Categorie

Yasmin Crowther

Traduttore: P. Mazzarelli
Editore: TEA
Collana: Super TEA
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
Pagine: 260 p., Brossura
  • EAN: 9788850240616
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Emanuela

    06/05/2016 10.59.08

    Romanzo nel complesso buono e scorrevole, molto vicino come genere ai più celebri romanzi di Hosseini. Ho trovato un pò forzata la storia della protagonista Maryam, che dopo 30 anni fa ritorno al paese di origine per fare i conti con i suoi drammi interiori. E questa decisione scaturisce da un episodio (schiaffo dato al nipote Said e perdita del bambino della figlia Sara)che non ha secondo me un collegamento e un nesso con le sue vicende di gioventù. La figura del marito inglese Edward poi è piuttosto inverosimile nella sua passività.

  • User Icon

    vinny

    22/12/2015 23.06.07

    La cucina color zafferano si inserisce in quel filone aperto da Housseini di libri ambientati in stati del Medio oriente e impregnati di cultura araba. In questo caso si avvertono anche altri odori come quello dello zafferano o lo smog di Londra. Le due protagoniste femminili hanno vigore e spessore. Unica pecca del libro è la mancanza di suspence, ma fortunatamente si riprende nelle ultimissime pagine del libro, senza però sviscerare meglio il colpo di scena. E'un libro piacevole anche se dopo averlo terminato si ha la sensazione di aver assaporato realmente il sapore dello zafferano, ma rimane un retrogusto di amaro in bocca, come se mancasse qualcosa.

  • User Icon

    Mariflo

    20/09/2014 22.11.44

    Con un inizio un po' stentato ma un prosieguo più scorrevole, il libro ripercorre le vicende dell'iraniana Maryam, del suo doloroso passato nell'Iran ai tempi della rivoluzione, del suo altrettanto doloroso presente in Inghilterra e della sua decisione di tornare a ritrovarsi nella sua terra d'origine. La storia non è banale ed è scritta in maniera tale da coinvolgere il lettore e le descrizioni riescono a rendere abbastanza vivide le situazioni e le ambientazioni descritte. Consigliato.

  • User Icon

    Mario

    18/03/2012 01.54.48

    Una finestra a tratti cruda, a tratti delicata, ma comunque sempre appassionata, su un mondo, una cultura, sulle tradizioni di un paese che, nel bene e nel male noi conosciamo, come più volte Maryam e i suoi parenti e amici dicono, solo per ciò che vediamo e, soprattutto, sentiamo dire dalla televisione e dai giornali. Una vicenda familiare complessa, drammatica, con un finale tuttaltro che scontato (ho letto altre recensioni di persone dotate di chiaroveggenza, almeno rispetto a me...) per la mia esperienza nella lettura di libri simili. Nel trattare l'argomento delle tradizioni, in parte ho rivisto le vicende narrate da Hosseini tra aquiloni e splendidi soli. Un'altra opera prima splendente, commovente ma non piagnona, scorrevole ma non facile. Libro da leggere.

  • User Icon

    elda

    24/07/2011 10.09.17

    Scorrevole ed appassionante, è una storia molto intensa in cui emerge prepotente il senso d'appartenenza alla propria terra d'origine, con i suoi colori, i suoi odori, le sue tradizioni, le sue leggende... Dopo le prime pagine introduttive non molto avvincenti, il romanzo mi ha emozionata e commossa, anche se alcune situazioni sono, a mio parere, un po' inverosimili.

  • User Icon

    rita

    06/02/2011 17.47.32

    Una bellissima storia tra madre e figlia, commuovente soprattutto la prima parte, piena di sapori e di odori del medio oriente

  • User Icon

    valeria80

    14/01/2010 16.47.03

    E' una bellissima storia personale, anche se un pò scontata. Si capisce quasi da subito il finale per chi ha già letto libri ambientati in paesi dalle tradizioni così forti. Bello nelle descrizioni dei colori e degli odori, meno interessante (perchè anche qui scontato)nel racconto della cultura del paese iraniano e del popolo. Lo trovo una mancata occasione per far conoscere meglio una nazione ai più sconosciuta e trasmettere meglio la sensazione di lontananza tra questi 2 mondi quello di Sara e di sua madre.

  • User Icon

    Linda

    08/01/2010 11.33.20

    Do il voto più alto a questo libro per le emozioni che mi ha trasmesso e per le riflessioni che emergono dalle persone con sentimenti divisi tra due paesi: negli affetti, nei ricordi e in tutti i vissuti.Romanzo commovente, anche straziante come l'ultima rivelazione di Maryam, per me un colpo di scena, eppure pieno di vita e speranza. A mio parere ci sono piccole incongruenze: non tanto la rassegnazione del marito di Maryam,che capisco, ma in alcuni dialoghi, ad esempio tra mamma e figlia, a volte un po' forzati. Un'altra incongruenza l'ho trovata nella motivazione che ha scatenato la reazione di Maryam verso Said. Storia molto intensa.

  • User Icon

    giorgia

    14/10/2009 09.14.35

    E' stata una lettura bellissima! ho letteralmente divorato il libro e ho pianto per la lacerante vita di Maryam. Chissà perchè il marito è stato così "passivo" anche se, secondo me, ha dimostrato il suo grande amore per la moglie lasciandola libera di scegliere. Eppoi i colori, gli odori, gli stati d'animo di un mondo tanto lontano. Veramente un libro da leggere, con una tazza di thè e una coperta sulle spalle. giorgia

  • User Icon

    federica

    11/06/2009 23.49.42

    L'ho finito oggi, purtroppo...è un libro splendido che ho letto tutto d'un fiato. Sarebbe bello se ne traessero un film.

  • User Icon

    barbara

    17/03/2009 16.06.29

    Affetti struggenti. Il senso di appartenenza ai colori, ai profumi, alla propria terra, in sintesi, tutto ciò che rappresenta le radici di ognuno di noi, non viene mai mano. Mi ha commosso. Da leggere ... assolutamente.

  • User Icon

    Vivib

    06/02/2008 11.44.51

    Sinceramente non mi è piaciuto molto, dopo poco tempo avevo già dimenticato di cosa trattasse. Avevo cominciato a leggerlo con entusiasmo e mi ha presto delusa. Peccato!

  • User Icon

    faty

    17/01/2008 22.03.32

    veramente bello!

  • User Icon

    Annalisa

    31/12/2007 19.03.36

    Molto interessante, anzi proprio bello. Non è molto conosciuto forse perchè "mille splendidi soli" gli ha fatto ombra, ma l'ho trovato altrettanto interessante. Mi ha lasciata un po' perplessa la reazione del marito inglese che subisce la decisione della moglie senza combattere. Lo consiglio vivamente.

  • User Icon

    rita

    23/10/2007 14.55.59

    Fotografia di mondi lontani e diversi, legati da storia e sentimenti veri. Appasionante e scorrevole.

  • User Icon

    nelly

    13/09/2007 18.02.19

    Molto bello dopo un inizio dal tono un po' falso.La trama scorre piacevole e lascia il ricordo di un paese arido e polveroso eppure incantato e profumato. Anche dopo giorni dalla lettura resta nella mente il grido nel vento della donna di pietra.

  • User Icon

    Valentina

    05/07/2007 10.52.26

    Libro bellissimo...ad ogni pagina sembra di sentire il profumo delle spezie...molto scorrevole...da leggere.

  • User Icon

    Luisa

    03/07/2007 15.00.42

    Lettura molto piacevole soprattutto per le belle descrizioni e per l'odore di zafferano che quasi si "sente". Tuttavia trovo un po' affrettata la seconda parte e meno credibile in quanto dubito che una figlia che si trova per la prima volta in Iran ad affrontare una situazione per lei sconvolgente possa rivolgersi ad un uomo in modo così paritario. Da l'impressione che la scrittrice volesse arrivare alla fine senza approfondire il dramma di due donne con culture molto dissimili. Vale comunque la pena di leggerlo.

  • User Icon

    alessia

    21/06/2007 18.34.55

    Scritto molto bene, ti invita a leggere queste pagine intense, commoventi, calde di sentimenti e profonde come mai avevo letto. consigliatissimo

  • User Icon

    Andrea B.

    04/04/2007 11.17.57

    Ho trovato il libro interessante e coinvolgente. Trovo molto brava l'autrice nel delineare una serie di figure femminili di non facile psicologia. Per me la figura piu' "tragica" per la sua rassegnazione e' il marito britannico della protagonista (non dico di piu' per chi lo vorra' leggere).

Vedi tutte le 26 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione