Recensioni La crociera

  • User Icon
    11/03/2019 14:15:07

    La trama sembra avere paura di iniziare e di svolgersi, così come è stato tormentosa la stesura del romanzo da parte della Woolf. Si potrebbe pensare che non esista inizio né fine, ma che tutto si svolga in un'atmosfera sospesa e fluttuante, e non c'è da stupirsi perché è naturale pensare e paragonare tutto questo a quello che potrebbe essere "il romanzo della coscienza" dell'interiorità e dei pensieri. I discorsi appaiono brevi e sconnessi come i pensieri che saltano da una montagna ad un'altra senza una connessione solida. Seppure si percepisce un senso di calmo fluire, come i pensieri appunto, arrivano dei momenti di grande spessore, segnati da discorsi, da descrizioni, da idee dei personaggi o da eventi particolari ricchi così tanto di carica espressiva da farti battere il cuore forte per poi lasciarti senza nulla, insoddisfatto ma contento al tempo stesso, proprio come l'amore, uno dei temi presenti nel brano. Davvero un bel libro proprio per questa particolarità, il fluire lento e quasi monotono che si alterna a momenti di estrema rapidità.

    Leggi di più Riduci