Categorie

Jorge Amado, Paloma Jorge Amado

Curatore: D. Ferioli
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 1998
Pagine: 257 p.
  • EAN: 9788806150310
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Penelope

    01/02/2004 18.00.40

    Un libro che non può mancare agli appassionati di Jorge Amado e della sua cucina..Un appetitoso viaggio nella gastronomia di Bahia alla scoperta dei sapori e degli aromi di questa incantevole terra crocevia di culture che si mescolano anche in cucina. Si scoprono così le sue origine nella cucina africana, indigena, araba, lusitana. Ricette per ogni palato accompagnate da brani tratti dai romanzi di Amado in cui si cucinano queste bontà; stuzzichini come le polpette di baccalà,le telline o il kibe, piatti di carne come gli arrosti, di pesce: come le moquecas di gamberoni, la fejoada e le irresistibili merende di dona Flor (beiju e cuscus, torte, il mingau, legumi, frutta e biscotti)e i dolci.. buonissimo il dolce di arance amare con il profumo dei chiodi garofano.. "avevano in programma di piantare un aranceto, alcune qualità più dolci del miele e l'altra, quella amara, con la quale si prepara un dolce fantastico..(Tocaia Grande). Ecco che ora Gabriella sta sfornando la buonissima torta di tapioca al cocco.. "chiaccheravano vicino alla bancarella del pesce, costrutia su un terreno vuoto di fronte alla Rua do Unhao, dove i circhi equestri di passaggio montavano i loro tendoni. Negre vendevano creme e cuscus, mais lessato e torta di tapioca",(si mangia in Gabriella garofano e cannella). Piuttosto gustose anche le ricette di frutta come le banane a fettine alla cannela e chiodi di garofano.. un segreto? accompagante i dolci con un buon caffè al cacao che si trova in commercio..non vi viene già l'acquolina in bocca?

Scrivi una recensione