Categorie

Raymond Tallis

Editore: Laterza
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 315 p. , Brossura
  • EAN: 9788842097976

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Rudy

    24/11/2011 09.44.05

    La lettura di questo para-saggio mi ha deluso; si ha l'impressione che l'autore imbastisca "poetiche ridondanti" ed assai fiorite nei vari capitoli (che invero offrirebbero spunti di trattazione molto interessanti) quasi soltanto per deridere in modo grossolano le "neuro-scienze" in tutte le loro accezioni. Non che sia privo di una certa salubrità intellettuale il discutere di argomenti che sono in corso di definizione e dibattito nella nostra epoca, ma se tutto si riduce ad un'irrisione poeticante, il contributo allora è nullo. Le parti più interessanti sono quelle relative all'analisi, sociale e fisiologica, delle "manifestazioni" che interessano la testa (ad esempio sensi, rossori, coscienza di sé, linguaggio) ma in altri libri, oserei dire anche più anatomici, si troverebbero soddisfazioni molto maggiori. Il ripetuto, e qindi fastidioso, assunto che inzuppa tutti i capitoli si riassume in questo: il cervello è la cosa più complicata dell'universo (alla faccia dell'originalità e del dogmatismo!), l'uomo è talmente straordinario e stupefacente che non può che essere unico nell'intero cosmo (sic!), e le indagini "scientifiche" sull'uomo sono patetiche (un pò arrogantello l'autore). Insomma, questo libro è un esercizio da umanista devoto che si ritaglia un proficuo lavoro sul palcoscenico degli opinionisti urlatori.

Scrivi una recensione