Categorie

Gabriel García Márquez

Editore: Mondadori
Edizione: 2
Anno edizione: 2005
Formato: Tascabile
Pagine: 96 p. , Brossura
  • EAN: 9788804543213

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    faffa

    27/09/2012 11.18.27

    Il titolo e la prima frase del romanzo dichiarano apertamente che Santiago Nasar sta per essere ucciso. Ma perché? Chi lo ucciderà? Perché questa uccisione di cui tutto il paese caraibico era a conoscenza, ancor prima dell'alba e dopo una sfarzosa festa di matrimonio, non è stata sventata? Forse perché la minaccia dei fratelli Vicario "di taglia massiccia ma di buona indole" non era credibile? Forse perché la mamma di Santiago, Placida Linero, che "godeva di una ben meritata fama di sicura interprete dei sogni altrui" non era stata in grado di interpretare proprio quello "fatale" di suo figlio? La "fatalità" governa questa cronaca. Il clima della vicenda appare surreale. Il cronista che racconta la vicenda è un amico di Santiago: a distanza di anni ritorna sul caso e la sua narrazione si fonde con i ricordi di chi sapeva, ma non credeva che il delitto sarebbe stato commesso.

  • User Icon

    Moreno C.

    07/05/2012 11.24.56

    Il senso di magia e la materica passionalità sprigionati dalla scrittura di Marquez sono unici. In questo secondario racconto possiamo averne un piccolo valido saggio.

  • User Icon

    Anna

    21/01/2011 16.10.34

    Non amo Màrquez. Questo romanzo è senz'altro meglio di altri ma non riesco proprio a considerarlo un capolavoro

  • User Icon

    mario

    23/11/2010 00.32.52

    CAPOLAVORO! Semplicemente perfetto. Il miglior romanzo breve del '900.

  • User Icon

    aurora

    16/11/2010 19.39.47

    volete sapere cosa è il destino? marquez lo spiega egregiamente in questo libro"fatale". Li vedi i personaggi, l'avverti l'aria della tragedia, lo senti il grido straziante di dolore, e ti rimane dentro, come il paese, come i personaggi, come la vita che noi uomini pensiamo di poter decidere mentre e' gia' tutto deciso.

  • User Icon

    Carlo

    01/04/2008 00.29.13

    Bel libro ma da questo autore ci si puo attendere molto ma molto di più

  • User Icon

    MONICA

    29/11/2007 13.23.12

    ...dopo il tentativo fallito di leggere "cent'anni di solitudine", ma ci voglio riprovare con carta e penna per fare un bello schemino, perchè sono della teoria che un libro non si abbandoni mai...qualche anno fa ho letto "cronaca di una morte annunciata". Mi è piaciuto. Si legge bene e arrivi in fondo in un baleno. Avvincente. Lo consiglio.

  • User Icon

    francy

    10/04/2007 17.31.39

    Non la solita storia o il solito romanzo.Stavolta qlc di "macabro" seppur poco impegnativo.Ne ho letti 4 di Marquez e mi sono piaciuti moltissimo tutti.Almeno fin'ora secondo me è 1 di quei pochi che non ti rigira la solita minestra

  • User Icon

    Dado

    03/02/2007 19.35.05

    Buon libro.

  • User Icon

    Chiara

    15/01/2007 13.04.43

    Inconfondibile. Caldo. Evocativo. Passionale. Coinvolgente. Possibile che il grande Garcia sappia sempre creare ambientazioni e storie che incantano? Da leggere con la calma dei tropici.

  • User Icon

    stefano

    19/11/2006 19.35.56

    bello, intenso. migliore degli altri romanzi di marquez.

  • User Icon

    love

    19/10/2006 17.45.23

    lo stile è inconfondibile,anche se in questo libro spicca il marquez giornalista..ma scritto in modo piacevole,e per nulla scontato,considerando che i modi di vivere e di pensare di un popolo diverso non ci appartengono..sicuramente non c'è paragone con cent'anni di solitudine!

  • User Icon

    Mimmo

    06/10/2006 11.18.26

    Qualcuno ha scritto che le stroncature immotivate si denunciano da sole,ma come si fà a pretendere un finale a sorpresa da un libro che si intotola:"Cronaca di una morte annunciata"."La fatalità ci rende invisibili";Il nostro destino è ineluttabile,questo ci dice Marquez attraveso queste poche ma grandi pagine,quindi non non si può pretendere un finale da libro giallo quando tutto è già stato scritto.

  • User Icon

    Ester xx92

    28/08/2006 12.44.57

    Bel libro,anke se si citano troppi nomi,difficili da tenere a mente..x il resto è sicuramente un libro da leggere,forse un pò scontato,ma pur sempre bello.

  • User Icon

    Ugo

    11/04/2006 11.11.01

    Il libro personalmente non mi è sembrato all'altezza di Marquez. In generale è un bel libro, piacevole, forse troppi nomi che confondono le idee.

  • User Icon

    Matteo

    05/12/2005 12.42.35

    Bhe,che dire..semplicemente meraviglioso!!..scritto benissimo e velato di una satira sottile ma efficace..Marquez si rivela il maestro di sempre..

  • User Icon

    Joe

    29/07/2005 13.17.36

    Non mi è piaciuto.C'è un senso di attesa crescente che alla fine viene disatteso da un finale più prevedibile di quanto non si possa immaginare nel corso della lettura.

  • User Icon

    Gianco

    28/04/2005 19.01.01

    Scritto bene, molto piacevole nelle descrizioni, l'unica pecca i nomi che spesso son troppi e costringono ad un veloce ripasso, la storia è semplicemente assurda come la casualità della vita quotidiana!!

Vedi tutte le 18 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione