Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Cristiani di Allah - Massimo Carlotto - ebook

Cristiani di Allah

Massimo Carlotto

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: E/O
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 408,92 KB
Pagine della versione a stampa: 202 p.
  • EAN: 9788866320494
Salvato in 6 liste dei desideri

€ 8,99

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Con un’introduzione di Amara Lakhous

Algeri, 1541. Il Mediterraneo è teatro di guerre, razzie, traffici di schiavi, scontri ideologici e religiosi. La possente armata di Carlo V, punta di lancia della Cristianità, viene annientata alle porte della capitale nordafricana dai corsari di Hassan Agha, che reggono la città per conto del sultano di Costantinopoli. I corsari sono in gran parte dei rinnegati, ossia degli europei cristiani che hanno abbracciato l'Islam, per interesse, come scelta di libertà o più semplicemente per poter saccheggiare navi e depredare coste nel Mediterraneo sotto la protezione della Sublime Porta. Anche Redouane e Othmane, i protagonisti del romanzo, sono dei corsari rinnegati. Il primo albanese, il secondo tedesco, ex lanzichenecchi, hanno scelto là libertà di Algeri, da dove salpano sul loro sciabecco per le scorrerie e dove credono, di poter vivere indisturbati la loro storia d'amore proibita. Othmane però commetterà l'errore di invaghirsi di un giannizzero, uno dei fanatici e spietati cani da guardia del sultano, e trascinerà anche Redouane in un gorgo di vendette, agguati, intrighi.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,5
di 5
Totale 2
5
1
4
0
3
0
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    vittor

    17/05/2020 18:29:32

    Leggere un libro di Carlotto che non parli del suo nord est o al massimo della Sardegna sembra strano ma, in questo scritto l'autore devia dalla sua consueta matrice per tuffarsi in un mondo di corsari rinnegati cristiani nella metà del 1500, in un Algeri che è un crogiuolo di sentimenti, passioni ed emozioni vissute da un rinnegato ex cristiano e il suo compagno con cui divide amore e guerra. Morte e amore si mischiano nelle strade di questo califfato così come l'amicizia e l'odio. Tutto questo porterà ad un epilogo un pò scontato ma altrettanto affascinante. La penna di Carlotto è sempre riconoscibile anche se non parla di pistole o droga ma di spade e schiavi, ma in fin dei conti, i sentimenti umani sono sempri gli stessi anche se passano i secoli.

  • User Icon

    silvana

    08/08/2019 19:19:26

    Mi dispiace dover dire che sono rimasta profondamente delusa da questo libro; amo i romanzi storici, mi piace Massimo Carlotto giallista ma ho trovato questo libro quasi illeggibile:o uno è uno studioso di storia di quel momento storico e di quella tematica specifica od altrimenti ci vorrebbe come minimo un glossario; sono arrivata alla fine ma ho pensato seriamente di sfruttare quella opzione che Daniel Pennac autorizza cioè lasciare il libro senza finirlo

  • Massimo Carlotto Cover

    Massimo Carlotto è nato a Padova nel 1956. Scoperto dalla scrittrice e critica Grazia Cherchi, ha esordito nel 1995 con il romanzo Il fuggiasco, pubblicato dalle Edizioni E/O e vincitore del Premio del Giovedì 1996. Per la stessa casa editrice ha scritto: Arrivederci amore, ciao (secondo posto al Gran Premio della Letteratura Poliziesca in Francia 2003, finalista all’Edgar Allan Poe Award nella versione inglese pubblicata da Europa Editions nel 2006), La verità dell’Alligatore, Il mistero di Mangiabarche, Le irregolari, Nessuna cortesia all’uscita (Premio Dessì 1999 e menzione speciale della giuria Premio Scerbanenco 1999), Il corriere colombiano, Il maestro di nodi (Premio Scerbanenco 2003), Niente, più niente al mondo (Premio Girulà... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali