Categorie

Daniela Pizzagalli

Anno edizione: 2003
Formato: Tascabile
Pagine: 201 p.
  • EAN: 9788817107136

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    MANLIO brusatin

    03/08/2016 10.36.22

    il Libro ha avuto un rilancio nell'iniziativa del Corriere della Sera di pubblicare una serie di volumi del genere Art Stories. Il fatto di non essere né un saggio né un romanzo è forse la qualità di questo libro che è comunque un affresco della corte milanese di Ludovico il Moro più che una biografia di Cecilia Gallerani (la "Dama con l'ermellino" nel dipinto di Leonardo ora a Cracovia). C'è comunque in questo testo un "saccheggio" della cronaca di Giacomo Trotti ambasciatore estense presso gli Sforza, riportato in originale ma non citato. Lunghissime e prolisse descrizioni degli abiti e delle feste di corte, mentre poco o nulla su un fatto storico strategico e decisivo come la Battaglia di Fornovo.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    28/07/2016 13.24.14

    Non una biografia ma una sorta di saggio storico sulla Milano di Lodovico il Moro, purtroppo infarcito di testi in italiano antico assolutamente incomprensibili. La vicenda della Gallerani è assolutamente marginale e niente affatto definita. Santa, puttana, letterata, approfittatrice.....non è dato comprendere. Libro assolutamente inutile e noioso.

  • User Icon

    sandro landonio

    20/06/2010 01.32.04

    Non é uno dei libri più riusciti dell'autrice e non si tratta di una biografia. Le notizie storiche sulla Gallerani non sono che una minima parte del testo, incentrato soprattutto sulla corte di Ludovico il Moro, che é descritta in modo un pò dispersivo. Una presentazione del libro più onesta sui suoi effettivi contenuti avrebbe reso di più.

  • User Icon

    llwellin

    06/03/2010 12.26.05

    Mi sono avvicinata al quadro prima e al libro attratta dalla figura di Cecilia Gallerani (di cui prima non avevo mai sentito parlare) per ragioni un po' particolari. Il libro della Pizzigalli mi risulta essere l'unico che racconti di Cecilia ma il titolo è un po' fuorviante. Si parla sì di lei ma siamo ben lontani da una biografia vera e propria, diciamo che la Pizzigalli fa un quadro d'insieme e all'interno del quadro mette in evidenza Cecilia. L'autrice probabilmente si muove così non avendo avuto modo di reperire una quantità sufficiente di materiale storico-archivistico. Il libro non è un romanzo, né una biografia romanzata e questo è senz'altro meritevole ma allora... perchè, se si pensa di scrivere un saggio storico, non si lasciano delle belle note a fondo pagina per aiutare il lettore che volesse approfondire attraverso altre opere o ricerche individuali? Il secondo neo sta poi nella non "traduzione" di alcuni testi scritti nell'italiano del tempo in italiano contemporaneo. Questo faciliterebbe la lettura e renderebbe il testo accessibile anche ai tanti stranieri che studiano italiano e sono affascinati da questo periodo storico. Terza pecca... si descrivono gli abiti ma... io francamente non li ho capiti, anche qui un dizionarietto non avrebbe guastato. Nel complesso è un buon lavoro, nonchè l'unico sul tema. La figura di Cecilia resta purtroppo solo tratteggiata per i motivi spiegati sopra.

  • User Icon

    Alessandra

    18/10/2005 22.31.49

    Come sempre lo stile della Pizzagalli è di piacevole lettura e le informazioni storiche ben documentate. Unico neo: si può rimanere un poco delusi perchè della protagonista del titolo in realtà non si parla molto, il libro è più che altro centrato sull'ambiente della corte. Comunque interessante.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione