Categorie

Damaged

Artisti: Black Flag
Supporto: CD Audio
Numero dischi: 1
Etichetta: SST
Data di pubblicazione: 7 maggio 2009
  • EAN: 0018861000725
Disco 1
  • 1 Rise Above
  • 2 Spray Paint
  • 3 Six Pack
  • 4 What I See
  • 5 TV Party
  • 6 Thirsty And Miserable
  • 7 Police Story
  • 8 Gimmie Gimmie Gimmie
  • 9 Depression
  • 10 Room 13
  • 11 Damaged Ii
  • 12 No More
  • 13 Padded Cell
  • 14 Life Of Pain
  • 15 Damaged I
Mostra tutti i brani

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Lugli Alex

    27/02/2011 15.35.29

    taumaturgiko, nonchè incistato. volevo aggiungere questo.

  • User Icon

    Alex Lugli

    26/06/2010 23.16.54

    I Black Flag sono stati un gruppo Hardcore Punk Statunitense formatosi nella California del Sud nel 1976. Il loro nome richiama la bandiera nera, simbolo raffigurante il pensiero anarchico. Nel 1981 i Black Flag pubblicano un nuovo EP, "Six Pack", e il singolo "Louie Louie", continuando comunque la loro attività dal vivo. Ad uno show a New York, un fan sale sul palco per cantare un pezzo, la sua esibizione piace talmente tanto al gruppo, che decidono di fare qualche prova con lui. Henry viene assunto, con il nome di Henry Rollins, e Dez passa alla seconda chitarra. Lo stesso anno la Band registra il primo full-lenght, "Damaged", ed il gruppo riceve, intanto, un'offerta da una piccola Label, la Unicorn Records, di proprietà della MCA Records, una Major. Il gruppo accetta sperando in una maggiore distribuzione. Ma dopo la stampa di 25.000 copie, la MCA annulla la produzione dicendo che la Unicorn non avrebbe dovuto fare la proposta perché l'album è, secondo la casa discografica, portatore di un messaggio negativo. La Band nel 1981 decide, così, di pubblicare l'album per la SST. "Damaged" è LP di debutto della Band Hardcore di Los Angeles Black Flag. Il disco esce nel 1981 e viene considerato da molti critici come un album fondamentale del Punk. Originariamente il disco viene pubblicato per la Unicorn Records, ma viene sottoposto a censura e incontra grandi difficoltà di distribuzione. Allora il chitarrsta della Band Greg Ginn decide di pubblicare l'album per la propria etichetta, la SST Records, la quale pubblicherà anche tutti gli altri albums dei Black Flag. In questo disco i Black Flag suonano canzoni velocissime, raramente superiori ai tre minuti e molto energiche. Le liriche invece sono ermetiche, ma capaci di esprimere in pochi versi l'alienazione di una metropoli come Los Angeles e la rabbia della sottocultura Punk della città degli Angeli. La rivista Rolling Stone l'ha inserito al 336° posto della sua lista dei 500 migliori album. Un disco veramente bellissimo, testo-base di tutto l'Hardcore Punk americano.

Scrivi una recensione