statunitense di jazz. Nel 1941 partecipò alle «jam sessions» sperimentali dei musicisti di bop al Minton's e al Monroe's di New York; incise nel '44 con Coleman Hawkins e in proprio nell'immediato dopoguerra. A lungo ignorato dalla critica, ottenne il successo alla fine degli anni '50, soprattutto nella formazione del quartetto (per lo più con il sassofonista Charlie Rouse, in forza dal 1959 al '72). Informale tanto nel comportamento (apparentemente chiuso al mondo esterno) quanto nella musica, è stato uno dei protagonisti in assoluto del jazz moderno, più per l'influenza generale esercitata sulle nozioni essenziali della musica (in particolare dagli anni '70, quando M. si era ritirato dall'attività in pubblico) che per il singolare stile pianistico.?Come interprete... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali